Terapia genica: missione magnetica | materiali npg asia

Terapia genica: missione magnetica | materiali npg asia

Anonim

Le nanoparticelle magnetiche possono trasportare agenti di terapia genica direttamente nei tumori del cancro.

Uno dei modi più promettenti per combattere il cancro è il miglioramento della terapia genica, la manipolazione di geni difettosi. Ora, Yoshihisa Namiki e collaboratori della Jikei University School of Medicine in Giappone 1 descrivono un nuovo modo per migliorare la terapia genica guidando gli agenti genetici verso i tumori usando nanoparticelle magnetiche e un campo magnetico.

Lo studio ha principalmente lo scopo di curare il cancro gastrico, una delle maggiori preoccupazioni del pubblico in Giappone e una forma di cancro per la quale la terapia genica ha avuto un successo limitato. "I fattori genetici nei giapponesi, le abitudini alimentari giapponesi come i piatti ad alto contenuto di sale e la prevalenza del batterio altamente tossico Helicobacter pylori causano un grosso problema di salute", afferma Namiki.

Le particelle magnetiche sono vasi promettenti per il rilascio di agenti genetici perché possono essere "dirette" direttamente al tumore usando un campo magnetico. Tuttavia, la maggior parte delle particelle ibride magnetiche-biologiche richiede tempo e risulta complicata da preparare.

Namiki e i suoi collaboratori hanno sviluppato un nuovo approccio semplice al problema, che hanno chiamato "LipoMag". Le particelle di LipoMag sono costituite da nuclei di nanocristalli di magnetite rivestiti con acido oleico e uno strato di lipidi a cui l'acido nucleico può legarsi (Fig. 1).

Image

Fig. 1: Nanostrutture LipoMag per il rilascio di siRNA in siti tumorali cancerosi. Il processo di assemblaggio (in senso orario da sinistra) inizia con nuclei di nanocristallo di magnetite (grigio), che sono rivestiti con acido oleico (verde), quindi un guscio lipidico cationico (rosa), e infine fissati con fili di siRNA. 2009 Yoshihisa Namiki

I ricercatori hanno funzionalizzato le loro particelle LipoMag con pezzi di piccolo RNA (siRNA) interferente progettato per abbattere l'espressione dell'EGFR, un gene associato alla progressione del tumore. Hanno iniettato le particelle nei topi con tumori gastrici e hanno incollato magneti sopra o sotto la pelle vicino alle lesioni tumorali. I topi hanno mostrato un'impressionante riduzione media del 50% nella crescita del tumore dopo 28 giorni.

I topi sottoposti a un trattamento magnetico disponibile in commercio chiamato PolyMag non hanno mostrato cambiamenti nei loro tumori. "PolyMag ha formato grandi gruppi di dimensioni superiori a un micrometro, che possono essere facilmente rimossi dal sistema reticoloendoteliale nei polmoni, nel fegato e nella milza", afferma Namiki. Le particelle di LipoMag non sembrano formare tali ammassi e, cosa più importante, non sembrano avere alcun effetto negativo sul corpo.

I ricercatori sperano nel futuro della loro invenzione. "Il nostro sistema potrebbe trattare altri tipi di tumore, perché colpisce i vasi tumorali e inibisce l'angiogenesi tumorale", afferma Namiki. "Presto eseguiremo prove cliniche di LipoMag e magneti trapiantabili."

autori

Questo momento saliente della ricerca è stato approvato dall'autore dell'articolo originale e tutti i dati empirici contenuti all'interno sono stati forniti da detto autore.