Diario internazionale dell'obesità (Aprile 2020)

Numero di cellule progenitrici endoteliali e capacità di formazione di colonie in adulti sovrappeso e obesi

Numero di cellule progenitrici endoteliali e capacità di formazione di colonie in adulti sovrappeso e obesi

Astratto Obbiettivo: Per indagare se l'adiposità influenza il numero di cellule progenitrici endoteliali (EPC) e la capacità di formare colonie. Design: Studio trasversale del normale peso, sovrappeso e obesi adulti umani. partecipanti: Sessantasette adulti sedentari (di età compresa tra 45 e 65 anni): 25 di peso normale (indice di massa corporea (BMI) 25 kg / m 2 ; 12 maschi / 13 femmine); 18 sovrappeso (BMI = 25–29, 9 kg / m 2 ; 12 maschi / 6 femmine); e 24 obesi (BMI 30 kg / m 2 ; 18 maschi / 6 femmine). Tutti i

Le varianti del gene alfa del recettore ormonale tiroideo aumentano il rischio di sviluppare l'obesità e mostrano interazioni gene-dieta

Le varianti del gene alfa del recettore ormonale tiroideo aumentano il rischio di sviluppare l'obesità e mostrano interazioni gene-dieta

Soggetti Genetica delle malattie Recettori ormonali Obesità Astratto Obbiettivo: La resistenza al recettore beta dell'ormone tiroideo è stata associata a tratti metabolici. Il sequenziamento del gene THRA di una donna obesa (caso indice) che si è presentato come resistenza empirica del recettore-α (THRA) dell'ormone tiroideo, ha rivelato un polimorfismo (rs12939700) in una regione critica coinvolta nell'elaborazione alternativa di TRα. Des

Indice di massa corporea rispetto alla circonferenza della vita come predittori di mortalità negli adulti canadesi

Indice di massa corporea rispetto alla circonferenza della vita come predittori di mortalità negli adulti canadesi

Soggetti Cancro Malattia cardiovascolare Epidemiologia Obesità Astratto Sfondo: Un elevato indice di massa corporea (BMI) e la circonferenza della vita (WC) sono associati ad un aumentato rischio di mortalità, ma non è chiaro quale misurazione antropometrica si riferisca maggiormente alla mortalità. Ab

Qual è il deficit energetico richiesto per perdita di peso unitaria?

Qual è il deficit energetico richiesto per perdita di peso unitaria?

Astratto Una delle regole di perdita di peso più pervasive è che è richiesto un deficit energetico cumulativo di 3500 kcal per chilo di perdita di peso corporeo, o equivalentemente 32, 2 MJ kg −1 . In quali condizioni è opportuno utilizzare questa regola empirica e quali sono i fattori che determinano il deficit energetico cumulativo richiesto per perdita di peso unitaria? Qui,

Il programma di intervento orientato alla comunità IDEFICS: un nuovo modello per la prevenzione dell'obesità infantile in Europa?

Il programma di intervento orientato alla comunità IDEFICS: un nuovo modello per la prevenzione dell'obesità infantile in Europa?

Soggetti Epidemiologia Modifica dello stile di vita Obesità Pediatria Astratto Contesto e obiettivi: L'Unione europea, così come altre parti del mondo, deve affrontare una grande sfida di aumento dell'incidenza di sovrappeso / obesità. In particolare, l'aumento dell'obesità infantile dà origine a un forte imperativo per un'azione immediata. Tut

Obesità e ADHD

Obesità e ADHD

Vi sono prove crescenti che dimostrano che esiste un legame tra la predisposizione all'obesità e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). 1 Nel numero di marzo di questo diario, Levy et al. 2 dati riportati che forniscono un supporto significativo a questa associazione. In effetti, hanno dimostrato che soggetti refrattari gravemente obesi e dimagranti con diagnosi di ADHD hanno perso peso dopo un trattamento di farmacoterapia con ADHD.

Breve durata del sonno in associazione con aree adipose del grasso scansionate con TC: lo studio Hitachi sulla salute

Breve durata del sonno in associazione con aree adipose del grasso scansionate con TC: lo studio Hitachi sulla salute

Soggetti Obesità patogenesi Privazione del sonno Astratto OBBIETTIVO: Per esaminare la relazione tra breve durata del sonno e indice di massa corporea (BMI), circonferenza della vita (WC), area grassa viscerale (VFA) e area grassa sottocutanea (SFA) tra una popolazione attiva in Giappone. DESIGN: Studio trasversale basato su centri sanitari.

Analisi di varianti e mutazioni del gene FOXA3 dell'elica alata umana e associazioni con tratti metabolici

Analisi di varianti e mutazioni del gene FOXA3 dell'elica alata umana e associazioni con tratti metabolici

Soggetti Biologia cellulare Malattie Astratto Background / Obiettivi: Il fattore forkhead Foxa3 è coinvolto nei primi eventi trascrizionali che controllano la differenziazione degli adipociti e svolge una funzione critica nell'espansione del deposito di grasso in risposta a regimi dietetici ricchi di grassi e durante l'invecchiamento nei topi.

Azione aggiuntiva di inibizione dell'11β-HSD1 e agonismo PPAR-γ sulla steatosi epatica e sulla trigliceridemia nei ratti obesi indotti dalla dieta

Azione aggiuntiva di inibizione dell'11β-HSD1 e agonismo PPAR-γ sulla steatosi epatica e sulla trigliceridemia nei ratti obesi indotti dalla dieta

Astratto Sia l'inibizione dell'11β-idrossisteroide deidrogenasi (11β-HSD1) sia l'agonismo del recettore-γ (PPAR-γ) attivato dal proliferatore del perossisoma riducono i lipidi del fegato e del plasma nei roditori attraverso meccanismi parzialmente distinti. Questo studio mirava a valutare la loro additività d'azione sui lipidi del fegato e del plasma in un modello di steatosi indotta dalla dieta. I r

Importanza della ricompensa e dei circuiti prefrontali nella fame e nella sazietà: sindrome di Prader-Willi vs semplice obesità

Importanza della ricompensa e dei circuiti prefrontali nella fame e nella sazietà: sindrome di Prader-Willi vs semplice obesità

Astratto Sfondo: La maggior parte della ricerca sull'obesità (OB) si è concentrata principalmente sulle caratteristiche cliniche (comportamento alimentare, misure di adiposità) o sui peptidi regolatori dell'appetito periferici (leptina, grelina). Tuttavia, recenti studi di neuroimaging funzionale hanno dimostrato che anche alcune regioni di circuiti di ricompensa associate agli ormoni regolatori dell'appetito sono coinvolte nello sviluppo e nel mantenimento dell'OB. L

La chirurgia di bypass gastrico Roux-en-Y modifica la ricompensa alimentare nei ratti

La chirurgia di bypass gastrico Roux-en-Y modifica la ricompensa alimentare nei ratti

Soggetti Chirurgia bariatrica Comportamento alimentare Obesità Astratto Contesto: La chirurgia di bypass gastrico Roux-en-Y (RYGB) è attualmente il trattamento più efficace per l'obesità patologica e studi clinici suggeriscono che i pazienti con RYGB cambiano le preferenze alimentari e il desiderio di mangiare. Ob

Elevata qualità del sonno e mRNA del recettore dell'orexina nei ratti resistenti all'obesità

Elevata qualità del sonno e mRNA del recettore dell'orexina nei ratti resistenti all'obesità

Soggetti Ritmi circadiani e sonno Espressione genica Obesità Astratto Obbiettivo: Per determinare se la resistenza all'aumento di peso è associata ad alterazioni degli stati sonno-veglia e all'espressione genica del recettore dell'orexina. Design: I ratti Sprague-Dawley (SD) sensibili all'obesità di tre mesi e resistenti all'obesità (OR) sono stati nutriti con cibo standard per roditori. Il

Sviluppo e valutazione di un metodo di richiamo dietetico informatizzato 24 ore su 24 per adolescenti in Europa

Sviluppo e valutazione di un metodo di richiamo dietetico informatizzato 24 ore su 24 per adolescenti in Europa

Astratto Obbiettivo: Descrivere lo sviluppo di un metodo informatizzato europeo di richiamo dietetico 24 ore su 24 per gli adolescenti e indagare sulla fattibilità dell'autosomministrazione (relazione personale) in confronto con la somministrazione da parte di un dietista (intervista). metodi: Duecentotrentasei adolescenti (età media 14, 6 anni (sd = 1, 7)) di otto città europee hanno completato il richiamo di 24 ore (Young Adolescents Nutrition Assessment on Computer (YANA-C)) due volte (una volta per auto-relazione e una volta per intervista). r

Rapporto costo-efficacia dei trattamenti farmacologici anti-obesità: una revisione sistematica

Rapporto costo-efficacia dei trattamenti farmacologici anti-obesità: una revisione sistematica

Astratto Scopo: Riesaminare le valutazioni economiche dei farmaci dimagranti e confrontare i rapporti di costo-efficacia incrementali riportati (ICER). metodi: È stata condotta una ricerca bibliografica per analisi costi-efficacia (CEA) e analisi costi-utilità (CUA) di sibutramina, orlistat e rimonabant.

Schermo di mutazione del gene SIM1 in pazienti pediatrici con obesità ad esordio precoce

Schermo di mutazione del gene SIM1 in pazienti pediatrici con obesità ad esordio precoce

Soggetti Genetica delle malattie Obesità Pediatria Astratto Sfondo: Il fattore di trascrizione SIM1 (Single-minded 1) è coinvolto nel controllo dell'assunzione di cibo e nella patogenesi dell'obesità. Nei topi, Sim1 è coinvolto nello sviluppo del nucleo paraventricolare e la carenza di Sim1 porta a grave obesità e iperfagia. Nel

La sindrome metabolica e il rischio cardiovascolare: implicazioni per la pratica clinica

La sindrome metabolica e il rischio cardiovascolare: implicazioni per la pratica clinica

Astratto Obbiettivo: L'importanza clinica della sindrome metabolica (MeS) è confusa dall'esistenza di almeno tre diverse definizioni proposte da importanti organizzazioni e dalla mancanza di informazioni sul valore prognostico della diagnosi di una persona che ha la sindrome secondo una qualsiasi delle definizioni.

AMPK: un regolatore chiave del bilancio energetico nella singola cellula e nell'intero organismo

AMPK: un regolatore chiave del bilancio energetico nella singola cellula e nell'intero organismo

Astratto Il sistema di proteina chinasi attivata da AMP (AMPK) è un attore chiave nella regolazione del bilancio energetico sia a livello cellulare che a livello di tutto il corpo, collocandolo al centro della scena negli studi sull'obesità, sul diabete e sulla sindrome metabolica. È attivato in risposta a stress metabolici come la contrazione muscolare o l'ipossia e modulato da ormoni e citochine che influenzano l'equilibrio energetico di tutto il corpo come leptina, adiponectina, resistina, grelina e cannabinoidi. U

L'infiammazione associata alla lipomatosi e l'eccesso di collagene possono contribuire a ridurre il dispendio energetico relativo a riposo relativo nelle donne con adiposi dolorosa

L'infiammazione associata alla lipomatosi e l'eccesso di collagene possono contribuire a ridurre il dispendio energetico relativo a riposo relativo nelle donne con adiposi dolorosa

Astratto Sfondo: L'adiposi dolorosa (AD) è una sindrome di individui obesi e non obesi il cui segno distintivo è la lipomatosi: masse grasse dolorose non incapsulate nel grasso sottocutaneo. La lipomatosi può contenere un eccesso di collagene e cellule giganti multi-nucleate (MNG). Casi clinici suggeriscono difetti metabolici nell'AD. o

Valutazione del questionario sulle abitudini alimentari dei bambini utilizzato nello studio IDEFICS correlando le frequenze di consumo di calcio urinario e potassio tra i bambini europei

Valutazione del questionario sulle abitudini alimentari dei bambini utilizzato nello studio IDEFICS correlando le frequenze di consumo di calcio urinario e potassio tra i bambini europei

Soggetti Epidemiologia Comportamento alimentare Obesità Pediatria Astratto Sfondo: Misurare l'assunzione dietetica nei bambini è notoriamente difficile. Pertanto, è fondamentale valutare le prestazioni dei metodi di valutazione dell'assunzione alimentare nei bambini. Dato l'importante contributo del consumo di latte alle assunzioni di calcio (Ca) e potassio (K), le escrezioni di calcio urinario (UCa) e potassio (Regno Unito) nei campioni di urine spot potrebbero essere utilizzate per stimare le correlazioni con le frequenze di consumo del latte. O

Validità della bioimpedenza da gamba a gamba per stimare i cambiamenti del grasso corporeo durante la perdita di peso e riguadagnare le donne in sovrappeso: un confronto con i modelli multi-compartimenti

Validità della bioimpedenza da gamba a gamba per stimare i cambiamenti del grasso corporeo durante la perdita di peso e riguadagnare le donne in sovrappeso: un confronto con i modelli multi-compartimenti

Astratto obiettivi: Per studiare i cambiamenti nella composizione corporea e la validità del metodo di bioimpedenza da gamba a gamba (LTL) per misurare il grasso corporeo durante la perdita di peso attiva (WL) e il recupero del peso (WR). Design: Intervento longitudinale di perdita di peso di 12 settimane (3, 3-3, 8 MJ / giorno) e successivo follow-up a 1 anno.

Modulazione del licenziamento indotto da cue di neuroni dopaminici dell'area tegmentale ventrale da leptina e grelina

Modulazione del licenziamento indotto da cue di neuroni dopaminici dell'area tegmentale ventrale da leptina e grelina

Soggetti Segnalazione cellulare Comportamento alimentare Metabolismo Mesencefalo Ricompensa Astratto Background / obiettivi: Il valore gratificante degli alimenti appetibili contribuisce al consumo eccessivo, anche nei soggetti sazi. L'attività dopaminergica del mesencefalo in risposta a stimoli ambientali che prevedono la ricompensa guida la ricerca della ricompensa e un comportamento motivato per i premi alimentari.

Il ruolo dell'acido linoleico coniugato nel ridurre il grasso corporeo e prevenire l'aumento di peso durante le vacanze

Il ruolo dell'acido linoleico coniugato nel ridurre il grasso corporeo e prevenire l'aumento di peso durante le vacanze

Astratto Obbiettivo: L'incidenza di obesità e sovrappeso negli Stati Uniti è aumentata considerevolmente negli ultimi due decenni e attualmente colpisce il 65% della popolazione adulta. La ricerca ha indicato che piccoli, ma irreversibili, guadagni durante le festività natalizie contribuiscono ad aumentare di peso durante l'età adulta. L&

Lo zinco-α2-glicoproteina è coinvolto nella regolazione del peso corporeo attraverso l'inibizione degli enzimi lipogenici nel tessuto adiposo

Lo zinco-α2-glicoproteina è coinvolto nella regolazione del peso corporeo attraverso l'inibizione degli enzimi lipogenici nel tessuto adiposo

Astratto Contesto: È stato scoperto che lo zinco-α2-glicoproteina (ZAG) influenza la lipolisi nel tessuto adiposo ed è stato recentemente proposto come fattore candidato nella regolazione del peso corporeo. Obbiettivo: Per chiarire l'associazione del livello sierico di ZAG con il peso corporeo e la percentuale di grasso corporeo in soggetti obesi normali e obesi indotti da dieta ricca di grassi (HFD). D

Le cadute delle politiche incentrate sull'IMC

Le cadute delle politiche incentrate sull'IMC

Soggetti Indice di massa corporea Politica sanitaria Obesità Numerose politiche sanitarie sono state proposte per ridurre gli oneri sanitari associati all'obesità negli Stati Uniti attraverso vari aspetti del trattamento e della prevenzione dell'obesità. Molte di queste politiche utilizzano l'indice di massa corporea (BMI, kg m −2 ), come strumento di valutazione per l'implementazione e la valutazione. La

Gli effetti mediati dal recettore della melanocortina sull'obesità sono distribuiti su specifiche regioni ipotalamiche

Gli effetti mediati dal recettore della melanocortina sull'obesità sono distribuiti su specifiche regioni ipotalamiche

Soggetti Segnalazione cellulare Genetica delle malattie Ipotalamo Obesità Astratto Obbiettivo: La riduzione della segnalazione della melanocortina nel cervello provoca l'obesità. Tuttavia, laddove nel cervello la riduzione della segnalazione della melanocortina media questo effetto è poco compreso. D

Studio randomizzato controllato del piano Medifast 5 & 1 per la perdita di peso

Studio randomizzato controllato del piano Medifast 5 & 1 per la perdita di peso

Soggetti Assistenza sanitaria Obesità Prove controllate randomizzate Astratto Obbiettivo: Il piano Medifast 5 & 1 (MD) è un piano di dimagrimento controllato in base alla porzione, equilibrato dal punto di vista nutrizionale e con pochi grassi. Abbiamo studiato gli effetti della MD rispetto a una dieta a basso consumo energetico (FB) su peso corporeo, circonferenza della vita, massa grassa e altre misure negli adulti.

Ormoni di Incretin e segnale di sazietà

Ormoni di Incretin e segnale di sazietà

Soggetti Ormoni gastrointestinali Terapie ormonali Segnalazione nutrizionale Obesità Astratto Ricerche recenti hanno indicato che gli ormoni che regolano l'appetito dall'intestino possono avere un potenziale terapeutico. L'ormone di incretina, peptide-1 simile al glucagone (GLP-1), sembra essere coinvolto in entrambi i percorsi periferici e centrali che mediano la sazietà.

Gestire l'obesità nella pratica delle cure primarie: una panoramica con prospettiva dallo studio POWER-UP

Gestire l'obesità nella pratica delle cure primarie: una panoramica con prospettiva dallo studio POWER-UP

Soggetti Modifica dello stile di vita Obesità Controllo del peso Astratto I professionisti delle cure primarie (PCP) sono stati incoraggiati a sottoporre a screening tutti gli adulti per l'obesità e offrire consulenza comportamentale sulla perdita di peso agli individui colpiti. Tuttavia, la ricerca e le linee guida sono limitate su come fornire tale intervento nelle strutture di assistenza primaria.

Il grasso corporeo è associato ad un aumento della massa magra con una riduzione della perdita di cartilagine del ginocchio negli anziani: uno studio prospettico di coorte

Il grasso corporeo è associato ad un aumento della massa magra con una riduzione della perdita di cartilagine del ginocchio negli anziani: uno studio prospettico di coorte

Soggetti Obesità L'osteoartrite Salute pubblica Astratto Obbiettivo: Per determinare le associazioni tra composizione corporea al basale e perdita della cartilagine del ginocchio negli adulti più anziani di 2, 9 anni. metodi: Un totale di 395 soggetti scelti a caso (media 62 anni, range 51–81, 50% femminile) sono stati studiati al basale e 2, 9 anni dopo. L&

Altrettanto intelligente ma non altrettanto efficace: gli studenti obesi ottengono voti inferiori ma punteggi dei test equivalenti per gli studenti non obesi

Altrettanto intelligente ma non altrettanto efficace: gli studenti obesi ottengono voti inferiori ma punteggi dei test equivalenti per gli studenti non obesi

Soggetti Obesità Psicologia Salute pubblica Astratto Obbiettivo: L'epidemia di obesità nelle nazioni industrializzate ha importanti implicazioni per l'istruzione, poiché la ricerca dimostra risultati accademici inferiori tra gli studenti obesi. Il presente documento mette a confronto i punteggi dei test e i gradi scolastici degli studenti obesi, in sovrappeso e di peso normale nell'istruzione secondaria e superiore, controllando le variabili demografiche, la personalità, le capacità e i confusione del benessere. par

Gli effetti dell'integrazione di resveratrolo per 30 giorni sulla morfologia del tessuto adiposo e sui modelli di espressione genica negli uomini obesi

Gli effetti dell'integrazione di resveratrolo per 30 giorni sulla morfologia del tessuto adiposo e sui modelli di espressione genica negli uomini obesi

Soggetti Obesità farmacodinamica Astratto Composti polifenolici, come il resveratrolo, hanno recentemente ricevuto un interesse diffuso a causa della loro capacità di imitare gli effetti della restrizione calorica. L'obiettivo del presente studio era di ottenere maggiori informazioni sugli effetti della supplementazione di resveratrolo per 30 giorni sulla morfologia del tessuto adiposo e sui processi sottostanti.

Interferenza di inquinanti con PPAR: l'interruzione endocrina incontra il metabolismo

Interferenza di inquinanti con PPAR: l'interruzione endocrina incontra il metabolismo

Astratto Il concetto di perturbazione endocrina è emerso oltre un decennio fa con l'osservazione che diversi composti naturali o industriali possono interferire con la segnalazione di estrogeni e androgeni e quindi influenzare le funzioni riproduttive maschili e femminili. Da allora sono state identificate molte sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino (EDC) e il concetto è stato ampliato ai recettori che regolano altri aspetti delle vie endocrine.

L'obesità indotta dalla dieta promuove comportamenti depressivi associati ad adattamenti neurali nei circuiti di ricompensa del cervello

L'obesità indotta dalla dieta promuove comportamenti depressivi associati ad adattamenti neurali nei circuiti di ricompensa del cervello

Soggetti Depressione Obesità patogenesi Astratto SFONDO: I meccanismi biologici che collegano lo sviluppo della depressione ai disturbi metabolici come l'obesità e il diabete rimangono oscuri. La segnalazione legata alla dopamina e alla plasticità nei circuiti di ricompensa mesolimbica è implicata nella fisiopatologia e nell'eziologia della depressione. OB

Variazione intranazionale delle tendenze delle attività fisiche in sovrappeso e nel tempo libero nei Paesi Bassi dal 1980: stratificazione in base al sesso, all'età e al grado di urbanizzazione

Variazione intranazionale delle tendenze delle attività fisiche in sovrappeso e nel tempo libero nei Paesi Bassi dal 1980: stratificazione in base al sesso, all'età e al grado di urbanizzazione

Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 12 settembre 2006 Astratto Obbiettivo: Per studiare le tendenze del tempo in sovrappeso e attività fisica nel tempo libero (LTPA) nei Paesi Bassi dal 1980. Le differenze intra-nazionali sono state esaminate stratificate per sesso, età e grado di urbanizzazione. M

Cosa fare con le dimensioni delle porzioni? Discussione della tavola rotonda ai fronti nella conferenza sulla dimensione delle porzioni

Cosa fare con le dimensioni delle porzioni? Discussione della tavola rotonda ai fronti nella conferenza sulla dimensione delle porzioni

Soggetti Obesità Controllo del peso Astratto Con l'aumentare delle dimensioni della porzione negli Stati Uniti, sono sorte maggiori preoccupazioni riguardo alla relazione positiva tra dimensione della porzione e consumo e al modo in cui questa relazione può avere un impatto negativo sulla gestione del peso.

Associazione ecologica e individuale: difficoltà ad aggiustare la differenza etnica dell'adiponectina nella meta-analisi

Associazione ecologica e individuale: difficoltà ad aggiustare la differenza etnica dell'adiponectina nella meta-analisi

Soggetti Epidemiologia Ormoni peptidici Esame fisico Riassumendo la pubblicazione dell'ultimo decennio, Kuo e Halpern 1 hanno condotto l'analisi di correlazione usando valori di adipokine plasmatiche e indice di massa corporea (BMI) stratificati per genere. In questa lettera, l'autore sottolinea i loro problemi metodologici prendendo di mira l'adiponectina negli uomini

Cambiamenti nei biomarcatori infiammatori dopo un anno di allenamento di resistenza moderata nelle donne in sovrappeso

Cambiamenti nei biomarcatori infiammatori dopo un anno di allenamento di resistenza moderata nelle donne in sovrappeso

Astratto Sfondo: Gli individui in sovrappeso mostrano comunemente livelli elevati di molecole infiammatorie e di adesione cellulare. Livelli elevati di infiammazione e adesione sono stati implicati nella patogenesi delle malattie cardiovascolari. L'esercizio aerobico ha dimostrato di essere efficace nel modificare specifici biomarcatori di infiammazione e adesione cellulare; tuttavia, si sa poco sugli effetti dell'allenamento di resistenza (RT) su questi biomarcatori

Controllo β-adrenergico della repressione stearoil-CoA desaturasi 1 in relazione alla regolazione simpato-surrenale della termogenesi

Controllo β-adrenergico della repressione stearoil-CoA desaturasi 1 in relazione alla regolazione simpato-surrenale della termogenesi

Astratto I topi privi di β -adrenoceptors, che mediano gli effetti termogenici della noradrenalina e dell'epinefrina, mostrano una ridotta termogenesi e un'alta suscettibilità all'obesità, mentre i topi privi di stearoil-CoA desaturasi 1 (SCD1), che catalizza la sintesi di acidi grassi monoinsaturi, mostrano una maggiore termogenesi e alta resistenza all'obesità. Ne

Il miglioramento precoce dell'appetito alimentare è associato al successo a lungo termine della perdita di peso in un ampio campione clinico

Il miglioramento precoce dell'appetito alimentare è associato al successo a lungo termine della perdita di peso in un ampio campione clinico

Soggetti Obesità Controllo del peso L'articolo originale è stato pubblicato il 4 aprile 2017 Correzione a: International Journal of Obesity (2017) 41 , 1232-1236; doi: 10.1038 / ijo.2017.89 Dalla pubblicazione, gli autori di questo documento hanno richiesto che fosse reso accessibile alla licenza CC BY.

Le variazioni genetiche della matrice metalloproteinasi-9 influenzano i livelli di MMP-9 nei bambini obesi

Le variazioni genetiche della matrice metalloproteinasi-9 influenzano i livelli di MMP-9 nei bambini obesi

Astratto Obbiettivo: La matrice metalloproteinasi-9 (MMP-9) è coinvolta nel processo aterosclerotico e i polimorfismi funzionali nel gene MMP-9 influenzano l'espressione / attività dell'MMP-9 e sono associati a malattie cardiovascolari. Tuttavia, nessuno studio ha testato l'ipotesi che i polimorfismi MMP-9 funzionali potrebbero influenzare i livelli di MMP-9 nei bambini obesi.

Cambiamenti nel mangiare, nell'attività fisica e nei comportamenti correlati in un intervento di perdita di peso basato sulle cure primarie

Cambiamenti nel mangiare, nell'attività fisica e nei comportamenti correlati in un intervento di perdita di peso basato sulle cure primarie

Soggetti Obesità terapeutica Controllo del peso Astratto OBBIETTIVO: Per esaminare i cambiamenti nei comportamenti alimentari e nell'attività fisica, nonché i predittori del successo nella perdita di peso, negli adulti obesi che hanno partecipato a un intervento comportamentale di perdita di peso di 2 anni condotto in un contesto di cure primarie. D

Differenze regionali nella perdita di grasso addominale

Differenze regionali nella perdita di grasso addominale

Astratto Obbiettivo: Questo studio ha determinato se il protocollo di risonanza magnetica (MRI) utilizzato altera la stima del cambiamento nel grasso addominale con perdita di peso nelle donne diabetiche di tipo 2 obese. Questo studio ha anche esaminato se vi è una perdita di grasso uniforme nell'addome.

La chirurgia di trasposizione ileale produce cambiamenti ileali dipendenti dalla lunghezza nell'assunzione di cibo, nel peso corporeo, negli ormoni intestinali e nel metabolismo del glucosio nei ratti

La chirurgia di trasposizione ileale produce cambiamenti ileali dipendenti dalla lunghezza nell'assunzione di cibo, nel peso corporeo, negli ormoni intestinali e nel metabolismo del glucosio nei ratti

Soggetti Chirurgia bariatrica Obesità Astratto Sfondo: Si ipotizza che la stimolazione potenziata dell'intestino inferiore svolga un ruolo chiave nella perdita di peso e nella risoluzione del diabete a seguito di interventi chirurgici bariatrici. La trasposizione ileale (IT) consente di studiare gli effetti della stimolazione diretta dell'intestino inferiore sul peso corporeo, l'omeostasi del glucosio e altri adattamenti metabolici senza i disturbi della restrizione gastrica o dell'esclusione del foregut.

Effetto dell'obesità sulla postura e sui momenti dell'articolazione dell'anca durante un'attività in piedi e movimento della flessione del tronco in avanti

Effetto dell'obesità sulla postura e sui momenti dell'articolazione dell'anca durante un'attività in piedi e movimento della flessione del tronco in avanti

Astratto Obbiettivo: Effetti dell'obesità sul movimento di flessione del tronco in avanti in piedi e in piedi, adattamenti posturali e momento dell'articolazione dell'anca per un'attività lavorativa in piedi. Design: Confronto trasversale dei gruppi di peso obesi e normali. Soggetti: Dieci soggetti obesi (circonferenza della vita 121, 2 ± 16, 8 cm, indice di massa corporea (BMI) 38, 9 ± 6, 6 kg m −2 ) e 10 soggetti di peso normale corrispondenti all'età e all'altezza (circonferenza della vita 79, 6 ± 6, 4 cm, BMI 21, 7 ± 1, 5 kg m −2 ). metodi: S

Aumento dell'ipossia del tessuto adiposo e della capacità di angiogenesi e infiammazione nei giovani topi C57 sensibili alla dieta rispetto ai topi FVB resistenti alla dieta

Aumento dell'ipossia del tessuto adiposo e della capacità di angiogenesi e infiammazione nei giovani topi C57 sensibili alla dieta rispetto ai topi FVB resistenti alla dieta

Soggetti L'angiogenesi Predisposizione genetica alla malattia L'ipossia Obesità Astratto Obbiettivo: Diete ricche di grassi (HFD) comportano un aumento del peso corporeo. Tuttavia, questo non è uniforme e determinare i fattori che rendono alcuni animali o individui più sensibili a questo aumento di peso indotto dalla dieta è una domanda di ricerca fondamentale. L&

La relazione tra frequenza dei pasti e indice di massa corporea nelle ragazze adolescenti in bianco e nero: più è meno

La relazione tra frequenza dei pasti e indice di massa corporea nelle ragazze adolescenti in bianco e nero: più è meno

Astratto Obbiettivo: Documentare la frequenza dei pasti e la sua relazione con l'indice di massa corporea (BMI) in un campione longitudinale di ragazze bianche e nere di età compresa tra 9 e 19 anni. Design: Studio osservazionale longitudinale decennale. Soggetti: Al basale, 1209 ragazze di colore (539 di età di 9 anni, 670 di età di 10 anni) e 1.16

Risposta a "L'idratazione aumenta il metabolismo cellulare"

Risposta a "L'idratazione aumenta il metabolismo cellulare"

Il blocco con un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina ha spesso comportato un aumento dell'assunzione di acqua negli animali. Il meccanismo di questo fenomeno è sconosciuto e abbiamo suggerito che potrebbe essere dovuto a una sensazione di sete primaria mediata dal cervello per aumentare l'assunzione di acqua o una risposta compensativa secondaria ad un aumento della perdita di acqua urinaria, probabilmente a causa di una riduzione dell'angiotensina II rilascio di vasopressina mediata.

L'obesità ha indotto iperresponsività broncopolmonare nelle donne tunisine

L'obesità ha indotto iperresponsività broncopolmonare nelle donne tunisine

Soggetti Farmacologia clinica Epidemiologia Obesità Malattie del tratto respiratorio Astratto Obbiettivo: L'obiettivo specifico di questa indagine era determinare se la risposta broncopolmonare (BPR) alla metacolina (MCH) fosse associata all'indice di massa corporea (BMI) delle donne tunisine.

Compromissione della regolazione nutrizionale dell'espressione della lipasi trigliceridica adiposa con l'età

Compromissione della regolazione nutrizionale dell'espressione della lipasi trigliceridica adiposa con l'età

Astratto Obbiettivo: La lipolisi indotta dal digiuno diventa meno efficace con l'età. Abbiamo studiato se la regolazione nutrizionale della trigliceride lipasi adiposa (ATGL) - con un ruolo importante nella lipolisi in stati di bassa energia - è influenzata dall'età. Design: Ratti Wistar di età diverse (da 1 a 13 mesi) sono stati distribuiti in gruppi di controllo e a digiuno (privazione di 14 ore di cibo). L&

Activine in adipogenesi e obesità

Activine in adipogenesi e obesità

Soggetti Segnalazione cellulare Espressione genica glicoproteine Obesità Astratto Le attivine sono proteine ​​secrete appartenenti alla famiglia del fattore di crescita trasformante-β. Sono coinvolti in molte risposte biologiche tra cui la regolazione dell'apoptosi, la proliferazione e la differenziazione dei diversi tipi di cellule. Le a

Crescita di recupero dopo programmi di limitazione della crescita intrauterina un fenotipo insulino-resistente nel tessuto adiposo

Crescita di recupero dopo programmi di limitazione della crescita intrauterina un fenotipo insulino-resistente nel tessuto adiposo

Soggetti Segnalazione dell'insulina Meccanismi di malattia Obesità Fattori di rischio Astratto Sfondo: È ormai ampiamente riconosciuto che l'ambiente nutrizionale della prima infanzia è importante nel determinare la suscettibilità alle malattie metaboliche. In particolare, la restrizione della crescita intrauterina seguita da una crescita postnatale accelerata è associata ad un aumentato rischio di obesità, diabete di tipo 2 e altre caratteristiche della sindrome metabolica. I me

Basi genetiche condivise per apnea ostruttiva del sonno e misure di adiposità

Basi genetiche condivise per apnea ostruttiva del sonno e misure di adiposità

Astratto Introduzione: L'obesità e l'apnea ostruttiva del sonno hanno ciascuna una base genetica sostanziale e coesistono comunemente negli individui. Il grado di sovrapposizione genetica di questi disturbi non è stato precedentemente quantificato. metodi: Un totale di 1802 persone appartenenti a 310 famiglie del Cleveland Family Study sono state sottoposte a studi sul sonno domiciliare nonché a una valutazione standardizzata dell'indice di massa corporea (BMI) e delle circonferenze in vita, fianchi e collo. I

Consumo di alcol e variazione del peso corporeo nelle donne in postmenopausa: risultati dell'Iniziativa per la salute delle donne

Consumo di alcol e variazione del peso corporeo nelle donne in postmenopausa: risultati dell'Iniziativa per la salute delle donne

Soggetti Epidemiologia Obesità Astratto Obbiettivo: Per determinare se il consumo di alcol è associato a sovrappeso o obesità nelle donne in postmenopausa di peso normale. Design: Studio prospettico di coorte che considera il consumo di alcol basale e la successiva variazione di peso nell'arco di 7 anni. S

L'effetto interattivo della fame e dell'impulsività sull'assunzione e l'acquisto di cibo in un supermercato virtuale

L'effetto interattivo della fame e dell'impulsività sull'assunzione e l'acquisto di cibo in un supermercato virtuale

Astratto Obbiettivo: È stato più volte dimostrato che l'impulsività, l'obesità e l'assunzione di cibo sono correlati; le persone obese sono più impulsive delle persone magre e le persone impulsive mangiano più delle persone meno impulsive. La relazione tra impulsività e assunzione di cibo potrebbe dipendere dallo stato; la fame motiva il comportamento alla ricerca di cibo e il consumo di cibo, in particolare di alimenti ad alto contenuto calorico. Le di

Ruoli fisiologici e fisiopatologici dei recettori dell'adiponectina e dell'adiponectina nella regolazione integrata delle malattie metaboliche e cardiovascolari

Ruoli fisiologici e fisiopatologici dei recettori dell'adiponectina e dell'adiponectina nella regolazione integrata delle malattie metaboliche e cardiovascolari

Astratto È stato riscontrato che i recettori dell'adiponectina e dell'adiponectina (AdipoRs) svolgono un ruolo significativo nell'eziologia della malattia cronica correlata all'obesità. La loro scoperta è stata un percorso lungo e complicato, con molte sfide. Lo sviluppo di metodi per svelare i segreti molecolari è stato di per sé un processo informativo. Tut

Cellule progenitrici del rivestimento del cordone: potenziale modello di adipogenesi in vitro

Cellule progenitrici del rivestimento del cordone: potenziale modello di adipogenesi in vitro

Soggetti Cellule staminali mesenchimali Obesità Differenziazione delle cellule staminali Astratto Obbiettivo: Per studiare l'effetto delle concentrazioni di glucosio e insulina sulla differenziazione delle cellule progenitrici del rivestimento del cordone ombelicale in cellule simili agli adipociti (ALC).

Effetto di un periodo di alimentazione ad alto contenuto di grassi di 3 giorni sull'equilibrio dei carboidrati e sull'assunzione di energia ad libitum nell'uomo

Effetto di un periodo di alimentazione ad alto contenuto di grassi di 3 giorni sull'equilibrio dei carboidrati e sull'assunzione di energia ad libitum nell'uomo

Soggetti Carboidrati dietetici Metabolismo energetico grassi Astratto Obbiettivo: Una riduzione del glicogeno dopo il passaggio a una dieta isoenergetica ricca di grassi (HFD) potrebbe favorire un aumento compensativo dell'assunzione di cibo per ristabilire l'equilibrio dei carboidrati. Abbiamo valutato l'effetto di un passaggio isoenergetico da una dieta a base di carboidrati al 49% a una percentuale di grassi del 50% sull'equilibrio nutrizionale e sull'assunzione di alimenti ad libitum

Significato prognostico del genotipo FTO nello sviluppo dell'obesità in giapponese: lo studio J-SHIPP

Significato prognostico del genotipo FTO nello sviluppo dell'obesità in giapponese: lo studio J-SHIPP

Astratto Obbiettivo: In varie popolazioni sono state riportate suscettibilità dei polimorfismi del gene associati alla massa grassa e all'obesità ( FTO ) associati . I polimorfismi nel gene del recettore della melanocortina 4 ( MC4R ) sono stati recentemente esplorati come un altro locus sensibile.

La recente assunzione di grassi modula la sensibilità del gusto grasso nei soggetti magri e in sovrappeso

La recente assunzione di grassi modula la sensibilità del gusto grasso nei soggetti magri e in sovrappeso

Astratto Obbiettivo: Valutare gli effetti di una dieta ricca di grassi e povera di grassi sulla sensibilità del gusto all'acido oleico (C18: 1) in soggetti magri e in sovrappeso / obesi (OW / OB). Design: Intervento dietetico incrociato randomizzato che comporta il consumo di una dieta ricca di grassi (> 45% di grassi) e povera di grassi (<20% di grassi), entrambi consumati per un periodo di 4 settimane.

Tessuto adiposo marrone nell'uomo

Tessuto adiposo marrone nell'uomo

Soggetti Metabolismo energetico Proteine ​​mitocondriali Obesità Diabete di tipo 2 Astratto L'obesità è endemica in molte regioni del mondo e precursore di diverse malattie gravi e talvolta fatali come cardiopatia ischemica, ictus, insufficienza renale e neoplasia. Sebbene conosciamo la sua origine - risulta quando l'assunzione di energia supera il dispendio energetico - al momento, l'unica terapia dimostrata è la chirurgia bariatrica. Questa

Spot 14 reattivo agli ormoni tiroidei aumenta durante la differenziazione degli adipociti umani e la sua espressione è down-regolata nei soggetti obesi

Spot 14 reattivo agli ormoni tiroidei aumenta durante la differenziazione degli adipociti umani e la sua espressione è down-regolata nei soggetti obesi

Astratto Contesto: Sono disponibili informazioni molto limitate relative alla funzione dell'ormone tiroideo umano reattivo Spot 14 (S14 umano, hS14) nell'adipogenesi e nell'adiposità umana. Obbiettivo: Valutare i livelli di hS14 durante la differenziazione dei pre-adipociti umani, nei depositi di grasso umano e nelle cellule di grasso isolate.

C358A polimorfismo missenso dell'acido grasso dell'enzima ammide idrolasi (FAAH) e enzima degradante dell'endocannabinoide nelle femmine obese

C358A polimorfismo missenso dell'acido grasso dell'enzima ammide idrolasi (FAAH) e enzima degradante dell'endocannabinoide nelle femmine obese

Soggetti Variazione genetica Metabolismo Obesità Astratto Sfondo: Recentemente, è stato dimostrato che il polimorfismo 385 C / A di FAAH (acido grasso ammide idrolasi) era associato a sovrappeso e obesità. La visfatina è stata identificata come una proteina espressa nel tessuto adiposo viscerale con funzioni contraddittorie nel metabolismo del glucosio. Ob

Nessuna evidenza di un effetto di alimentazione inibitoria additiva in seguito alla somministrazione di PP e PYY3-36

Nessuna evidenza di un effetto di alimentazione inibitoria additiva in seguito alla somministrazione di PP e PYY3-36

Astratto Il polipeptide pancreatico (PP) e il peptide YY (PYY) vengono rilasciati dall'intestino in risposta ai nutrienti e inibiscono l'assunzione di cibo nei roditori e nell'uomo. Abbiamo ipotizzato che PP e PYY 3-36 inibirebbero l'alimentazione in modo additivo. Topi maschi C57BL / 6 a digiuno sono stati iniettati per via intraperitoneale con soluzione salina, PP, PYY 3−36 o PP + PYY 3−36 ( n = 7–10). L

Associazioni di loci di suscettibilità all'obesità con ipertensione nei bambini cinesi

Associazioni di loci di suscettibilità all'obesità con ipertensione nei bambini cinesi

Soggetti Genetica delle malattie Ipertensione Obesità Pediatria Astratto Contesto: Recenti studi di associazione su tutto il genoma hanno identificato numerosi polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) associati all'indice di massa corporea (BMI) / obesità. Obbiettivo: Poiché l'obesità è un fattore di rischio indipendente per l'ipertensione, l'obiettivo dello studio era di indagare le associazioni dei loci di sensibilità all'obesità con pressione sanguigna (BP) / ipertensione in una popolazione di bambini cinesi. Desig

Effetti del rimonabant, un ligando del recettore CB1 dei cannabinoidi, sul dispendio energetico nei ratti magri

Effetti del rimonabant, un ligando del recettore CB1 dei cannabinoidi, sul dispendio energetico nei ratti magri

Astratto Obiettivo: determinare l'effetto del rimonabant sul dispendio energetico (consumo di O 2 ) nei ratti in diversi stati metabolici e nei topi con carenza di recettori CB1 (CB1R - / - ). Design: gli animali sono stati esposti a cicli luce-oscuri e alimentati solo durante i cicli oscuri. Rimonabant o veicolo sono stati somministrati insieme al cibo (assorbente), a seguito di alimentazione durante la notte (postassorbimento) o dopo un'intera giornata senza cibo (digiuno)

Stato della vitamina D e sindrome metabolica negli indiani asiatici

Stato della vitamina D e sindrome metabolica negli indiani asiatici

Soggetti Calcio e vitamina D Epidemiologia Malnutrizione Sindrome metabolica Astratto In questo studio, abbiamo mirato a stimare la siero 25-idrossi vitamina D (25-OH-D) negli indiani asiatici e testare l'associazione tra livelli di 25-OH-D, insulino-resistenza (IR) e sindrome metabolica (SM). Il siero 25-OH-D è stato misurato in un campione di 441 indiani, di età compresa tra 39, 7 ± 12, 8 anni (237 uomini e 204 donne) con una prevalenza del 27, 9% di SM. I

Indice di massa corporea pregravide materna e ricoveri ospedalieri nei primi 5 anni di vita: risultati di una coorte di nascita australiana

Indice di massa corporea pregravide materna e ricoveri ospedalieri nei primi 5 anni di vita: risultati di una coorte di nascita australiana

Soggetti Obesità Pediatria Esito della gravidanza Astratto obiettivi: Per esaminare l'associazione tra indice di massa corporea pregravide materna (BMI) e progenie infantile, ricoveri per tutte le cause nei primi 5 anni di vita. metodi: Studio prospettico di coorte di nascita. Dal 2006 al 2011, 2779 donne in gravidanza (2807 bambini) sono state arruolate nello studio sulla coorte di nascita di Ambienti per una vita sana: Griffith nel sud-est del Queensland, in Australia.

Profilazione dell'espressione genica nei tessuti adiposi sottocutaneo, viscerale ed epigastrico di pazienti con obesità estrema

Profilazione dell'espressione genica nei tessuti adiposi sottocutaneo, viscerale ed epigastrico di pazienti con obesità estrema

Soggetti adipociti Profilazione dell'espressione genica Obesità Astratto Obbiettivo: L'obiettivo del presente studio era identificare le differenze nell'espressione genica tra i depositi di SAT, IVA ed EAT in soggetti di classe III gravemente obesi. Design: I tessuti adiposi sottocutaneo (SAT) e viscerale (IVA) umani presentano profili di espressione genica differenziale.

La gravità dell'obesità è associata alla diagnosi o alle pratiche di educazione sanitaria?

La gravità dell'obesità è associata alla diagnosi o alle pratiche di educazione sanitaria?

Soggetti Diagnosi Obesità Educazione del paziente Salute pubblica Astratto OBBIETTIVO: Valutare l'associazione della gravità dell'obesità con la diagnosi e l'educazione alla salute e identificare eventuali differenze all'interno di sottogruppi demografici o di altri sottogruppi. DESIGN: Sono state combinate le visite cliniche per i bambini di età compresa tra 2 e 18 anni nel 2005-2008 National Ambulatory Medical Care Survey e National Hospital Ambulator Medical Care Survey. An

L'adipogenesi beige termogenica funzionale è inducibile nel grasso del collo umano

L'adipogenesi beige termogenica funzionale è inducibile nel grasso del collo umano

Soggetti adipociti Metabolismo Astratto Sfondo: Studi recenti suggeriscono che il tessuto adiposo marrone del collo umano (BAT) sia costituito da "adipociti marroni (BA) -come" o adipociti beige. Tuttavia, si sa poco sulla loro funzione termogenica. All'interno del trascrittoma degli adipociti beige, il fattore di crescita dei fibroblasti-21 (FGF21) è un gene il cui prodotto proteico agisce come adipocina, regolando la termogenesi indotta dal freddo negli animali.

Analisi multicentrica longitudinale sul decorso del metabolismo del glucosio nei bambini obesi

Analisi multicentrica longitudinale sul decorso del metabolismo del glucosio nei bambini obesi

Astratto Obbiettivo: Sebbene ci siano prove di una crescente prevalenza del metabolismo del glucosio alterato nei bambini obesi da singole coorti più piccole, mancano dati sulla progressione del metabolismo del glucosio in questo gruppo di pazienti. Abbiamo mirato a valutare la prevalenza e il decorso longitudinale del metabolismo del glucosio alterato valutato mediante test di tolleranza al glucosio orale (oGTT) in un ampio registro multicentrico sull'obesità pediatrica.

Comportamento alimentare nei pazienti obesi con mutazioni del recettore della melanocortina-4: una revisione della letteratura

Comportamento alimentare nei pazienti obesi con mutazioni del recettore della melanocortina-4: una revisione della letteratura

Soggetti Comportamento alimentare Mutazione Obesità Astratto Le mutazioni del recettore della melanocortina-4 ( MC4R ) sono la causa più comune nota di obesità monogenica e un importante contributo all'obesità poligenica. Le mutazioni MC4R con perdita di funzione parziale o totale, così come la variante rs17782313 mappata vicino a MC4R , sono associate positivamente all'obesità. L

Effetti di frutta e verdura, consumati in forme solide vs bevande, sulle risposte appetitive acute e croniche negli adulti magri e obesi

Effetti di frutta e verdura, consumati in forme solide vs bevande, sulle risposte appetitive acute e croniche negli adulti magri e obesi

Soggetti Comportamento alimentare Obesità Astratto Sfondo: Gli effetti di frutta e verdura nelle forme solide vs bevande sull'appetito umano e sull'assunzione di cibo, acutamente e cronicamente, non sono chiari. metodi: Questo studio crossover randomizzato di 21 settimane ha valutato le valutazioni appetitive a seguito dell'inclusione di frutta e verdura, in forma solida e di bevanda, nella dieta abituale di adulti sani magri ( n = 15) e sovrappeso / obesi ( n = 19) con consumo abituale.

Inclusione di pesce o olio di pesce nelle diete dimagranti per i giovani adulti: effetti sui lipidi nel sangue

Inclusione di pesce o olio di pesce nelle diete dimagranti per i giovani adulti: effetti sui lipidi nel sangue

Astratto Obbiettivo: Per valutare gli effetti del pesce (magro o oleoso) e del consumo di olio di pesce sulla concentrazione lipidica del sangue durante la perdita di peso. Design: Prova randomizzata e controllata di 8 settimane di una dieta a basso consumo energetico che varia nel contenuto di pesce e olio di pesce

Gli americani asiatici hanno una maggiore prevalenza della sindrome metabolica nonostante un indice di massa corporea inferiore

Gli americani asiatici hanno una maggiore prevalenza della sindrome metabolica nonostante un indice di massa corporea inferiore

Soggetti Epidemiologia Sindrome metabolica Fisiologia Astratto Obbiettivo: Per esaminare la relazione tra indice di massa corporea (BMI) e sindrome metabolica per gli americani asiatici e i bianchi non ispanici (NHW), dato che l'evidenza esistente mostra che esiste eterogeneità razziale / etnica nel modo in cui l'IMC predice la sindrome metabolica.

Sindrome da consumo notturno nell'obesità di classe II-III: caratteristiche metaboliche e psicopatologiche

Sindrome da consumo notturno nell'obesità di classe II-III: caratteristiche metaboliche e psicopatologiche

Astratto Obbiettivo: Per indagare la relazione tra disordini metabolici e caratteristiche psicologiche con la sindrome del consumo notturno (NES) in soggetti con obesità da moderata a grave. Design: Osservazione trasversale. Soggetti: Un totale di 266 partecipanti consecutivi con obesità di classe II-III, entrando in un programma di dimagrimento ospedaliero.

Le concentrazioni di mRNA di MIF nelle cellule adipose addominali sottocutanee sono associate alla dimensione degli adipociti e all'azione dell'insulina

Le concentrazioni di mRNA di MIF nelle cellule adipose addominali sottocutanee sono associate alla dimensione degli adipociti e all'azione dell'insulina

Astratto Obbiettivo: Per determinare se le concentrazioni di mRNA dei geni di risposta all'infiammazione negli adipociti isolati e nei preadipociti in coltura sono correlate alla dimensione degli adipociti e all'azione in vivo dell'insulina negli individui obesi. Design: Studio ospedaliero trasversale

Il tipo e la quantità di grassi e carboidrati nella dieta alterano il microbioma fecale e l'escrezione di acidi grassi a catena corta in una popolazione "a rischio" della sindrome metabolica

Il tipo e la quantità di grassi e carboidrati nella dieta alterano il microbioma fecale e l'escrezione di acidi grassi a catena corta in una popolazione "a rischio" della sindrome metabolica

Soggetti Sindrome metabolica microbiome Obesità Salute pubblica Astratto INTRODUZIONE E OBIETTIVI: È stato descritto un microbiota umano di tipo obeso con un aumentato rapporto Firmicutes: Bacteroidetes che può collegare il microbioma intestinale con lo sviluppo di obesità e sindrome metabolica (MetS). Gr

Tempo di seduta e differenze socio-economiche in sovrappeso e obesità

Tempo di seduta e differenze socio-economiche in sovrappeso e obesità

Astratto obiettivi: Esaminare (1) le interrelazioni tra stato socioeconomico (SES), attività fisica, tre diversi domini del tempo di seduta (giorno della settimana, giorno del fine settimana e seduta del tempo libero) ed essere sovrappeso o obeso (indice di massa corporea25 kg / m 2 ); e (2) i potenziali effetti di mediazione del tempo di seduta nella relazione tra fattori socio-economici e sovrappeso o obesi negli adulti australiani che lavorano. D

La termogenesi soppressa come causa di resistenza al dimagrimento e al rimbalzo dell'obesità: adattamento o illusione?

La termogenesi soppressa come causa di resistenza al dimagrimento e al rimbalzo dell'obesità: adattamento o illusione?

Secondo Ippocrate (400 a.C.), gli obesi dovrebbero "mangiare di meno ed esercitarsi di più". Questa antica prescrizione non ha mai smesso di essere l'approccio chiave nel trattamento dell'obesità e rimarrà tale per il prossimo futuro, nonostante i suoi ben documentati fallimenti. I

Aumento di peso materno durante la gravidanza e sovrappeso nei bambini portoghesi

Aumento di peso materno durante la gravidanza e sovrappeso nei bambini portoghesi

Astratto Obbiettivo: L'obiettivo del nostro studio era di valutare l'associazione tra aumento di peso materno durante la gravidanza e sovrappeso infantile. Design: Questo studio è stato un'analisi trasversale. Ambientazione: I dati sono stati ricavati da un'indagine condotta su comunità di bambini delle scuole primarie del Portogallo.

Livelli fecali di calprotectina prima e dopo la perdita di peso in soggetti obesi e in sovrappeso

Livelli fecali di calprotectina prima e dopo la perdita di peso in soggetti obesi e in sovrappeso

Soggetti biomarkers Infiammazione Obesità Salute pubblica Astratto La calprotectina fecale (FCP) è un biomarcatore non invasivo dell'infiammazione intestinale, i cui livelli sono elevati in individui con indice di massa corporea aumentato (BMI). Abbiamo studiato se la perdita di peso (WL), indotta da cambiamenti dietetici e comportamentali in un programma comunitario di perdita di peso (mondo dimagrante), fosse associata a una riduzione della FCP in uno studio di coorte longitudinale.

Complicanze dell'obesità nei bambini e negli adolescenti

Complicanze dell'obesità nei bambini e negli adolescenti

Astratto La crescente prevalenza e gravità dell'obesità nei bambini e negli adolescenti ha dato maggiore enfasi all'ampia varietà di condizioni e complicanze della comorbidità che possono verificarsi a seguito dell'obesità. Queste complicazioni possono verificarsi sia a breve che a lungo termine. Alc

La relazione tra perdita di peso precoce e perdita di peso a 1 anno con la terapia di combinazione naltrexone ER / bupropione ER

La relazione tra perdita di peso precoce e perdita di peso a 1 anno con la terapia di combinazione naltrexone ER / bupropione ER

Soggetti Terapia farmacologica combinata Sviluppo di farmaci Obesità Prove di fase III terapeutica Controllo del peso Astratto Background / Obiettivi: I farmaci per la gestione del peso corporeo aumentano la probabilità che i pazienti raggiungano miglioramenti clinicamente significativi delle misure di salute cardiovascolari, metaboliche e correlate al peso.

Chirurgia bariatrica per il trattamento dell'obesità

Chirurgia bariatrica per il trattamento dell'obesità

Soggetti Chirurgia bariatrica Obesità Astratto Questo articolo si concentra sulle recenti tendenze ed esiti della chirurgia bariatrica. Gli esiti discussi includono morbilità e mortalità perioperatoria, perdita di peso, complicanze a lungo termine e impatto della chirurgia bariatrica su comorbilità, rischio cardiovascolare e mortalità. int

Valutazione economica degli interventi sull'obesità in bambini e adulti

Valutazione economica degli interventi sull'obesità in bambini e adulti

Ci riferiamo a un recente articolo di Haby et al. , 1 descrivendo il lato di efficacia di uno studio di costo-efficacia di 13 diversi interventi sull'obesità nei bambini. Al fine di modellare gli anni di vita corretti dalla disabilità (DALY) salvati per questi interventi, gli autori hanno adottato un approccio che prevede una serie di passaggi, che illustriamo nella Figura 1.

Durante la gravidanza nelle donne in sovrappeso e obese si verifica una riduzione della qualità della dieta che viene mantenuta dopo il parto

Durante la gravidanza nelle donne in sovrappeso e obese si verifica una riduzione della qualità della dieta che viene mantenuta dopo il parto

Soggetti Obesità Salute pubblica terapeutica Astratto Sfondo: Garantire un'adeguata assunzione dietetica durante la gravidanza ha importanti implicazioni per l'ottimizzazione della salute materna e fetale. Non è noto se la qualità della dieta sia alterata durante la gravidanza e il periodo post-partum. O

Rapporti di obesità e autopsia

Rapporti di obesità e autopsia

In che modo i patologi descrivono l'obesità nelle descrizioni dei cadaveri e con quale frequenza concludono che l'obesità è stata la principale causa di morte o un fattore che ha contribuito alla morte? Queste sono le domande sollevate a seguito della pubblicazione del rapporto NCEPOD sulla qualità delle autopsie coroniali "L'autopsia del coroner: meritiamo di meglio?&qu

Regolazione cognitiva della brama di cibo: effetti di tre strategie di rivalutazione cognitiva sulla risposta neurale ai cibi appetibili

Regolazione cognitiva della brama di cibo: effetti di tre strategie di rivalutazione cognitiva sulla risposta neurale ai cibi appetibili

Soggetti Neuroscienza cognitiva Obesità Astratto Obbiettivo: Gli individui obesi contro quelli magri mostrano una maggiore regione di ricompensa e una ridotta reattività della regione inibitoria alle immagini degli alimenti, che prevedono un aumento di peso futuro. È stato scoperto che pensare ai costi del consumo di cibi appetibili e della brama di soppressione modula questa reattività neurale, ma questi studi di rivalutazione cognitiva hanno coinvolto principalmente partecipanti magri. Qu

Effetto della perdita di peso con una dieta povera di grassi e una dieta povera di carboidrati sui livelli di peptidi YY

Effetto della perdita di peso con una dieta povera di grassi e una dieta povera di carboidrati sui livelli di peptidi YY

Soggetti Ormoni gastrointestinali Terapia nutrizionale Obesità Astratto Obbiettivo: Confrontare gli effetti della perdita di peso attraverso una dieta povera di grassi e una dieta povera di carboidrati sui livelli sierici di peptidi YY (PYY). Design: Studio prospettico di 8 settimane di 30 adulti obesi (età media: 42, 8 ± 2, 0 anni, indice di massa corporea media 35, 5 ± 0, 6 kg m −2 ). risu

Riduzione del grasso corporeo e del peso corporeo in seguito a stimolazione cerebrale profonda ipotalamica nelle scimmie: un approccio intraventricolare

Riduzione del grasso corporeo e del peso corporeo in seguito a stimolazione cerebrale profonda ipotalamica nelle scimmie: un approccio intraventricolare

Soggetti Elettrofisiologia Ipotalamo Obesità Chirurgia Astratto Obbiettivo: Gli autori hanno proposto un elettrodo "fluttuante" intraventricolare inserito nel terzo ventricolo (V3) adiacente all'ipotalamo ventromediano (VMH) in un Macaca fascicularis in movimento libero per modulare l'assunzione di cibo (FI), grasso corporeo (BF), peso corporeo (BW) e indice di massa corporea (BMI), come potenziale trattamento dell'obesità.

Il recettore nicotinico dell'acetilcolina α7 negli adipociti maturi sottocutanei: downregulation nell'obesità umana e modulazione mediante perdita di peso indotta dalla dieta

Il recettore nicotinico dell'acetilcolina α7 negli adipociti maturi sottocutanei: downregulation nell'obesità umana e modulazione mediante perdita di peso indotta dalla dieta

Soggetti Terapia farmacologica Espressione genica Infiammazione Obesità Astratto SFONDO: È noto che il riflesso antinfiammatorio colinergico regola l'infiammazione nei tessuti periferici. I recettori nicotinici dell'acetilcolina (nAChR) sono mediatori di questo percorso antinfiammatorio e anche le cellule non neuronali esprimono nAChr funzionali.

Risposta al dottor Inchiosa

Risposta al dottor Inchiosa

La nostra opportunità di rispondere alla lettera di Inchiosa ci consente di approfondire e aggiornare una serie di punti importanti che non sono stati completamente affrontati nel nostro documento 'Integratore multinutriente contenente efedra e caffeina provoca perdita di peso e migliora i fattori di rischio metabolico nelle donne obese: un caso randomizzato prova controllata ".

La popolazione progenitrice degli adipociti marroni è modificata nei muscoli scheletrici obesi e diabetici

La popolazione progenitrice degli adipociti marroni è modificata nei muscoli scheletrici obesi e diabetici

Astratto I mitocondri dei tessuti adiposi marroni esprimono l'esclusiva proteina-1 di disaccoppiamento termogenico. Recentemente, i progenitori degli adipociti marroni sono stati identificati nella popolazione cellulare CD34 + del muscolo scheletrico umano. Gli obiettivi di questo studio erano in primo luogo determinare se l'obesità e il diabete hanno alterato quantità di progenitori degli adipociti marroni muscolari e, in secondo luogo, stabilire se questi ultimi sono correlati con i parametri clinici dell'obesità e del diabete. L

Livelli più elevati di leptina negli indiani asiatici rispetto a creoli ed Europidi: una potenziale spiegazione per un aumento del rischio metabolico

Livelli più elevati di leptina negli indiani asiatici rispetto a creoli ed Europidi: una potenziale spiegazione per un aumento del rischio metabolico

Soggetti biomarkers Malattia cardiovascolare Epidemiologia Malattie metaboliche Astratto Contesto e scopo: La leptina predice le malattie cardiovascolari e il diabete di tipo 2, malattie alle quali gli indiani asiatici sono altamente sensibili. Come indicatore di rischio, la stabilità intra-individuale e stagionale della leptina non è stata studiata e solo piccoli studi hanno confrontato i livelli di leptina negli indiani asiatici con altre popolazioni.

Abbuffata auto-segnalata nell'obesità pediatrica grave: impatto sulla variazione di peso in uno studio randomizzato controllato di trattamento basato sulla famiglia

Abbuffata auto-segnalata nell'obesità pediatrica grave: impatto sulla variazione di peso in uno studio randomizzato controllato di trattamento basato sulla famiglia

Soggetti Comportamento alimentare Obesità Risultati di ricerca terapeutica Astratto Obbiettivo: Questo studio ha cercato di documentare il consumo eccessivo di sé in un ampio campione di bambini gravemente obesi e di esaminare l'impatto del consumo eccessivo sulle variazioni del sovrappeso percentuale tra i bambini randomizzati al trattamento comportamentale basato sulla famiglia (intervento) rispetto al controllo (cura abituale).

La gastrectomia a manica e il bypass gastrico Roux-en-Y mostrano effetti differenziali sulle preferenze alimentari, sull'assorbimento dei nutrienti e sul dispendio energetico nei ratti obesi

La gastrectomia a manica e il bypass gastrico Roux-en-Y mostrano effetti differenziali sulle preferenze alimentari, sull'assorbimento dei nutrienti e sul dispendio energetico nei ratti obesi

Soggetti Metabolismo Obesità Chirurgia Astratto Obbiettivo: Tutti i trattamenti disponibili diretti verso l'obesità e le complicanze correlate all'obesità sono associati a rapporti di efficacia / invasività non ottimali. I trattamenti farmacologici, comportamentali e di modifica dello stile di vita sono le opzioni meno invasive, ma anche le meno efficaci, portando a una modesta perdita di peso che è difficile da mantenere a lungo termine. La

Valori di riferimento della pressione arteriosa per i bambini delle scuole europee non in sovrappeso: lo studio IDEFICS

Valori di riferimento della pressione arteriosa per i bambini delle scuole europee non in sovrappeso: lo studio IDEFICS

Soggetti Epidemiologia Ipertensione Obesità Pediatria Astratto obiettivi: Fornire valori di riferimento della pressione sanguigna oscillometrica (BP) nei bambini in età scolare europei non in sovrappeso. Design: Analisi trasversale dal database dello studio IDEFICS (www.ideficsstudy.eu). metodi: La BP standardizzata e le misure antropometriche sono state ottenute da bambini di età compresa tra 2 e 10, 9 anni, partecipando ai sondaggi IDEFICS 2007-2008 e 2009-2010. I

L'impatto dell'intervento probiotico perinatale sullo sviluppo di sovrappeso e obesità: studio di follow-up dalla nascita a 10 anni

L'impatto dell'intervento probiotico perinatale sullo sviluppo di sovrappeso e obesità: studio di follow-up dalla nascita a 10 anni

Soggetti microbiota Supplementi nutrizionali Obesità Astratto Sfondo: I risultati ottenuti nella lotta contro la crescente tendenza al sovrappeso e all'obesità sono stati finora inadeguati. Il ruolo strumentale recentemente scoperto del microbiota intestinale nel metabolismo dell'ospite può offrire un nuovo obiettivo nella prevenzione e nella gestione dell'obesità. Ob

L'ossigeno assorbe la risposta cinetica all'esercizio di intensità moderata nei bambini in sovrappeso e in sovrappeso

L'ossigeno assorbe la risposta cinetica all'esercizio di intensità moderata nei bambini in sovrappeso e in sovrappeso

Soggetti Biofisica Metabolismo Obesità Astratto Obbiettivo: Per confrontare la costante del tempo di assorbimento di ossigeno di fase II ( τ V′O 2 ) e il tempo di risposta medio V′O 2 (V′O 2 MRT) nei bambini in sovrappeso (OW) e non OW (NO) durante l'esercizio fisico di intensità moderata. Design: