Ricerca sull'ipertensione (Aprile 2020)

Valutazione dell'indice vascolare cardio-caviglia, un nuovo indicatore di rigidità arteriosa indipendente dalla pressione sanguigna, nell'obesità e nella sindrome metabolica

Valutazione dell'indice vascolare cardio-caviglia, un nuovo indicatore di rigidità arteriosa indipendente dalla pressione sanguigna, nell'obesità e nella sindrome metabolica

Astratto La rigidità aortica è predittiva di malattie cardiovascolari (CVD) e mortalità nelle malattie legate allo stile di vita. L'indice vascolare cardio-caviglia (CAVI), un nuovo indice di rigidità arteriosa, è stato recentemente sviluppato misurando la velocità dell'onda del polso (PWV) e la pressione sanguigna (BP). CAVI

La preipertensione deve essere considerata una fase speciale della pressione arteriosa

La preipertensione deve essere considerata una fase speciale della pressione arteriosa

Soggetti Biologia cardiovascolare Fattori di rischio Secondo JNC-7, 1 pressione sanguigna è classificata in normotensione (<120 per 80 mm Hg), preipertensione (120–139 e / o 80–89 mm Hg) e ipertensione (140 per 90 mm Hg). Vi è un consenso generale sulla diagnosi e il trattamento dell'ipertensione. 1, 2 T

Il ruolo dell'attività nervosa simpatica nella lesione renale e nella malattia renale allo stadio terminale

Il ruolo dell'attività nervosa simpatica nella lesione renale e nella malattia renale allo stadio terminale

Soggetti Sistema nervoso autonomo Malattia renale allo stadio terminale Malattie renali Ipertensione renovascolare Astratto Iperattività del sistema nervoso simpatico è osservata in pazienti con danno renale, ipertensione renovascolare, malattia renale cronica (CKD) e malattia renale allo stadio terminale (ESRD).

Un'associazione tra i livelli di acido urico e l'arteriolopatia renale nella malattia renale cronica: uno studio basato sulla biopsia

Un'associazione tra i livelli di acido urico e l'arteriolopatia renale nella malattia renale cronica: uno studio basato sulla biopsia

Soggetti Malattia cardiovascolare Malattia renale cronica Astratto L'acido urico (UA) può indurre l'arteriolopatia renale in modelli animali. Non è noto se vi sia un'associazione tra UA e arteriolopatia renale nei pazienti con malattia renale cronica (CKD). Qui, abbiamo esaminato l'associazione trasversale dei livelli sierici di UA con ialinosi arteriolare renale e ispessimento delle pareti.

La riduzione della pressione sanguigna migliora la vasodilatazione indotta da nitroglicerina nei pazienti con ipertensione essenziale

La riduzione della pressione sanguigna migliora la vasodilatazione indotta da nitroglicerina nei pazienti con ipertensione essenziale

Soggetti Ipertensione terapeutica Vasodilatazione Astratto La vasodilatazione indotta da nitroglicerina (NID) viene solitamente misurata come test di controllo per la vasodilatazione flusso-mediata (FMD). Tuttavia, la NID di per sé è anche associata all'aterosclerosi. Lo scopo di questo studio era determinare le relazioni tra NID, FMD e pressione sanguigna e valutare gli effetti della terapia antiipertensiva sul NID nei pazienti con ipertensione.

Distribuzione dei valori della pressione arteriosa centrale stimati da Omron HEM-9000AI nella popolazione generale giapponese

Distribuzione dei valori della pressione arteriosa centrale stimati da Omron HEM-9000AI nella popolazione generale giapponese

Soggetti Biologia cardiovascolare Diagnosi Ipertensione Astratto La pressione arteriosa centrale è più strettamente associata ad eventi cardiovascolari e danni agli organi bersaglio rispetto alla pressione arteriosa periferica misurata sul brachio usando un metodo convenzionale. Questo studio è stato progettato per studiare la distribuzione dei valori della pressione arteriosa sistolica centrale stimati da Omron HEM-9000AI nella popolazione generale giapponese. S

Combinazione di tirosina chinasi 1 fms-solubile in plasma-simile e Doppler dell'arteria uterina per la previsione della preeclampsia nei casi di gravida anziana

Combinazione di tirosina chinasi 1 fms-solubile in plasma-simile e Doppler dell'arteria uterina per la previsione della preeclampsia nei casi di gravida anziana

Soggetti Pre-eclampsia Prognosi Astratto Lo scopo di questo studio era di determinare il valore predittivo della combinazione di tirosina chinasi 1 fms-solubile nel plasma (sFlt-1) e Doppler dell'arteria uterina per la rilevazione della preeclampsia nelle donne in età avanzata tra 16 e 18 settimane di gestazione e per identificare le associazioni tra altre complicazioni della gravidanza e anomalie di questi test combinati.

Analisi dell'onda del polso e tecniche di velocità dell'onda del polso: sono pronte per la clinica?

Analisi dell'onda del polso e tecniche di velocità dell'onda del polso: sono pronte per la clinica?

Soggetti Irrigidimento arterioso Metodi Biofisici introduzione Nel presente numero di Hypertension Research , Nürnberger et al. 1 descrivo in modo interessante un fattore importante quando la rigidità arteriosa viene valutata clinicamente: la posizione corporea del soggetto. Sebbene questa sia una domanda importante, soprattutto se vogliamo portare questo strumento di ricerca in clinica su base regolare, ci sono molti altri fattori che dovrebbero essere considerati.

"Memoria" e "eredità" nell'ipertensione e nelle malattie legate allo stile di vita

"Memoria" e "eredità" nell'ipertensione e nelle malattie legate allo stile di vita

Soggetti Ipertensione L'ipertensione e altre malattie legate allo stile di vita sono causate dalla complessa interazione di fattori estrinseci (ambientali) e intrinseci (genetici). In precedenza, si pensava che gli effetti dei fattori estrinseci fossero transitori e reversibili. Ad esempio, se un paziente assumesse un farmaco antiipertensivo o un farmaco antidiabetico, i suoi effetti continuerebbero durante il periodo di trattamento, ma se il trattamento venisse interrotto, gli effetti benefici scomparirebbero

La conta degli eosinofili è positivamente correlata alla calcificazione delle arterie coronarie

La conta degli eosinofili è positivamente correlata alla calcificazione delle arterie coronarie

Astratto Studi recenti hanno suggerito che i disordini allergici e l'aumento della conta degli eosinofili erano associati all'aterosclerosi. Lo scopo di questo studio era di valutare la relazione tra conta degli eosinofili e calcificazione delle arterie coronarie (CAC). Abbiamo effettuato uno studio trasversale nel 1363 partecipanti consecutivi con sospetto clinico di malattia coronarica (CHD)

Associazione Dei Livelli Di Plasma Deidroepiandrosterone-solfato Con Funzione Endoteliale Nelle Donne In Postmenopausa Con Fattori Di Rischio Coronarico

Associazione Dei Livelli Di Plasma Deidroepiandrosterone-solfato Con Funzione Endoteliale Nelle Donne In Postmenopausa Con Fattori Di Rischio Coronarico

Astratto Il declino correlato all'età dei livelli plasmatici di deidroepiandrosterone-solfato (DHEA-S) può essere associato al rischio di malattie cardiovascolari nelle donne. Abbiamo studiato se i livelli plasmatici di DHEA-S sono correlati alla funzione endoteliale nelle donne in postmenopausa con fattori di rischio coronarico.

L'esercizio fisico migliora la modulazione cardiaca autonoma nei pazienti ipertesi indipendentemente dal trattamento con inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina

L'esercizio fisico migliora la modulazione cardiaca autonoma nei pazienti ipertesi indipendentemente dal trattamento con inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina

Astratto Abbiamo studiato l'influenza del trattamento con inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEi) e dell'esercizio fisico sulla pressione arteriosa (AP) e sulla variabilità della frequenza cardiaca (HRV) in pazienti volontari con ipertensione. Un totale di 54 volontari sedentari sono stati divisi in tre gruppi: volontari normotesi (gruppo NT), ipertesi (gruppo HT) e HT trattati con ACEi (gruppo ACEi).

Stress ossidativo e disfunzione endoteliale nell'ipertensione

Stress ossidativo e disfunzione endoteliale nell'ipertensione

Soggetti Ipertensione patogenesi Astratto L'ipertensione arteriosa sistemica è un fattore di rischio cardiovascolare altamente prevalente che causa una significativa morbilità e mortalità e sta diventando un problema di salute sempre più comune a causa della crescente longevità e prevalenza di fattori predisponenti come stile di vita sedentario, obesità e abitudini alimentari. Comp

Due possono essere meglio di uno? Doppio blocco RAS in pazienti con diabete di tipo 2 e nefropatia conclamata nell'età di ONTARGET e ALTITUDINE

Due possono essere meglio di uno? Doppio blocco RAS in pazienti con diabete di tipo 2 e nefropatia conclamata nell'età di ONTARGET e ALTITUDINE

Soggetti Farmacologia clinica Terapia farmacologica combinata Nefropatia diabetica Ipertensione Nel precedente numero di Hypertension Research , Imai et al. 1 rivisitare il ruolo della terapia di combinazione con doppio blocco del sistema renina-angiotensina utilizzando l'inibizione dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) (ACEi) e il blocco del recettore dell'angiotensina II (ARB) sugli esiti renali primari o sugli esiti cardiovascolari e renali secondari

Indice di massa corporea e incidenza di ictus in una comunità giapponese: lo studio Hisayama

Indice di massa corporea e incidenza di ictus in una comunità giapponese: lo studio Hisayama

Soggetti Obesità Fattori di rischio Ictus Astratto Sebbene l'obesità sia uno dei principali fattori di rischio per la malattia coronarica, il suo ruolo nello sviluppo dell'ictus rimane controverso. Un totale di 2421 residenti, di età compresa tra 40 e 79 anni di una comunità giapponese, sono stati seguiti in modo prospettico per 12 anni. I

Presenza di malattia renale cronica e successivi cambiamenti della geometria ventricolare sinistra nell'arco di 4 anni in una popolazione apparentemente sana di età compresa tra 60 e oltre

Presenza di malattia renale cronica e successivi cambiamenti della geometria ventricolare sinistra nell'arco di 4 anni in una popolazione apparentemente sana di età compresa tra 60 e oltre

Astratto La malattia renale cronica (CKD) è associata ad un aumentato rischio cardiovascolare (CV). La geometria ventricolare sinistra (LVG) è un fattore predittivo per eventi CV. Tuttavia, l'influenza della CKD sui cambiamenti del LVG negli anziani rimane poco chiara. In questo studio, abbiamo eseguito l'ecocardiografia per valutare LVG al basale e 2 e 4 anni dopo il basale in 120 cinesi anziani apparentemente sani che sono stati reclutati da uno screening di 1.5

Emodinamica dell'ipertensione indotta da desametasone nel ratto

Emodinamica dell'ipertensione indotta da desametasone nel ratto

Astratto Sebbene il desametasone (DEX) sia noto per causare ipertensione nell'uomo e negli animali, le caratteristiche emodinamiche dell'ipertensione indotta da DEX (DEX-HT) nel ratto rimangono poco chiare. Questo studio ha valutato l'emodinamica centrale e regionale e il ruolo della resistenza periferica totale (TPR) usando un minoxidil vasodilatatore

Spironolattone Modula Le Espressioni Del Recettore Cardio Mineralocorticoide E 11β-Hydroxysteroid Dehydrogenase 2 E Previene Il Rimodellamento Ventricolare Nei Cuori Di Ratto Post-Infarto

Spironolattone Modula Le Espressioni Del Recettore Cardio Mineralocorticoide E 11β-Hydroxysteroid Dehydrogenase 2 E Previene Il Rimodellamento Ventricolare Nei Cuori Di Ratto Post-Infarto

Astratto È stato riportato che gli antagonisti dell'aldosterone prevengono il rimodellamento ventricolare dopo infarto del miocardio (IM) attraverso la loro azione verso la matrice extracellulare (ECM). Tuttavia, rimane in gran parte sconosciuto se gli antagonisti dell'aldosterone attenuano la perdita di miociti nel processo di rimodellamento.

Obesità viscerale in pazienti giapponesi con sindrome metabolica: rivalutazione dei criteri diagnostici mediante TC

Obesità viscerale in pazienti giapponesi con sindrome metabolica: rivalutazione dei criteri diagnostici mediante TC

Astratto Per rivalutare il livello di cutoff della circonferenza addominale (AC) per la diagnosi dell'obesità viscerale in giapponese, abbiamo esaminato l'associazione della deposizione di grasso viscerale con altri componenti della sindrome metabolica e della malattia cardiovascolare aterosclerotica (ASCD).

Disfunzione cognitiva e disabilità fisica sono associate alla mortalità in pazienti estremamente anziani

Disfunzione cognitiva e disabilità fisica sono associate alla mortalità in pazienti estremamente anziani

Astratto Alcune segnalazioni hanno dimostrato che la disfunzione cognitiva o fisica è associata ad un aumento della mortalità in pazienti molto anziani, di età superiore agli 80 anni. Utilizzando semplici test clinici, abbiamo valutato l'impatto della disfunzione cognitiva o fisica sulle future morti totali e cardiovascolari. A

Impatto del metalloproteinasi-9 / inibitore tissutale del sistema metalloproteinasi-1 sulla grande rigidità arteriosa in pazienti con ipertensione essenziale

Impatto del metalloproteinasi-9 / inibitore tissutale del sistema metalloproteinasi-1 sulla grande rigidità arteriosa in pazienti con ipertensione essenziale

Astratto La matrice extracellulare è vitale per mantenere l'integrità dei tessuti e il sistema metalloproteinasi / inibitori dei tessuti delle metalloproteinasi (MMP / TIMP) della matrice è coinvolto nella regolazione del metabolismo della matrice extracellulare. Il turnover della matrice extracellulare svolge un ruolo importante nel cambiamento delle grandi proprietà meccaniche arteriose nell'ipertensione. Tu

Offerta di 40 mg a rilascio controllato di nifedipina in pazienti giapponesi con ipertensione essenziale che hanno risposto in modo insufficiente a 40 mg di qd a rilascio controllato di nifedipina: uno studio di fase III, randomizzato, in doppio cieco e in gruppi paralleli

Offerta di 40 mg a rilascio controllato di nifedipina in pazienti giapponesi con ipertensione essenziale che hanno risposto in modo insufficiente a 40 mg di qd a rilascio controllato di nifedipina: uno studio di fase III, randomizzato, in doppio cieco e in gruppi paralleli

Soggetti Farmacologia clinica Ipertensione farmacocinetica Astratto Questo studio di fase III, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, a gruppi paralleli ha confrontato l'efficacia e la sicurezza di nifedipina a rilascio controllato (CR) 40 mg due volte al giorno (bid) e una volta al giorno (qd) in 325 pazienti giapponesi con ipertensione essenziale non controllata con nifedipina CR 40 mg qd (record ClinicalTrials

Ruolo dell'angiotensina II nei cambiamenti plasmatici di PAI-1 indotti da imidapril o candesartan in pazienti ipertesi con sindrome metabolica

Ruolo dell'angiotensina II nei cambiamenti plasmatici di PAI-1 indotti da imidapril o candesartan in pazienti ipertesi con sindrome metabolica

Soggetti Farmacologia clinica Ipertensione Meccanismo di azione Sindrome metabolica Astratto Per valutare la relazione tra plasminogeno-inibitore-inibitore-1 (PAI-1) e angiotensina II (Ang II) cambia durante il trattamento con imidapril e candesartan in pazienti ipertesi con sindrome metabolica. Un totale di 84 pazienti ipertesi con sindrome metabolica sono stati randomizzati a imidapril 10 mg o candesartan 16 mg per 16 settimane

Effetti del sostituto del sale sull'analisi delle onde del polso tra soggetti ad alto rischio cardiovascolare nella Cina rurale: uno studio controllato randomizzato

Effetti del sostituto del sale sull'analisi delle onde del polso tra soggetti ad alto rischio cardiovascolare nella Cina rurale: uno studio controllato randomizzato

Astratto Il sale a basso contenuto di sodio e aumentato di potassio sostituisce la pressione sanguigna più bassa ma può anche avere effetti diretti sulla struttura vascolare e sulla funzione arteriosa. Questo studio mirava a testare gli effetti della sostituzione a lungo termine del sale sugli indici di questi risultati.

Rapporto aldosterone-renina e pressione sanguigna domestica in soggetti con assunzione di sodio superiore e inferiore: lo studio Ohasama

Rapporto aldosterone-renina e pressione sanguigna domestica in soggetti con assunzione di sodio superiore e inferiore: lo studio Ohasama

Soggetti L'aldosterone Epidemiologia Ipertensione Astratto Il rapporto aldosterone-renina (ARR) viene utilizzato per lo screening dell'iperaldosteronismo primario. Abbiamo studiato l'associazione tra ARR e la prevalenza dell'ipertensione utilizzando misurazioni della pressione sanguigna domestica (HBP) in residenti della comunità stratificati per l'assunzione abituale di sodio nella dieta a lungo termine.

Topi Knockout del recettore della dopamina D3 e della pressione arteriosa arteriosa e renale renale

Topi Knockout del recettore della dopamina D3 e della pressione arteriosa arteriosa e renale renale

Astratto Le alterazioni del sistema dopaminergico possono contribuire allo sviluppo dell'ipertensione. Recentemente, è stato riportato che topi anestetizzati pentobarbital con carenti recettori della dopamina D 3 hanno mostrato un aumento della pressione sanguigna dipendente dalla renina. In una serie di esperimenti, abbiamo valutato il contributo del recettore della dopamina D 3 all'escrezione renale di sodio e al comportamento della pressione arteriosa nei topi knockout (- / -) del recettore della dopamina D 3 coscienti e anestetizzati.

Epistasi tra eNOS, MMP-9 e VEGF genotipi materni nei disturbi ipertesi della gravidanza

Epistasi tra eNOS, MMP-9 e VEGF genotipi materni nei disturbi ipertesi della gravidanza

Soggetti Genetica delle malattie epistasi Variazione genetica Pre-eclampsia Astratto Polimorfismi dei geni endoteliali ossido nitrico sintasi ( eNOS ), matrice metalloproteinasi-9 ( MMP-9 ) e fattore di crescita endoteliale vascolare ( VEGF ) hanno mostrato di essere associati a disturbi ipertesi della gravidanza

L'ipertensione da camice bianco è un presagio di rischio aumentato?

L'ipertensione da camice bianco è un presagio di rischio aumentato?

Soggetti Ipertensione Prognosi Astratto L'ipertensione da camice bianco è definita da un elevato livello di pressione arteriosa fuori sede (domiciliare o ambulatoriale) in soggetti non trattati. Questa condizione è comune nella pratica clinica e richiede un'adeguata elaborazione per il rilevamento e la gestione.

L'effetto dell'indice di massa corporea e della glicemia a digiuno sulla relazione tra pressione sanguigna e diabete mellito incidente: uno studio di follow-up di 5 anni

L'effetto dell'indice di massa corporea e della glicemia a digiuno sulla relazione tra pressione sanguigna e diabete mellito incidente: uno studio di follow-up di 5 anni

Soggetti Ipertensione Modifica dello stile di vita Diabete di tipo 2 Astratto Non vi è consenso sulla relazione tra ipertensione (BP) e diabete mellito incidente (DM). Pertanto, l'obiettivo del presente studio era di indagare l'associazione indipendente tra BP e DM incidente e identificare i componenti metabolici che influenzano il DM incidente nei soggetti coreani.

Effetto della decompressione del tronco encefalico sinistro sulla pressione sanguigna e regolazione cardiovascolare a breve termine nell'ipertensione resistente

Effetto della decompressione del tronco encefalico sinistro sulla pressione sanguigna e regolazione cardiovascolare a breve termine nell'ipertensione resistente

Soggetti brainstem Terapia farmacologica Ipertensione Nell'ipertensione resistente (HT), dopo aver escluso tutti i cosiddetti fattori eziologici secondari convenzionali, la compressione pulsatile neurovascolare (NVPC) del midollo ventrolaterale rostrale (RVLM) sul lato sinistro può essere la causa principale.

Perdita di peso e normalizzazione della pressione arteriosa: la rilevanza di interventi precoci nell'ipertensione

Perdita di peso e normalizzazione della pressione arteriosa: la rilevanza di interventi precoci nell'ipertensione

Soggetti Ipertensione Modifica dello stile di vita Il sovrappeso e l'obesità sono fattori di rischio ben noti per l'ipertensione incidente 1 e per la mortalità per tutte le cause; una recente stima di ricercatori statunitensi suggerisce che l'obesità è di per sé responsabile di una morte su 10 prevenibile negli Stati Uniti. 2 A

L'efficacia e la sicurezza a lungo termine di una tripla combinazione di 80 mg di telmisartan, 5 mg di amlodipina e 12,5 mg di idroclorotiazide in pazienti giapponesi con ipertensione essenziale: uno studio randomizzato in doppio cieco con estensione in aperto

L'efficacia e la sicurezza a lungo termine di una tripla combinazione di 80 mg di telmisartan, 5 mg di amlodipina e 12,5 mg di idroclorotiazide in pazienti giapponesi con ipertensione essenziale: uno studio randomizzato in doppio cieco con estensione in aperto

Soggetti Terapia farmacologica combinata Sicurezza dei farmaci Ipertensione Prove controllate randomizzate Astratto Lo scopo di questo studio era di confrontare 80 mg di telmisartan / 5 mg di amlodipina / 12, 5 mg di idroclorotiazide (T80 / A5 / H12.5) con 80 mg di telmisartan / 12, 5 mg di idroclorotiazide (T80 / H12

Nuovo anno, nuovi miglioramenti

Nuovo anno, nuovi miglioramenti

Soggetti Ipertensione Benvenuti nel primo numero del 2010 di Hypertension Research. L'anno scorso la ricerca sull'ipertensione ha subito molti sviluppi impressionanti, sia all'interno che all'esterno della rivista. A gennaio, la rivista ha pubblicato la Japanese Society of Hypertension Guidelines for the Management of Hypertension (JSH 2009); nuovi articoli di commento sono stati introdotti in agosto; e iniziò anche la pubblicazione online avanzata (AOP) di articoli on-line.

Anomalie elettrocardiografiche e pressione arteriosa a domicilio in pazienti ipertesi anziani trattati: valutazione della misurazione della pressione arteriosa a casa in Giappone rispetto all'ufficio nello studio sugli anziani (J-HOME-Anziani)

Anomalie elettrocardiografiche e pressione arteriosa a domicilio in pazienti ipertesi anziani trattati: valutazione della misurazione della pressione arteriosa a casa in Giappone rispetto all'ufficio nello studio sugli anziani (J-HOME-Anziani)

Soggetti Ipertrofia cardiaca Elettrocardiografia - ECG Ipertensione Astratto Questo studio mette a confronto le relazioni tra ciascuna pressione arteriosa domestica mattutina (BP), BP domestica serale e BP dell'ufficio con anomalie elettrocardiografiche (ECG) tra pazienti giapponesi ipertesi trattati

Aliskiren riduce l'albuminuria e lo stress ossidativo e aumenta i tassi di filtrazione glomerulare nei pazienti giapponesi con nefropatia diabetica avanzata

Aliskiren riduce l'albuminuria e lo stress ossidativo e aumenta i tassi di filtrazione glomerulare nei pazienti giapponesi con nefropatia diabetica avanzata

Soggetti Farmacologia clinica Nefropatia diabetica L'inibizione del sistema dell'angiotensina renina è importante nel trattamento della nefropatia diabetica. Allo stato attuale, i bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARB) e gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEI) sono ampiamente utilizzati clinicamente per questo scopo.

Differenza delle caratteristiche cliniche tra i pazienti ipertesi con e senza insufficienza cardiaca diastolica: i ruoli della disfunzione diastolica e dell'insufficienza renale

Differenza delle caratteristiche cliniche tra i pazienti ipertesi con e senza insufficienza cardiaca diastolica: i ruoli della disfunzione diastolica e dell'insufficienza renale

Astratto Le caratteristiche cliniche sono state confrontate tra pazienti ipertesi con e senza insufficienza cardiaca in assenza di ridotta frazione di eiezione (EF) per ottenere approfondimenti sugli effetti dell'insufficienza renale sulla prevalenza di insufficienza cardiaca diastolica. I soggetti dello studio erano costituiti da 691 pazienti ipertesi con un EF> 40%

Aumento della risposta media della pressione arteriosa all'esercizio dinamico in soggetti normotesi con molteplici fattori di rischio metabolico

Aumento della risposta media della pressione arteriosa all'esercizio dinamico in soggetti normotesi con molteplici fattori di rischio metabolico

Soggetti Ipertensione Sindrome metabolica Fattori di rischio Astratto La sindrome metabolica (SM) può influenzare la reattività vascolare e può causare un eccessivo aumento della pressione sanguigna (BP) durante l'esercizio dinamico. Abbiamo esaminato questa ipotesi in 698 uomini normotesi (età media: 43 anni) privi di malattie cardiovascolari, diabete mellito e malattie renali. La

L'uso della velocità dell'onda del polso nella previsione della pre-eclampsia nelle donne ad alto rischio

L'uso della velocità dell'onda del polso nella previsione della pre-eclampsia nelle donne ad alto rischio

Soggetti Diagnosi Pre-eclampsia Marcatori predittivi Astratto In questo studio, abbiamo valutato l'utilità diagnostica della velocità dell'onda del polso (PWV) da sola o in combinazione con altri marcatori diagnostici nel predire la pre-eclampsia (PE) nelle donne ad alto rischio. Le donne in gravidanza ad alto rischio di PE sono state reclutate tra le 22 e le 26 settimane di gestazione e sono state valutate per (a) PWV, (b) livelli sierici della proteina tirosina chinasi 1 (sFlt-1) solubile nella placenta (sFlt-1) e acido urico e (c) escrezione di proteine ​​urinarie di calcio nelle 24

Aldosteronismo primario causato da un adenoma surrenalico unilaterale accompagnato da secrezione autonoma di cortisolo

Aldosteronismo primario causato da un adenoma surrenalico unilaterale accompagnato da secrezione autonoma di cortisolo

Astratto Una donna giapponese di 35 anni è stata inviata per un ulteriore esame dell'ipertensione persistente con ipopotassiemia. I suoi livelli sierici di aldosterone erano elevati e la sua attività plasmatica della renina notevolmente soppressa. Gli esami radiologici hanno rivelato la presenza di un tumore surrenalico sinistro di 3 cm di diametro.

Espressione potenziata del sistema proteico morfogenetico osseo nei reni di topo trattati con aldosterone

Espressione potenziata del sistema proteico morfogenetico osseo nei reni di topo trattati con aldosterone

Astratto Studi recenti hanno dimostrato che le proteine ​​morfogenetiche ossee (BMP), in particolare il BMP-7, hanno un ruolo inibitorio nello sviluppo di varie malattie renali. Abbiamo precedentemente segnalato effetti antagonistici dei BMP sulla proliferazione renale delle cellule mesangiali indotta da aldosterone (Aldo) in vitro . Ne

I parametri di rigidità arteriosa possono essere misurati in posizione seduta?

I parametri di rigidità arteriosa possono essere misurati in posizione seduta?

Soggetti Irrigidimento arterioso Metodi Biofisici Malattia cardiovascolare Astratto Nonostante l'introduzione delle misure di rigidità arteriosa nella raccomandazione europea, la velocità delle onde di polso (PWV) e l'indice di aumento (AI) non sono ancora utilizzati abitualmente nella pratica clinica.

Cambiamenti nei dati demografici e nella prevalenza della malattia renale cronica a Okinawa, in Giappone (1993-2003)

Cambiamenti nei dati demografici e nella prevalenza della malattia renale cronica a Okinawa, in Giappone (1993-2003)

Astratto Per confrontare i dati demografici dei fattori di rischio e la prevalenza della malattia renale cronica (CKD), abbiamo analizzato due database degli screening di massa del 1993 ( N = 143.948) e del 2003 ( N = 154.019) ad Okinawa, in Giappone (Registro della Okinawa General Health Maintenance Association)

Ruolo delle giunzioni gap nella risposta contrattile agli agonisti nell'arteria mesenterica dei ratti ipertesi spontaneamente

Ruolo delle giunzioni gap nella risposta contrattile agli agonisti nell'arteria mesenterica dei ratti ipertesi spontaneamente

Soggetti Biologia cardiovascolare Ipertensione Muscolo Astratto Per studiare gli effetti dell'ipertensione sui cambiamenti nelle giunzioni gap tra cellule muscolari lisce vascolari (VSMCs) nell'arteria mesenterica (MA) dei ratti ipertesi spontaneamente (SHR). Sono stati usati il ​​patch clamp a cellule intere, la miografia della pressione, la PCR quantitativa in tempo reale di trascrizione inversa (qRT-PCR), l'analisi della western blot e la microscopia elettronica a trasmissione per esaminare le differenze di espressione e funzione della giunzione gap tra MA VSMC di SHR e controllo

L'adiponectina inibisce la migrazione cellulare indotta dal fattore di crescita simile all'insulina 1 mediante la soppressione dell'attivazione della chinasi 1/2 regolata dal segnale extracellulare, ma non Akt nelle cellule muscolari lisce vascolari

L'adiponectina inibisce la migrazione cellulare indotta dal fattore di crescita simile all'insulina 1 mediante la soppressione dell'attivazione della chinasi 1/2 regolata dal segnale extracellulare, ma non Akt nelle cellule muscolari lisce vascolari

Astratto L'adiponectina, un ormone derivato dagli adipociti, è stata proposta per mostrare proprietà antiaterogeniche attraverso gli effetti inibitori contro vari fattori di crescita. Il fattore di crescita 1 insulino-simile (IGF-1) è uno dei potenti mitogeni, che è stato considerato svolgere un ruolo importante sia nell'aterogenesi che nella stabilizzazione della placca secondo la fase dell'aterosclerosi. Lo

Possibile coinvolgimento della Rho-chinasi nel rimodellamento delle cellule muscolari lisce indotte da aldosterone

Possibile coinvolgimento della Rho-chinasi nel rimodellamento delle cellule muscolari lisce indotte da aldosterone

Astratto Vi sono prove crescenti a supporto dei potenziali ruoli dell'aldosterone nella patogenesi della lesione vascolare. Il presente studio mirava a determinare il coinvolgimento della Rho-chinasi nel rimodellamento delle cellule muscolari lisce vascolari indotte da aldosterone (VSMC). Nel ratto VSMC in coltura, sono stati esaminati gli effetti dell'aldosterone sull'attività della Rho-chinasi, la riorganizzazione del citoscheletro e la migrazione cellulare.

[Dichiarazione scientifica] Rapporto del Comitato per la riduzione del sale della Società giapponese di ipertensione (3) Valutazione e applicazione dell'assunzione di sale nella gestione dell'ipertensione

[Dichiarazione scientifica] Rapporto del Comitato per la riduzione del sale della Società giapponese di ipertensione (3) Valutazione e applicazione dell'assunzione di sale nella gestione dell'ipertensione

Soggetti Ipertensione Terapia nutrizionale Astratto La valutazione della riduzione del sale nei pazienti ipertesi deve essere eseguita valutando l'assunzione di sale negli individui. Tuttavia, ogni metodo per valutare l'assunzione di sale ha sia pregi che limiti. Pertanto, i metodi di valutazione devono essere selezionati in base al soggetto e all'ambiente della struttura

Indici non invasivi di rigidità arteriosa nei pazienti in emodialisi

Indici non invasivi di rigidità arteriosa nei pazienti in emodialisi

Astratto Lo scopo di questo studio era di valutare la validità della velocità dell'onda del polso alla caviglia (baPWV) e l'indice vascolare cardio-alla caviglia (CAVI) come misure di rigidità arteriosa nei pazienti in emodialisi (HD). Abbiamo studiato 160 pazienti HD arruolati consecutivamente (età media: 59 ± 13 anni; 91 pazienti maschi). Abb

Un'associazione tra indice di massa corporea e tasso di filtrazione glomerulare stimato

Un'associazione tra indice di massa corporea e tasso di filtrazione glomerulare stimato

Astratto La malattia renale cronica (CKD) è un grave problema di salute pubblica. Tuttavia, pochi studi hanno esaminato il significato dell'indice di massa corporea (BMI) come fattore di rischio per lo sviluppo di CKD nella popolazione giapponese generale. I partecipanti allo studio senza anamnesi clinica di ictus, attacco ischemico transitorio, infarto del miocardio, angina o insufficienza renale (754 uomini di età compresa tra 56 ± 15 anni [media ± DS] e 962 donne di età compresa tra 59 ± 13 anni) sono stati reclutati in modo casuale da una singola comunità a l'ora del loro esame sani

Quantificazione della velocità delle fluttuazioni della pressione sistolica

Quantificazione della velocità delle fluttuazioni della pressione sistolica

Soggetti Biologia cardiovascolare Ipertensione Astratto L'aumentata variabilità della pressione arteriosa (BPV), anche in assenza di ipertensione, è stata identificata come un importante fattore di rischio cardiovascolare indipendente (CVRF). Tuttavia, il ruolo della velocità delle variazioni della pressione arteriosa sistolica (SBP; vSBP) sul rischio cardiovascolare deve essere studiato. L

Il diabete, la sindrome metabolica o la loro associazione influenzano ugualmente la funzione biventricolare? Uno studio su Doppler tissutale

Il diabete, la sindrome metabolica o la loro associazione influenzano ugualmente la funzione biventricolare? Uno studio su Doppler tissutale

Soggetti Ecocardiografia Insufficienza cardiaca Sindrome metabolica Diabete di tipo 2 Astratto La sindrome metabolica (MetS) e il diabete di tipo 2 (T2DM) sono stati associati a una compromissione della funzione sinistra (LV) e ventricolare destra (RV), nonché ad un aumentato rischio di insufficienza cardiaca (HF).

Valutazione del rischio di ipertensione utilizzando un metodo di rete neurale artificiale in residenti rurali di età superiore ai 35 anni in un'area cinese

Valutazione del rischio di ipertensione utilizzando un metodo di rete neurale artificiale in residenti rurali di età superiore ai 35 anni in un'area cinese

Soggetti Modelli biologici Epidemiologia Ipertensione Fattori di rischio Astratto L'ipertensione (HTN) ha dimostrato di essere associata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. Lo scopo dello studio era di esaminare i fattori di rischio per HTN e di sviluppare un modello di previsione per stimare il rischio di HTN per i residenti rurali di età superiore ai 35 anni.

L'attivazione dei recettori mineralcorticoidi nel midollo ventrolaterale rostrale è coinvolta nei meccanismi ipertesi nei ratti ipertesi spontaneamente soggetti a ictus

L'attivazione dei recettori mineralcorticoidi nel midollo ventrolaterale rostrale è coinvolta nei meccanismi ipertesi nei ratti ipertesi spontaneamente soggetti a ictus

Soggetti Sistema nervoso autonomo Proteine ​​leganti il ​​DNA Ipertensione Meccanismo di azione Astratto Il recettore dei mineralcorticoidi (MR) è riconosciuto come bersaglio dell'intervento terapeutico nell'ipertensione e nell'insufficienza cardiaca. Si ritiene che le MR nel sistema nervoso centrale abbiano un ruolo importante nella regolazione della pressione sanguigna. Pertant

Impatto terapeutico della singola combinazione a dose fissa con un bloccante del recettore dell'angiotensina ad alte dosi e un diuretico tiazidico a basse dosi nella gestione dell'ipertensione: in attesa di un ulteriore accumulo di prove cliniche

Impatto terapeutico della singola combinazione a dose fissa con un bloccante del recettore dell'angiotensina ad alte dosi e un diuretico tiazidico a basse dosi nella gestione dell'ipertensione: in attesa di un ulteriore accumulo di prove cliniche

Soggetti Malattia renale cronica Terapia farmacologica combinata Diabete Ipertensione Recentemente, le principali linee guida cliniche per il trattamento dell'ipertensione sono state riviste in diversi paesi. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 In queste linee guida aggiornate, cinque classi di farmaci antiipertensivi, tra cui bloccanti del canale Ca 2+ , bloccanti del recettore dell'angiotensina (ARB), inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE), diuretici e β-bloccanti (inclusi αβ-bloccanti), sono stati definiti come i principali farmaci antiipertensivi, in quanto hanno

La funzione sistolica ventricolare sinistra compromessa e la maggiore velocità dell'onda del polso della caviglia-brachiale sono associate in modo indipendente alla rapida progressione della funzione renale

La funzione sistolica ventricolare sinistra compromessa e la maggiore velocità dell'onda del polso della caviglia-brachiale sono associate in modo indipendente alla rapida progressione della funzione renale

Soggetti Biologia cardiovascolare Rene Astratto L'insufficienza cardiaca e l'aumento della rigidità arteriosa sono associati a una riduzione della funzionalità renale. Pochi studi hanno valutato l'associazione tra la frazione di eiezione ventricolare sinistra (LVEF) e la velocità dell'onda del polso (baPWV) alla caviglia-brachiale e la progressione della funzione renale. L

Precisione migliorata per il rilevamento di picchi di pressione sanguigna correlati all'apnea notturna

Precisione migliorata per il rilevamento di picchi di pressione sanguigna correlati all'apnea notturna

Soggetti Diagnosi Ipertensione Disordini del sonno La gravità della sindrome ostruttiva dell'apnea notturna (OSAS) aumenta negli individui obesi insieme alla prevalenza di complicanze, come ipertensione, diabete di tipo 2, sindrome metabolica e malattia renale cronica, 1, 2 e questi problemi relativi alla salute portano ad un aumento rischio di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari.

Prevalenza di preipertensione e ipertensione in una zona rurale cinese dal 1991 al 2007

Prevalenza di preipertensione e ipertensione in una zona rurale cinese dal 1991 al 2007

Soggetti Epidemiologia Ipertensione terapeutica Astratto La provincia di Shandong si trova nella parte orientale della Cina. La provincia è caratterizzata da un solido sviluppo economico, con una popolazione rurale che rappresenta il 56% della popolazione totale. Tuttavia, non sono disponibili dati riguardanti i cambiamenti temporali nella prevalenza, consapevolezza, trattamento e controllo dell'ipertensione tra questa popolazione.

La terapia con losartan a basso dosaggio riduce la proteinuria nei pazienti normotesi con nefropatia da immunoglobuline A

La terapia con losartan a basso dosaggio riduce la proteinuria nei pazienti normotesi con nefropatia da immunoglobuline A

Astratto Il presente studio è stato progettato per valutare gli effetti antiproteinurici di una bassa dose di un bloccante del recettore dell'angiotensina II, losartan, in pazienti normotesi con nefropatia da immunoglobuline A (IgA). Abbiamo effettuato uno studio prospettico e controllato sulla terapia con losartan (12, 5 mg / die) per valutare gli effetti sulla lieve proteinuria e sulla funzione renale.

Associazione di polimorfismi di SORBS1, GCK e WISP1 con ipertensione in individui giapponesi residenti in comunità

Associazione di polimorfismi di SORBS1, GCK e WISP1 con ipertensione in individui giapponesi residenti in comunità

Astratto Sebbene vari loci e geni siano stati implicati nella predisposizione all'ipertensione dalle analisi del legame genetico e dagli studi candidati sull'associazione genica, i geni che conferiscono suscettibilità a questa condizione rimangono da identificare definitivamente. Abbiamo ora esaminato le relazioni di 22 polimorfismi del gene candidato con la prevalenza di ipertensione e con la pressione sanguigna (BP) in uno studio di coorte longitudinale di 6 anni basato sulla popolazione e osservato relazioni significative di tre polimorfismi di SORBS1 , GCK e WISP1 con ipertensione.

Rivaroxaban contro warfarin in pazienti giapponesi con fibrillazione atriale non valvolare in relazione all'ipertensione: un'analisi sottogruppo dello studio J-ROCKET AF

Rivaroxaban contro warfarin in pazienti giapponesi con fibrillazione atriale non valvolare in relazione all'ipertensione: un'analisi sottogruppo dello studio J-ROCKET AF

Soggetti Fibrillazione atriale Terapia farmacologica Ipertensione Ictus Astratto La maggior parte dei pazienti arruolati nel rivaroxaban vs. warfarin in pazienti giapponesi con studio di fibrillazione atriale (J-ROCKET AF) presentava ipertensione. Nell'analisi di questo sottogruppo, abbiamo studiato le differenze nella sicurezza e nell'efficacia di rivaroxaban e warfarin in soggetti con e senza ipertensione

Misurazione della rigidità arteriosa regionale nei pazienti con malattia dell'arteria periferica: tecnologia innovativa

Misurazione della rigidità arteriosa regionale nei pazienti con malattia dell'arteria periferica: tecnologia innovativa

Soggetti Irrigidimento arterioso Aterosclerosi Diagnosi La misurazione di routine della velocità dell'onda del polso (PWV) ha reso la valutazione non invasiva della rigidità aortica una realtà, sia nella pratica clinica che in contesti di ricerca. Queste misurazioni di routine hanno anche rivelato che questa rigidità riflette accuratamente il contenuto di calcio aortico. 1

Effetto della malattia renale cronica sulle spese mediche individuali e della popolazione nella popolazione giapponese

Effetto della malattia renale cronica sulle spese mediche individuali e della popolazione nella popolazione giapponese

Astratto La malattia renale cronica (CKD) è associata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari (CVD) e può anche portare ad un aumento delle spese mediche. L'effetto del CKD sulle spese mediche individuali e della popolazione è stato esaminato in uno studio di coorte giapponese. Tra i partecipanti c'erano 4026 beneficiari dell'assicurazione sanitaria nazionale giapponese di età compresa tra 40 e 74 anni che vivevano in una città, che non avevano precedenti di CVD. Son

Terremoto e pressione sanguigna

Terremoto e pressione sanguigna

Lo stress è indotto da vari fattori ambientali. Sebbene gli umani si preparino allo stress regolando il loro ambiente fisiologico interno, l'eccesso di stress compromette l'omeostasi dell'individuo. I fattori ambientali che inducono stress sono noti come fattori di stress. Gli stress agiscono sugli individui come stress percepito, che varia in relazione alle differenze individuali (ad esempio, geni, sviluppo, esperienza).

Eplerenone nella malattia renale cronica: lo studio EVALUATE

Eplerenone nella malattia renale cronica: lo studio EVALUATE

Soggetti Malattia renale cronica Test clinici Ipertensione In questo numero di Hypertension Research , c'è una descrizione dello studio EVALUATE, la somministrazione dell'antagonista selettivo dei recettori dei mineralcorticoidi eplerenone in pazienti con ipertensione essenziale e alcune misure di insufficienza renale.

Variazione diurna della pressione arteriosa e prognosi cardiovascolare in uno studio comunitario di Ohasama, Giappone

Variazione diurna della pressione arteriosa e prognosi cardiovascolare in uno studio comunitario di Ohasama, Giappone

Soggetti Epidemiologia Ipertensione Prognosi Ictus Astratto L'introduzione del monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa (24 ore su 24) ha consentito la valutazione della PA in momenti specifici della giornata. Associazioni tra la variazione diurna della PA e la prognosi cardiovascolare sono state studiate nello studio di Ohasama, che è un'indagine epidemiologica sull'ipertensione che utilizza il monitoraggio ambulatoriale e della PA a casa che è in corso dal 1985 nella popolazione generale di Ohasama, una città situata nel nord del Giappone. U

Spese mediche per uomini con ipertensione e / o abitudine al fumo: uno studio di follow-up di 10 anni sull'assicurazione sanitaria nazionale a Shiga, Giappone

Spese mediche per uomini con ipertensione e / o abitudine al fumo: uno studio di follow-up di 10 anni sull'assicurazione sanitaria nazionale a Shiga, Giappone

Soggetti Economia Epidemiologia Ipertensione Psicologia Astratto L'ipertensione e il fumo sono le principali cause di disabilità e morte, soprattutto nella regione Asia-Pacifico, dove esiste un'alta prevalenza di una combinazione di questi due fattori di rischio. Abbiamo tentato di misurare le spese mediche di una popolazione maschile giapponese con ipertensione e / o abitudine al fumo durante un periodo di follow-up di 10 anni.

Le linee guida della Società giapponese di ipertensione per la gestione dell'ipertensione (JSH 2014)

Le linee guida della Società giapponese di ipertensione per la gestione dell'ipertensione (JSH 2014)

Kazuaki SHIMAMOTO, Katsuyuki ANDO, Toshiro FUJITA, Naoyuki HASEBE, Jitsuo HIGAKI, Masatsugu HORIUCHI, Yutaka IMAI, Tsutomu IMAIZUMI, Toshihiko ISHIMITSU, Masaaki ITO, Sadayoshi ITOHHI, Hiroshi KOHI, Hiroshi KOHI, Hiroshi KOHI, Hiroshi KOHI, Shokei KIM-MITSUYAMA, Genjiro KIMURA, Katsuhiko KOHARA, Issei KOMURO, Hiroo KUMAGAI, Hideo MATSUURA, Katsuyuki MIURA, Ryuichi MORISHITA, Mitsuhide NARUSE, Koichi NODE, Yusuke OHYAHIYUKI SHAKI, Hiromichi SUZUKI, Kouichi TAMURA, Norio TANAHASHI, Takuya TSUCHIHASHI, Makoto UCHIYAMA, Shinichiro UEDA, Satoshi UMEMURA, a nome del comitato della Società giapponese

Combinazione losartan / idroclorotiazide vs. losartan ad alte dosi in pazienti con ipertensione mattutina: uno studio multicentrico prospettico, randomizzato, in aperto, a gruppi paralleli, multicentrico

Combinazione losartan / idroclorotiazide vs. losartan ad alte dosi in pazienti con ipertensione mattutina: uno studio multicentrico prospettico, randomizzato, in aperto, a gruppi paralleli, multicentrico

Soggetti Farmacologia clinica Test clinici Terapia farmacologica combinata Ipertensione Astratto Il trattamento dell'ipertensione mattutina non è stato stabilito. Abbiamo confrontato l'efficacia e la sicurezza di una combinazione losartan / idroclorotiazide (HCTZ) e losartan ad alte dosi in pazienti con ipertensione mattutina.

Prostasina urinaria in soggetti normotesi: correlazione con il rapporto aldosterone / renina e sodio urinario

Prostasina urinaria in soggetti normotesi: correlazione con il rapporto aldosterone / renina e sodio urinario

Soggetti Terapie ormonali Ipertensione Rene Ormoni steroidei Astratto Prostasina, una proteasi serina con glicososfosfatidilinositolo (GPI), attiva il canale epiteliale del sodio (Na) (ENaC) e la prostasina viene rilasciata in fluidi extracellulari, compresa l'urina. Dati precedenti hanno suggerito un'associazione diretta tra prostasina urinaria e l'attivazione di una via guidata da aldosterone, ma un'associazione quantitativa non è mai stata dimostrata in soggetti normotesi.

Errato a: Effetti combinati di un coenzima 3-idrossi-3-metilglutarile A Inibitore della reduttasi e antagonista del recettore dell'angiotensina II su biodisponibilità dell'ossido nitrico e cambiamento aterosclerotico nell'infarto del miocardio: incline Watanabe ereditabili conigli iperlipidemici

Errato a: Effetti combinati di un coenzima 3-idrossi-3-metilglutarile A Inibitore della reduttasi e antagonista del recettore dell'angiotensina II su biodisponibilità dell'ossido nitrico e cambiamento aterosclerotico nell'infarto del miocardio: incline Watanabe ereditabili conigli iperlipidemici

L'articolo originale è stato pubblicato il 01 giugno 2008 autori Cerca Toshio Imanishi in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Hideyuki Ikejima in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Atsushi Tsujioka in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Akio Kuroi in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Katsunobu Kobayashi in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Masashi Shiomi in: Riviste di ricerca sulla natura • PubMed • Google Scholar Cerca Yasuteru Muragaki in:

La variabilità da visita a visita della pressione arteriosa sistolica è un nuovo fattore di rischio per la progressione della calcificazione delle arterie coronarie

La variabilità da visita a visita della pressione arteriosa sistolica è un nuovo fattore di rischio per la progressione della calcificazione delle arterie coronarie

Soggetti Calcificazione Ipertensione Fattori di rischio Astratto Studi recenti hanno suggerito che la variabilità della pressione arteriosa sistolica (SBP) è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari (CVD). Lo scopo di questo studio era di studiare la relazione tra la variabilità della SBP e la progressione della calcificazione delle arterie coronarie (CAC), che è un marcatore utile per la CVD. Ab

Impatto potenziale degli inibitori del sistema renina-angiotensina e dei bloccanti dei canali del calcio sui livelli plasmatici di adiponectina ad alto peso molecolare nei pazienti in emodialisi

Impatto potenziale degli inibitori del sistema renina-angiotensina e dei bloccanti dei canali del calcio sui livelli plasmatici di adiponectina ad alto peso molecolare nei pazienti in emodialisi

Soggetti Malattia cardiovascolare Terapia farmacologica Emodialisi Ormoni peptidici Astratto Sebbene la sindrome metabolica presenti un aumento del rischio di malattie cardiovascolari nella popolazione generale, poco si sa circa l'alterazione dell'adiposità addominale e la sua associazione con adipocitochine nei pazienti in emodialisi.

Capitolo 11. Ipertensione nei bambini

Capitolo 11. Ipertensione nei bambini

Soggetti Ipertensione Pediatria PUNTO 11 Nei bambini, l'ipertensione deve essere valutata in relazione all'età e al sesso. (Grado di raccomandazione: C1, Livello di evidenza: IVb) Un marcato aumento della pressione sanguigna dovrebbe essere differenziato dall'ipertensione secondaria. (Grado di raccomandazione: C1, Livello di evidenza: IVb) Poiché l'ipertensione essenziale nei bambini può insorgere nell'ipertensione essenziale dell'adulto, le modifiche allo stile di vita dovrebbero essere eseguite principalmente. (

Il metilenetetraidrofolato reduttasi C677T e il glutatione S-transferasi P1 A313G sono associati a un rischio ridotto di preeclampsia nelle donne Maya-Mestizo

Il metilenetetraidrofolato reduttasi C677T e il glutatione S-transferasi P1 A313G sono associati a un rischio ridotto di preeclampsia nelle donne Maya-Mestizo

Astratto La preeclampsia, una complicanza comune della gravidanza, è caratterizzata da elevata pressione sanguigna e proteinuria che si sviluppano dopo 20 settimane di gestazione. Si ritiene che la suscettibilità a questa sindrome abbia una componente genetica. Lo scopo di questo studio era di indagare se i polimorfismi A313G del 5, 10-metilenetetraidrofolato reduttasi ( MTHFR ) C677T e glutatione S - transferasi P1 ( GSTP1 ) siano associati alla preeclampsia nelle donne Maya-Mestizo.

Terapia con solfato di magnesio nella preeclampsia: un vecchio strumento con un nuovo meccanismo di azione e prospettiva nella gestione e nella profilassi

Terapia con solfato di magnesio nella preeclampsia: un vecchio strumento con un nuovo meccanismo di azione e prospettiva nella gestione e nella profilassi

Soggetti Meccanismo di azione patogenesi Pre-eclampsia terapeutica Astratto Un equilibrio disturbato tra fattori di crescita angiogenici e antiangiogenici è un meccanismo ampiamente accettato nella patogenesi dell'ipertensione e della proteinuria indotte dalla gravidanza, che è clinicamente nota come preeclampsia (PE).

L'allenamento delle vibrazioni su tutto il corpo riduce la rigidità arteriosa, la pressione sanguigna e l'equilibrio simpatico-vaginale nelle giovani donne in sovrappeso / obese

L'allenamento delle vibrazioni su tutto il corpo riduce la rigidità arteriosa, la pressione sanguigna e l'equilibrio simpatico-vaginale nelle giovani donne in sovrappeso / obese

Soggetti Irrigidimento arterioso Ipertensione Modifica dello stile di vita Obesità Astratto L'obesità è associata a disfunzione cardiovascolare precoce e ridotta forza muscolare. L'allenamento con vibrazioni a corpo intero (WBV) può migliorare la funzione arteriosa e la forza muscolare. Gli effetti dell'allenamento del WBV sulla rigidità arteriosa (velocità dell'onda del polso della caviglia-brachiale, baPWV), riflessione delle onde (indice di aumento, AIx), pressione sanguigna sistolica brachiale (bSBP), pressione sanguigna sistolica aortica (aSBP), variabilità della frequenza

Associazione tra controllo della pressione arteriosa in pazienti anziani con ipertensione, struttura e funzione atriale sinistra e fibrillazione atriale di nuova insorgenza: uno studio prospettico di 2 anni su 234 pazienti

Associazione tra controllo della pressione arteriosa in pazienti anziani con ipertensione, struttura e funzione atriale sinistra e fibrillazione atriale di nuova insorgenza: uno studio prospettico di 2 anni su 234 pazienti

Soggetti Fibrillazione atriale Biologia cardiovascolare Geriatria Ipertensione Astratto Abbiamo valutato l'ipotesi che la terapia di fioritura della pressione sanguigna (BP) abbia un effetto benefico sulla struttura e sulla funzione atriale sinistra (LA) e possa ridurre l'incidenza della fibrillazione atriale di nuova insorgenza (AF) nei pazienti anziani con ipertensione (HTN)

I cambiamenti nell'acido urico sierico hanno un effetto reciproco sul cambiamento di eGFR: uno studio di follow-up di 10 anni sullo screening basato sulla comunità ad Okinawa, in Giappone

I cambiamenti nell'acido urico sierico hanno un effetto reciproco sul cambiamento di eGFR: uno studio di follow-up di 10 anni sullo screening basato sulla comunità ad Okinawa, in Giappone

Soggetti Malattia renale cronica Ipertensione Screening della popolazione Fattori di rischio Astratto L'iperuricemia è comune tra i pazienti con ipertensione e sindrome metabolica e pertanto può essere una causa o il risultato di queste condizioni di comorbidità. Pochi studi, tuttavia, hanno esaminato la relazione tra la presenza-assenza di iperuricemia e i cambiamenti nella stima della velocità di filtrazione glomerulare (eGFR) utilizzando l'ampia coorte della popolazione generale. Ab

La pressione sanguigna target ottimale per il trattamento antiipertensivo nei pazienti anziani giapponesi con ipertensione ad alto rischio: una sottoanalisi della valutazione di sopravvivenza antiipertensiva Candesartan in Giappone (CASE-J)

La pressione sanguigna target ottimale per il trattamento antiipertensivo nei pazienti anziani giapponesi con ipertensione ad alto rischio: una sottoanalisi della valutazione di sopravvivenza antiipertensiva Candesartan in Giappone (CASE-J)

Astratto Per i pazienti ipertesi, è stato raccomandato di scegliere le strategie di trattamento antiipertensivo in base alle condizioni e all'età dei pazienti. In questa sottoanalisi dello studio Candesartan Antihypertensive Survival Assessment in Japan (CASE-J), abbiamo mirato a confrontare gli effetti di candesartan e amlodipina sulla mortalità cardiovascolare e sulla morbilità nei pazienti anziani giapponesi con ipertensione ad alto rischio e per determinare il loro obiettivo ottimale pressione sanguigna (BP). L&

Iperglicemia postprandiale e iperinsulinemia associate a arterio-arteriolosclerosi renale nella malattia renale cronica

Iperglicemia postprandiale e iperinsulinemia associate a arterio-arteriolosclerosi renale nella malattia renale cronica

Soggetti Malattia renale cronica Ipertensione Stenosi dell'arteria renale Astratto L'ipertensione ha una funzione importante nella formazione dell'arterio-arteriolosclerosi renale. Tuttavia, l'arterio-arteriolosclerosi renale si trova talvolta in campioni di biopsia di pazienti normotesi, il che indica che fattori sconosciuti possono contribuire all'arterio-arteriolosclerosi renale

Analisi qualitative e quantitative del recettore (pro) della renina nel mezzo di cellule endoteliali della vena ombelicale umana in coltura

Analisi qualitative e quantitative del recettore (pro) della renina nel mezzo di cellule endoteliali della vena ombelicale umana in coltura

Soggetti ELISA Astratto Una proteina 30 kDa nel mezzo di cellule endoteliali della vena ombelicale umana (HUVECs) coltivate è stata identificata come recettore (pro) della renina, (P) RR, mediante analisi Western Blot usando anticorpi anti-umani (P) RR. Prorenina umana ricombinante legata alle proteine ​​con un K D di 4, 0 nmol l-1 e prorenina attivata. Que

Effetti di Telmisartan e Losartan sulla resistenza all'insulina nei pazienti ipertesi con sindrome metabolica

Effetti di Telmisartan e Losartan sulla resistenza all'insulina nei pazienti ipertesi con sindrome metabolica

Astratto È noto che gli agonisti del recettore γ (PPAR-γ) attivato dal proliferatore parziale del perossisoma riducono la resistenza all'insulina. Studi sperimentali hanno dimostrato che il telmisartan bloccante il recettore dell'angiotensina di tipo 1 (ARB) ha una proprietà di attivazione PPAR-γ, ma non sembra esserci un effetto di classe. Per

Disfunzione endoteliale e ipertensione nell'invecchiamento

Disfunzione endoteliale e ipertensione nell'invecchiamento

Soggetti Invecchiamento Ipertensione Metabolismo Malattie vascolari Astratto L'ipertensione è una delle malattie comuni negli anziani. La prevalenza dell'ipertensione aumenta notevolmente con l'avanzare dell'età. Sia l'invecchiamento che l'ipertensione hanno un ruolo critico nelle complicanze cardiovascolari e cerebrovascolari.

Comprendiamo la relazione tra rimodellamento strutturale ventricolare sinistro e ictus nell'ipertensione arteriosa?

Comprendiamo la relazione tra rimodellamento strutturale ventricolare sinistro e ictus nell'ipertensione arteriosa?

Soggetti Ipertrofia cardiaca Ipertensione Meccanismi di malattia Ictus Ipertrofia ventricolare sinistra e ictus L'ipertrofia ventricolare sinistra (LVH) è un noto fattore di rischio cardiovascolare. Due decenni fa, i risultati dello studio di Framingham hanno rivelato la relazione tra massa ventricolare sinistra e rischio di ictus negli anziani.

Normotensione, variabilità della pressione arteriosa e danno agli organi bersaglio precoci

Normotensione, variabilità della pressione arteriosa e danno agli organi bersaglio precoci

Soggetti Ipertensione Prognosi L'ipertensione arteriosa è un'importante sfida per la salute pubblica. Nel 2001, quasi 8 milioni di decessi prematuri, il 54% dei casi di ictus e il 47% dei casi di cardiopatia ischemica erano attribuibili all'ipertensione (BP, > 115 mm Hg sistolica) nel 2001.

Relazione tra stress ossidativo e ipertensione essenziale

Relazione tra stress ossidativo e ipertensione essenziale

Astratto Questo studio ha studiato l'associazione della pressione arteriosa con i parametri legati allo stress ossidativo nel sangue in soggetti normotesi e ipertesi. Un disegno in sezione trasversale è stato applicato a 31 pazienti ipertesi e 35 soggetti normotesi sani. Tutti i soggetti erano uomini di età compresa tra 35 e 60 anni.

L'aumento della renina durante l'inibizione della renina: provoca effetti dannosi per il recettore (pro) della renina?

L'aumento della renina durante l'inibizione della renina: provoca effetti dannosi per il recettore (pro) della renina?

Astratto Gli inibitori della renina, simili a tutti i bloccanti del sistema renina-angiotensina (RAS), aumentano la concentrazione plasmatica di renina perché attenuano l'effetto di feedback negativo dell'angiotensina (Ang) II sul rilascio di renina. L'aumento della renina è stato suggerito di essere superiore a quello durante altri tipi di blocco RAS.

Polimorfismo dell'α-adducina Gly460Trp e rischio essenziale di ipertensione in cinese: una meta-analisi

Polimorfismo dell'α-adducina Gly460Trp e rischio essenziale di ipertensione in cinese: una meta-analisi

Soggetti Epidemiologia Variazione genetica Ipertensione Astratto In Cina non è stato raggiunto un chiaro consenso sul polimorfismo dell'α-adducina (Gly460Trp) e sul rischio di ipertensione essenziale (EH). Abbiamo condotto una meta-analisi nel tentativo di esplorare sistematicamente la possibile associazione.

L'interazione del potenziale recettore transitorio della melastatina 7 con i macrofagi promuove il rimodellamento avventiziale vascolare nei ratti di costrizione aortica trasversa

L'interazione del potenziale recettore transitorio della melastatina 7 con i macrofagi promuove il rimodellamento avventiziale vascolare nei ratti di costrizione aortica trasversa

Soggetti I macrofagi Canali potenziali del recettore transitorio Malattie vascolari Astratto Il potenziale recettore transitorio di melastatina 7 (TRPM7), un nuovo canale chinasi, è stato recentemente identificato nella vascolarizzazione. Tuttavia, la sua regolazione e funzione nelle malattie vascolari rimangono scarsamente comprese.

Regolazione di un nuovo precursore dell'angiotensina II, proangiotensina-12, nei tessuti mediante blocco del sistema renina-angiotensina

Regolazione di un nuovo precursore dell'angiotensina II, proangiotensina-12, nei tessuti mediante blocco del sistema renina-angiotensina

È noto che il sistema renina-angiotensina (RAS) svolge un ruolo importante nel controllo della pressione sanguigna e nella regolazione degli elettroliti e dell'omeostasi dei fluidi corporei. 1 Precedenti studi hanno dimostrato che la renina e l'angiotensinogeno (AGT), il precursore dell'angiotensina (Ang) II, sono espressi in più tessuti.

Espressione genica ipotalamica nei ratti maschi con carenza di PUFA ω-3 prima e dopo lo sviluppo dell'ipertensione

Espressione genica ipotalamica nei ratti maschi con carenza di PUFA ω-3 prima e dopo lo sviluppo dell'ipertensione

Astratto La carenza dietetica di acidi grassi ω-3 (ω-3 DEF) produce ipertensione in età avanzata. Questo studio ha esaminato l'effetto del DEF ω-3 sulla pressione sanguigna e sull'espressione genica ipotalamica nei giovani ratti, prima dello sviluppo dell'ipertensione, e nei ratti più anziani in seguito all'insorgenza dell'ipertensione. Gli

Un confronto tra i valori della pressione arteriosa centrale ottenuti dal sistema Gaon e dal sistema SphygmoCor

Un confronto tra i valori della pressione arteriosa centrale ottenuti dal sistema Gaon e dal sistema SphygmoCor

Soggetti Diagnosi Ipertensione L'articolo originale è stato pubblicato l'8 dicembre 2011 Correzione a : Hypertension Research (2012) 35 , 329–333; doi: 10.1038 / hr.2011.192; pubblicato online l'8 dicembre 2011 Dalla pubblicazione di questo articolo, è stato notato l'errore nelle informazioni sull'autore corrispondente. Gl

Valutazione di un nuovo immunodosaggio elettrochemiluminescente automatizzato per i livelli plasmatici di sFlt-1 e PlGF in donne con preeclampsia

Valutazione di un nuovo immunodosaggio elettrochemiluminescente automatizzato per i livelli plasmatici di sFlt-1 e PlGF in donne con preeclampsia

Soggetti Marker diagnostici Tecniche immunologiche Pre-eclampsia Astratto Recentemente sono stati introdotti i primi test immunologici automatici commerciali specifici per la tirosina chinasi 1 simile a fms solubile (sFlt-1) e il fattore di crescita placentare (PlGF) (Elecsys sFlt-1 e Elecsys PlGF, rispettivamente)

Attività nervosa simpatica e funzione endoteliale

Attività nervosa simpatica e funzione endoteliale

Soggetti Sistema nervoso autonomo Malattia cardiovascolare Diagnosi Differenze metodologiche nei test per la funzione endoteliale La funzione endoteliale ha una variabilità biologica intrinseca, a differenza di altri test vascolari per misurare la struttura della parete del vaso (Tabella 1). Pertanto, la disfunzione endoteliale, caratterizzata dalla perdita di biodisponibilità dell'ossido nitrico (NO), è il componente chiave nella patogenesi dell'aterosclerosi e ha un valore prognostico nei pazienti con aterosclerosi che sono anche ad alto rischio cardiovascolare. 1

Tendenze legate all'età dei livelli di pressione arteriosa da parte del genotipo E dell'apolipoproteina: lo studio di coorte di Bambuì sull'invecchiamento (1997-2008)

Tendenze legate all'età dei livelli di pressione arteriosa da parte del genotipo E dell'apolipoproteina: lo studio di coorte di Bambuì sull'invecchiamento (1997-2008)

Soggetti Epidemiologia Geriatria Ipertensione Astratto Il ruolo dei polimorfismi dell'apolipoproteina E (apoE) nella regolazione della pressione arteriosa (BP) non è ancora chiaro. Lo scopo di questo studio era di esaminare i cambiamenti longitudinali nei livelli di BP da parte di genotipi apoE in una coorte prospettica basata sulla popolazione di soggetti anziani ed esplorare le interazioni con lipidi plasmatici e acido urico.

Ruoli del sistema centrale renina-angiotensina e nervo renale afferente nel controllo dell'emodinamica sistemica nei ratti

Ruoli del sistema centrale renina-angiotensina e nervo renale afferente nel controllo dell'emodinamica sistemica nei ratti

Soggetti Biologia cardiovascolare Ipertensione Rene Sistema nervoso Astratto I nervi renali afferenti (ARN) trasmettono segnali generati da cambiamenti fisiologici nel rene al sistema nervoso centrale. Lo scopo di questo studio era determinare se gli ARN contribuiscono alla regolazione cardiovascolare attraverso percorsi dipendenti dal sistema renina-angiotensina centrale (RAS)

Retrazione: effetto del trattamento continuo positivo della pressione delle vie aeree nasali sui livelli plasmatici di adrenomedullina nei pazienti con sindrome ostruttiva apnea notturna: ruoli di ipossia notturna e stress ossidante

Retrazione: effetto del trattamento continuo positivo della pressione delle vie aeree nasali sui livelli plasmatici di adrenomedullina nei pazienti con sindrome ostruttiva apnea notturna: ruoli di ipossia notturna e stress ossidante

L'articolo originale è stato pubblicato il 01 novembre 2007 Astratto Hiroshi Yamamoto, Shinji Teramoto, Yasuhiro Yamaguchi, Yasuyoshi Ouchi: effetto del trattamento della pressione nasale continua positiva per via respiratoria sui livelli plasmatici di adrenomedullina in pazienti con sindrome da apnea notturna ostruttiva: ruoli di ipossia notturna e stress ossidativo.

Capitolo 1. Epidemiologia dell'ipertensione

Capitolo 1. Epidemiologia dell'ipertensione

Soggetti Epidemiologia Ipertensione PUNTO 1 Il numero di pazienti ipertesi in Giappone è stimato a ∼ 43 milioni (Livello di evidenza: E-III). Malattie cardiovascolari / ictus / infarto del miocardio / malattie renali croniche morbilità e rischi di mortalità aumentano con l'aumento della pressione arteriosa oltre i livelli ottimali di pressione sanguigna (pressione sistolica: <120 mm Hg; e pressione diastolica: <80 mm Hg; Livello di evidenza: E- Ia). Il

La CRP induce l'ipertensione nei modelli animali: l'homo sapiens dice NO

La CRP induce l'ipertensione nei modelli animali: l'homo sapiens dice NO

Soggetti Modelli di malattie animali Proteine ​​del sangue Ipertensione patogenesi La proteina C-reattiva (CRP) è un marker prototipo dell'infiammazione a valle. Dati recenti hanno suggerito che la CRP è un indicatore di rischio indipendente per le malattie cardiovascolari. Inoltre, numerose linee di evidenza supportano la tesi secondo cui la CRP potrebbe partecipare all'aterotrombosi. 1 In

La distanza di sei minuti a piedi è un indicatore della capacità funzionale correlata all'emodinamica nell'ipertensione: uno studio caso-controllo

La distanza di sei minuti a piedi è un indicatore della capacità funzionale correlata all'emodinamica nell'ipertensione: uno studio caso-controllo

Soggetti Ipertensione terapeutica Astratto Questo studio ha studiato l'associazione tra le variabili emodinamiche e la distanza a piedi di 6 minuti (6MWD) negli adulti con e senza ipertensione e ha esplorato il ruolo delle variabili emodinamiche come predittori di 6MWD. I pazienti sottoposti a terapia farmacologica antiipertensiva ( n = 41) e soggetti sani abbinati al sesso ( n = 41) sono stati valutati per il loro stato clinico e fattori di rischio cardiovascolare

Cisti broncogenica retroperitoneale: un raro incidentaloma scoperto in un paziente iperteso giovanile

Cisti broncogenica retroperitoneale: un raro incidentaloma scoperto in un paziente iperteso giovanile

Soggetti Tumori surrenali Diagnosi Ipertensione Le cisti broncogene sono scoperte per caso dall'esame radiologico o durante le procedure chirurgiche. I sintomi sono generalmente correlati a un'ostruzione della via tracheobronchiale e / o infezione secondaria o emorragia. Queste cisti si verificano più comunemente nelle aree subcarinale e paraorenale nel mediastino.