Psichiatria molecolare (Febbraio 2020)

La perdita di neuroni nigrostriatici dopaminergici spiega i deficit motivazionali e affettivi nella malattia di Parkinson

La perdita di neuroni nigrostriatici dopaminergici spiega i deficit motivazionali e affettivi nella malattia di Parkinson

Soggetti morbo di Parkinson patogenesi Astratto La malattia di Parkinson (MdP) comporta la degenerazione dei neuroni dopaminergici (DA) nella sostantia nigra pars compacta (SNc) che si ritiene causi i classici sintomi motori di questa malattia. Tuttavia, nei pazienti con PD si osservano spesso anche disabilità motivazionali e affettive.

Mappatura fine di ZNF804A e prove significative a livello del genoma per il suo coinvolgimento nella schizofrenia e nel disturbo bipolare

Mappatura fine di ZNF804A e prove significative a livello del genoma per il suo coinvolgimento nella schizofrenia e nel disturbo bipolare

Soggetti Disordine bipolare Studi di associazione su tutto il genoma Schizofrenia Astratto Un recente studio di associazione su tutto il genoma (GWAS) ha riportato prove di associazione tra rs1344706 all'interno di ZNF804A (codifica per la proteina zinco-dito 804A) e la schizofrenia ( P = 1, 61 × 10 −7 ) e prove più forti quando il fenotipo è stato ampliato per includere il disturbo bipolare ( P = 9, 96 × 10 −9 ). In que

Il campione caso-coorte iPSYCH2012: nuove direzioni per svelare architetture genetiche e ambientali di gravi disturbi mentali

Il campione caso-coorte iPSYCH2012: nuove direzioni per svelare architetture genetiche e ambientali di gravi disturbi mentali

Soggetti ADHD Disturbi dello spettro autistico Disordine bipolare Genetica Schizofrenia Astratto Il consorzio Integrative Psychiatric Research (iPSYCH) ha creato un ampio campione danese Case-Cohort basato sulla popolazione (iPSYCH2012) volto a svelare l'architettura genetica e ambientale dei gravi disturbi mentali

L'esposizione transitoria dei topi neonatali alla neuregulina-1 provoca stati iperdopaminergici in età adulta: implicazioni nell'ipotesi dello sviluppo neurologico per la schizofrenia

L'esposizione transitoria dei topi neonatali alla neuregulina-1 provoca stati iperdopaminergici in età adulta: implicazioni nell'ipotesi dello sviluppo neurologico per la schizofrenia

Soggetti Fisiologia neuronale Patologia Schizofrenia L'articolo originale è stato pubblicato il 09 febbraio 2010 Correzione a: Molecular Psychiatry (2011) 16 , 307–320; doi: 10.1038 / mp.2010.10 Recentemente gli autori sono stati informati che il pannello a nella Figura 3 non è corretto; è un duplicato del pannello c. La

Scansione del collegamento a livello del genoma per la dipendenza da nicotina negli americani europei e i suoi risultati convergenti con gli afroamericani nel campione della famiglia del tabacco medio-meridionale

Scansione del collegamento a livello del genoma per la dipendenza da nicotina negli americani europei e i suoi risultati convergenti con gli afroamericani nel campione della famiglia del tabacco medio-meridionale

Astratto In precedenza, abbiamo riportato una scansione a livello del genoma per la dipendenza da nicotina (ND) nel campione afroamericano (AA) della coorte della famiglia Mid-South Tobacco (MSTF). In questo studio, abbiamo condotto una scansione a livello del genoma su 629 individui che rappresentano 200 famiglie nucleari di origine europea americana (EA) della coorte MSTF con l'obiettivo di identificare loci di vulnerabilità per ND negli EA e determinare regioni convergenti tra i gruppi etnici.

CYP2D6 nel cervello: effetti genotipici sulla perfusione cerebrale a riposo

CYP2D6 nel cervello: effetti genotipici sulla perfusione cerebrale a riposo

Soggetti Cervello Variazione genetica Astratto Il citocromo P450 2D6 (CYP2D6) è un enzima geneticamente polimorfico coinvolto nel metabolismo di numerosi farmaci psicoattivi. Oltre alla sua espressione nel fegato, il CYP2D6 è altamente espresso in diverse regioni del cervello, come l'ippocampo, il talamo, l'ipotalamo e la corteccia, ma la sua funzione nel cervello non è ben compresa. L

Identificazione dei loci di suscettibilità al disturbo bipolare in un pedigree densamente affetto

Identificazione dei loci di suscettibilità al disturbo bipolare in un pedigree densamente affetto

Soggetti Disordine bipolare Predisposizione genetica alla malattia Variazione genetica Il disturbo bipolare (BIP) è un disturbo altamente ereditabile con modelli complessi di eredità genetica e recenti scoperte genetiche evidenziano il ruolo di numerose varianti comuni, ognuna con effetti sottili. 1 L'esistenza di sottotipi mendeliani di PIF (rare varianti di effetti molto forti) è stata postulata, in particolare poiché tali varianti potrebbero rivelarsi più tracciabili per le successive indagini biologiche. 2 U

Variazione genetica dell'asse HPA, cortisolo e psicosi nella depressione maggiore

Variazione genetica dell'asse HPA, cortisolo e psicosi nella depressione maggiore

Soggetti Depressione Endocrinologia Variazione genetica Psicosi L'articolo originale è stato pubblicato il 29 ottobre 2013 Correzione a : Molecular Psychiatry (2014) 19 , 220–227; doi: 10.1038 / mp.2013.129 Nella nota a nella tabella 1 ("Meno di cinque in totale nel raro omozigote, collassato nel gruppo eterozigote del SNP"), il numero "cinque" avrebbe dovuto essere "quattro". I

L'interazione tra eventi di vita stressanti e lunghezza dei telomeri dei leucociti è associata a PTSD

L'interazione tra eventi di vita stressanti e lunghezza dei telomeri dei leucociti è associata a PTSD

Soggetti patogenesi Disturbo post traumatico da stress I telomeri I telomeri umani sono regioni di ripetizioni tandem del TTAGGG alle estremità cromosomiche che proteggono i cromosomi dalla degradazione, dalla fusione e dalla ricombinazione. 1 Nel tempo, a causa di ciascuna divisione cellulare, le estremità dei telomeri si accorciano.

Meta-analisi sistematiche e sinossi sul campo di studi di associazione genetica di violenza e aggressività

Meta-analisi sistematiche e sinossi sul campo di studi di associazione genetica di violenza e aggressività

Soggetti Studio di associazione genetica Disturbi psichiatrici Astratto Sono stati condotti numerosi studi genetici candidati per aggressività e violenza. La corretta identificazione delle associazioni tra marcatori genetici e aggressività contribuirebbe a comprendere la neurobiologia del comportamento antisociale e potenzialmente fornire strumenti utili per la previsione del rischio e obiettivi terapeutici per gruppi ad alto rischio di pazienti e criminali.

Attività antidepressiva del trattamento con anti-citochine: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi clinici su condizioni infiammatorie croniche

Attività antidepressiva del trattamento con anti-citochine: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi clinici su condizioni infiammatorie croniche

Soggetti biomarkers Depressione Astratto Le citochine infiammatorie sono comunemente elevate nella depressione acuta e sono associate alla resistenza al trattamento monoaminergico. Per esaminare il ruolo potenziale delle citochine nella patogenesi e nel trattamento della depressione, abbiamo effettuato una revisione sistematica e una meta-analisi dell'attività antidepressiva del trattamento anti-citochine usando studi clinici su condizioni infiammatorie croniche in cui i sintomi depressivi sono stati misurati come risultato secondario.

Un nuovo quadro concettuale per la psichiatria: approcci integrati verticalmente e orizzontalmente alla ridondanza e al pleiotropismo che coesistono con una classificazione dei cluster di sintomi basata sul DSM-5

Un nuovo quadro concettuale per la psichiatria: approcci integrati verticalmente e orizzontalmente alla ridondanza e al pleiotropismo che coesistono con una classificazione dei cluster di sintomi basata sul DSM-5

Soggetti Diagnosi Disturbi psichiatrici Dall'uscita della quinta edizione del Manuale diagnostico e statistico (DSM-5) dell'American Psychiatric Association, 1 si sono susseguite una serie di storie sulla stampa popolare, così come su riviste scientifiche, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 su questa nuova versione della nosologia psichiatrica.

Un'associazione a livello di epigenoma studia la meta-analisi del rendimento scolastico

Un'associazione a livello di epigenoma studia la meta-analisi del rendimento scolastico

Soggetti Genetica Biologia molecolare Astratto L'epigenoma è associato a fattori biologici, come lo stato della malattia e fattori ambientali, come il fumo, il consumo di alcol e l'indice di massa corporea. Sebbene vi sia una diffusa percezione che le influenze ambientali sull'epigenoma siano pervasive e profonde, ci sono state finora poche prove nell'uomo riguardo a fattori ambientali che sono biologicamente distali.

La schizofrenia è associata ad un aumento della biogenesi del microRNA corticale

La schizofrenia è associata ad un aumento della biogenesi del microRNA corticale

Astratto Il profilo di espressione di microRNA e l'analisi quantitativa di trascrizione inversa-PCR del giro temporale superiore e della corteccia prefrontale dorsolaterale hanno rivelato un significativo aumento associato alla schizofrenia nell'espressione globale di microRNA. Questa modifica è stata associata a un aumento dell'elaborazione del microRNA primario e corrisponde a un aumento del componente DGCR8 del microprocessore.

The Autism Birth Cohort: un paradigma per la ricerca sui tempi gene-ambiente

The Autism Birth Cohort: un paradigma per la ricerca sui tempi gene-ambiente

Soggetti Epidemiologia Astratto La prevalenza segnalata di disturbi dello spettro autistico (ASD) è aumentata da 5 a 10 volte negli ultimi 20 anni. Se gli ASD siano veramente più frequenti è controverso; tuttavia, l'onere è profondo in termini umani ed economici. Sebbene l'autismo sia tra i più ereditabili dei disturbi mentali, la sua patogenesi rimane oscura. Ven

Studio di associazione su tutto il genoma della sindrome di Tourette

Studio di associazione su tutto il genoma della sindrome di Tourette

Soggetti Predisposizione genetica alla malattia Studi di associazione su tutto il genoma Disturbi del neurosviluppo Astratto La sindrome di Tourette (TS) è un disturbo dello sviluppo che ha uno dei più alti tassi di recidiva familiare tra le malattie neuropsichiatriche con eredità complessa. Tuttavia, l'identificazione di geni definitivi di suscettibilità TS rimane sfuggente. Qu

L'espressione inducibile del DISC1 umano mutante nei topi è associata ad anomalie cerebrali e comportamentali che ricordano la schizofrenia

L'espressione inducibile del DISC1 umano mutante nei topi è associata ad anomalie cerebrali e comportamentali che ricordano la schizofrenia

Astratto Un forte gene candidato per la schizofrenia e i principali disturbi mentali, disrupt-in-schizofrenia 1 (DISC1) è stato descritto per la prima volta in una grande famiglia scozzese in cui una traslocazione cromosomica equilibrata segrega con la schizofrenia e altre malattie psichiatriche. La mutazione della traslocazione può comportare la perdita della funzione DISC1 per aploinsufficienza o effetti negativi dominanti di un prodotto proteina troncato DISC1 mutante previsto.

Modellare la genomica funzionale dell'autismo usando i neuroni umani

Modellare la genomica funzionale dell'autismo usando i neuroni umani

Astratto I progenitori neurali umani provenienti da una varietà di fonti presentano nuove opportunità per modellare aspetti della malattia neuropsichiatrica umana in vitro . Tali modelli in vitro offrono i vantaggi di un background genetico umano combinato con una manipolazione rapida e semplice, rendendoli molto utili in aggiunta ai modelli animali.

Prove per il ruolo delle varianti del gene EPHX2 nell'anoressia nervosa

Prove per il ruolo delle varianti del gene EPHX2 nell'anoressia nervosa

Soggetti Genetica delle malattie Variazione genetica Disturbi psichiatrici Astratto L'anoressia nervosa (AN) e i relativi disturbi alimentari sono condizioni neuropsichiatriche complesse e multifattoriali con probabili determinanti genetici e ambientali rari e comuni. Per identificare le varianti genetiche associate all'AN, abbiamo perseguito una serie di studi di sequenziamento e genotipizzazione incentrati sulle regioni codificanti e sulla sequenza a monte di 152 geni candidati in un totale di 1205 casi AN e controlli del 1948

Modulazione di reti comportamentali mediante inattivazione selettiva interneuronale

Modulazione di reti comportamentali mediante inattivazione selettiva interneuronale

Soggetti Neuroscienze molecolari Disturbi psichiatrici Astratto I disturbi allergici dell'acido gamma-aminobutirrico (GABA) sono caratteristiche distintive della schizofrenia e di altri disturbi neuropsichiatrici e comprendono molteplici tipi di cellule interneuronali. Utilizzando la tecnologia di silenziamento batterico del cromosoma artificiale, miRNA abbiamo generato linee di topo transgenico che sopprimono l'acido glutammico decarbossilasi 1 (GAD1) ​​in colecistochininina (CCK) o interneuroni che esprimono il neuropeptide Y (NPY). An

Regolazione molecolare e cellulare dei neuroni ipotalamici della melanocortina che controllano l'assunzione di cibo e il metabolismo energetico

Regolazione molecolare e cellulare dei neuroni ipotalamici della melanocortina che controllano l'assunzione di cibo e il metabolismo energetico

Soggetti Metabolismo energetico Comportamento alimentare Disturbi metabolici Disturbi psichiatrici Astratto Il cervello riceve e integra informazioni ambientali e metaboliche, trasforma questi segnali in adeguate attività dei circuiti neuronali e genera comportamenti fisiologici per promuovere l'omeostasi energetica.

Regolazione astrocitica disfunzionale della trasmissione del glutammato in un modello di depressione del ratto

Regolazione astrocitica disfunzionale della trasmissione del glutammato in un modello di depressione del ratto

Soggetti Biologia cellulare Depressione Trasmissione sinaptica Astratto La depressione è generalmente associata ad alterazioni del sistema monoaminergico. Tuttavia, nuove evidenze suggeriscono il coinvolgimento del sistema glutamatergico nell'eziologia della depressione. Qui abbiamo esplorato il sistema glutamatergico in un modello di ratto di depressione (cioè la linea sensibile flinders (FSL)) per rivelare il meccanismo alla base degli aspetti emotivi e cognitivi associati alla malattia.

Identificazione di biomarcatori del sangue per disturbi dell'umore mediante genomica funzionale convergente

Identificazione di biomarcatori del sangue per disturbi dell'umore mediante genomica funzionale convergente

L'articolo originale è stato pubblicato il 26 febbraio 2008 Correzione a: Molecular Psychiatry (2009) 14, 156–174; doi: 10.1038 / mp.2008.11 In seguito alla pubblicazione dell'articolo sopra, gli autori hanno notato una mancanza di allineamento corretto di una mappa di calore e una colonna di numeri durante l'apposizione per generare la Figura 3a. L

Catastrofe di massa e psichiatria da disastro

Catastrofe di massa e psichiatria da disastro

Soggetti Psicologia Stress e resilienza Trauma Astratto Questo documento discute il ruolo vitale della psichiatria delle catastrofi nelle strutture in evoluzione per la preparazione e la risposta nei settori della gestione delle catastrofi. Gli autori affrontano il ruolo della scienza e dell'esperienza nell'affrontare le tragedie della catastrofe di massa, la necessità di sistemi e le sfide dell'integrazione dei contributi di salute mentale nei requisiti pratici per la sopravvivenza, l'aiuto, la gestione delle emergenze e infine il recupero.

Uno studio di associazione a livello del genoma su una popolazione svedese fornisce supporto per un maggiore coinvolgimento di CNV e MHC nella schizofrenia rispetto al disturbo bipolare

Uno studio di associazione a livello del genoma su una popolazione svedese fornisce supporto per un maggiore coinvolgimento di CNV e MHC nella schizofrenia rispetto al disturbo bipolare

Soggetti Studi di associazione su tutto il genoma MHC Disturbi psichiatrici Variazione strutturale Astratto La schizofrenia (SCZ) e il disturbo bipolare (BD) sono disturbi psichiatrici altamente ereditabili con loci suscettibili sovrapposti e sintomatologia. Abbiamo condotto uno studio di associazione su tutto il genoma (GWAS) di questi disturbi in un ampio campione svedese

Lunghezza dei telomeri e reattività del cortisolo nei bambini di madri depresse

Lunghezza dei telomeri e reattività del cortisolo nei bambini di madri depresse

Soggetti Marcatori predittivi Astratto Un corpus crescente di ricerche dimostra che gli individui con diagnosi di disturbo depressivo maggiore (MDD) sono caratterizzati da una lunghezza ridotta dei telomeri, che è stata postulata alla base dell'associazione tra depressione e aumento dei casi di malattia medica.

La disconnessione dell'amigdalar potrebbe essere alla base della resilienza allo stress nel topo knockout Ahi1: conclusioni da uno studio di risonanza magnetica funzionale allo stato di riposo

La disconnessione dell'amigdalar potrebbe essere alla base della resilienza allo stress nel topo knockout Ahi1: conclusioni da uno studio di risonanza magnetica funzionale allo stato di riposo

Soggetti Amygdala Risonanza magnetica funzionale Stress e resilienza Connettività funzionale imaging a risonanza magnetica confrontando Ahi1 +/− e mappe di semi di amigdala di tipo selvaggio durante lo stato di riposo. I voxel per i quali sono state ottenute significative differenze tra i gruppi sono proiettati in una vista coronale e rappresentati a colori. I

Disturbi dello spettro autistico e tratti autistici condividono genetica e biologia

Disturbi dello spettro autistico e tratti autistici condividono genetica e biologia

Soggetti Disturbi dello spettro autistico Genetica Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 20 giugno 2017 Astratto Disturbi dello spettro autistico (ASD) e tratti autistici nella popolazione generale possono condividere fattori di suscettibilità genetica. In questo studio, abbiamo studiato tale potenziale sovrapposizione sulla base di varianti genetiche comuni.

Il motivo NAP della proteina neuroprotettiva dipendente dall'attività (ADNP) regola le spine dendritiche attraverso le proteine ​​di legame all'estremità dei microtubuli

Il motivo NAP della proteina neuroprotettiva dipendente dall'attività (ADNP) regola le spine dendritiche attraverso le proteine ​​di legame all'estremità dei microtubuli

Soggetti Biochimica Astratto Il motivo NAP della proteina neuroprotettiva dipendente dall'attività (ADNP) ha migliorato i punteggi di memoria nei pazienti affetti da lieve deficit cognitivo e attività protette della vita quotidiana nei pazienti schizofrenici, rafforzando il trasporto assonale dipendente dai microtubuli (MT), nei topi e nelle mosche.

La connettività multimodale del complesso ippocampale nelle allucinazioni uditive e visive

La connettività multimodale del complesso ippocampale nelle allucinazioni uditive e visive

Soggetti Manifestazioni neurologiche Schizofrenia Astratto Le allucinazioni costituiscono uno dei sintomi più rappresentativi e invalidanti della schizofrenia. Numerosi risultati della risonanza magnetica (MRI) supportano l'ipotesi che modelli distinti di connettività, in particolare all'interno di reti che coinvolgono il complesso dell'ippocampo (HC), potrebbero essere associati a diverse modalità allucinatorie. L

Gli interneuroni di parvalbumina corticale a spiga rapida avvolti nella rete perineuronale esprimono le metallopeptidasi Adamts8, Adamts15 e Neprilysin

Gli interneuroni di parvalbumina corticale a spiga rapida avvolti nella rete perineuronale esprimono le metallopeptidasi Adamts8, Adamts15 e Neprilysin

Soggetti Neuroscienza Astratto L'ibridazione in situ Allen Mouse Brain Atlas è stata estratta per proteasi espresse nella corteccia cerebrale somatosensoriale. Tra i 480 geni che codificano per proteasi / peptidasi, solo quattro sono stati trovati arricchiti in interneuroni corticali: codifica Reln per reelin; Adamts8 e Adamts15 appartenenti alla classe delle proteasi della metzincina coinvolte nel rimodellamento della rete perineuronale (PNN) e della codifica Mme per la neprilisina, il peptide β-amiloide che degrada gli enzimi.

Il ruolo dell'immunità nella malattia di Huntington

Il ruolo dell'immunità nella malattia di Huntington

Soggetti malattia di Huntington Infiammazione Neuroimmunologia Astratto La malattia di Huntington (MH) è una malattia neurodegenerativa devastante e incurabile caratterizzata da deficit cognitivi, psichiatrici e motori progressivi. Sebbene la malattia sia stata vista come un disturbo puramente del cervello, ora ci sono prove emergenti che anomalie al di fuori del sistema nervoso centrale sono comunemente osservate nella MH.

Uno studio di associazione su tutto il genoma su SNP comuni e CNV rari nell'anoressia nervosa

Uno studio di associazione su tutto il genoma su SNP comuni e CNV rari nell'anoressia nervosa

Soggetti Studi di associazione su tutto il genoma Disturbi psichiatrici Astratto L'anoressia nervosa (AN) è una malattia mentale con elevata mortalità che colpisce più comunemente le femmine adolescenti. I sintomi clinici includono rifiuto cronico di cibo, perdita di peso e distorsioni dell'immagine corporea. A

La segnalazione BDNF-TrkB attraverso la fosforilazione di Erk1 / 2MAPK media il potenziamento della memoria della paura indotta dai glucocorticoidi

La segnalazione BDNF-TrkB attraverso la fosforilazione di Erk1 / 2MAPK media il potenziamento della memoria della paura indotta dai glucocorticoidi

Soggetti Segnalazione cellulare Paura condizionata Fattori neurotrofici Disturbi psichiatrici Astratto L'attivazione dei recettori glucocorticoidi (GR) da parte degli ormoni glucocorticoidi (GC) migliora le memorie di paura contestuali attraverso l'attivazione della via di segnalazione MAPK Erk1 / 2

Il data mining dello studio GWA e la replicazione indipendente identificano il 5 associato a cardiomiopatia (CMYA5) come gene a rischio per la schizofrenia

Il data mining dello studio GWA e la replicazione indipendente identificano il 5 associato a cardiomiopatia (CMYA5) come gene a rischio per la schizofrenia

Soggetti Studi di associazione su tutto il genoma Fattori di rischio Schizofrenia Astratto Abbiamo condotto analisi di data mining utilizzando i Clinical Antipsychotic Trials of Intervention Effectiveness (CATIE) e la genetica molecolare dello studio di associazione su tutto il genoma della schizofrenia supportato dal set di dati di schizofrenia della rete di informazioni sull'associazione genetica (MGS-GAIN) ed eseguito la prioritizzazione bioinformatica per tutti i marker con valori P 0, 05 in entrambi i set di dati.

APOE2 migliora la neuroprotezione contro il morbo di Alzheimer attraverso molteplici meccanismi molecolari

APOE2 migliora la neuroprotezione contro il morbo di Alzheimer attraverso molteplici meccanismi molecolari

Soggetti Il morbo di Alzheimer biomarkers Neuroscienze molecolari Astratto La variante del gene APOE2 comune è neuroprotettiva contro la malattia di Alzheimer (AD) e riduce il rischio di quasi il 50%. Tuttavia, i meccanismi con cui APOE2 conferisce la neuroprotezione sono in gran parte sconosciuti. Qui abbiamo dimostrato che l'abbondanza di proteine ​​ApoE nella corteccia post mortem umana segue uno schema isoformo-dipendente (E2> E3> E4). Abb

Analisi di associazione della regione candidata al cromosoma 4p15 – p16 per disturbo bipolare e schizofrenia

Analisi di associazione della regione candidata al cromosoma 4p15 – p16 per disturbo bipolare e schizofrenia

Astratto Diversi studi di collegamento indipendenti hanno identificato il cromosoma 4p15-p16 come una regione putativa di suscettibilità al disturbo bipolare (BP), alla schizofrenia (SCZ) e ai fenotipi correlati. In precedenza, abbiamo identificato due sottoregioni (B e D) della regione 4p15 – p16 che sono condivise da tre delle quattro famiglie collegate a 4p esaminate. Q

Reelin, una proteina della matrice extracellulare collegata a malattie psichiatriche a esordio precoce, guida lo sviluppo postnatale della corteccia prefrontale tramite GluN2B-NMDAR e il percorso mTOR

Reelin, una proteina della matrice extracellulare collegata a malattie psichiatriche a esordio precoce, guida lo sviluppo postnatale della corteccia prefrontale tramite GluN2B-NMDAR e il percorso mTOR

Soggetti Apprendimento e memoria Neuroscienze molecolari Disturbi psichiatrici Plasticità sinaptica Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 22 ottobre 2013 Astratto La matrice extracellulare cerebrale difettosa (ECM) è un fattore di vulnerabilità in varie malattie psichiatriche come la schizofrenia, la depressione e l'autismo. La

La PET amiloide prevede l'inibizione della formazione della placca de novo nel trattamento del modulatore γ-secretasi cronico

La PET amiloide prevede l'inibizione della formazione della placca de novo nel trattamento del modulatore γ-secretasi cronico

Soggetti Neuroscienza Astratto In uno studio di tomografia a emissione di positroni (PET) con il tracciante β-amiloide (Aβ) [ 18 F] -florbetaben, abbiamo precedentemente dimostrato che la deposizione di Aβ in topi transgenici che esprimono topi APP (Swe-APP) mutanti svedesi può essere rintracciata in vivo . I

Il genotipo del trasportatore della serotonina è associato a fenotipi cerebrali intermedi che dipendono dal contesto di sollecitazione del fattore di stress

Il genotipo del trasportatore della serotonina è associato a fenotipi cerebrali intermedi che dipendono dal contesto di sollecitazione del fattore di stress

Astratto Un allele variante nella regione del promotore del gene trasportatore della serotonina, SLC6A4 , l'allele s , è associato ad una maggiore vulnerabilità per sviluppare tratti ansiosi e depressione. Inoltre, gli studi di imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI) rivelano che i portatori di s hanno una maggiore reattività dell'amigdala in risposta a stimoli avversi, che si ritiene sia un fenotipo intermedio che media le influenze dell'allele s sull'emotività. Ab

Scartare o non scartare: la base neurale dei sintomi di accumulo nel disturbo ossessivo-compulsivo

Scartare o non scartare: la base neurale dei sintomi di accumulo nel disturbo ossessivo-compulsivo

Astratto Studi preliminari di neuroimaging suggeriscono che i pazienti con la "sindrome da accaparramento compulsivo" possono essere una variante neurobiologicamente distinta del disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), ma sono necessarie ulteriori ricerche. Un totale di 29 pazienti con disturbo ossessivo compulsivo (13 con e 16 senza eminenti sintomi di accaparramento) e 21 controlli sani di entrambi i sessi hanno partecipato a due esperimenti di imaging a risonanza magnetica funzionale consistenti nella provocazione di ansia legata all'accaparramento e non correlata ai sintomi (cont

Denso studio di associazione SNP per il disturbo bipolare I sul cromosoma 18p11 suggerisce due loci con trasmissione paterna in eccesso

Denso studio di associazione SNP per il disturbo bipolare I sul cromosoma 18p11 suggerisce due loci con trasmissione paterna in eccesso

Astratto Gli effetti dei genitori di origine sono stati implicati come mediatori della suscettibilità genetica per un numero di fenotipi di malattie complesse, incluso il disturbo bipolare. In particolare, l'evidenza del legame con il cromosoma 18 viene modificata quando nell'analisi viene accolto il genitore di origine allelico.

Ligandi del recettore del glutammato metabotropico di gruppo II come farmaci ausiliari nel trattamento della depressione: una nuova strategia per abbreviare la latenza dei farmaci antidepressivi?

Ligandi del recettore del glutammato metabotropico di gruppo II come farmaci ausiliari nel trattamento della depressione: una nuova strategia per abbreviare la latenza dei farmaci antidepressivi?

La depressione unipolare è un grave problema di salute pubblica e sarà la seconda causa più diffusa di disabilità indotta dalla malattia entro il 2020 secondo l'Organizzazione mondiale della sanità. Esistono diversi farmaci antidepressivi che sono efficaci e relativamente sicuri, ma richiedono tutti una lunga latenza (di solito 3-4 settimane) per migliorare i sintomi depressivi. Que

Studi molecolari sul disturbo depressivo maggiore: la prospettiva epigenetica

Studi molecolari sul disturbo depressivo maggiore: la prospettiva epigenetica

Astratto Il disturbo depressivo maggiore (MDD) è un disturbo psichiatrico comune e altamente eterogeneo che comprende uno spettro di sintomi che coinvolgono deficit di una serie di processi cognitivi, psicomotori ed emotivi. Come è la norma per gli studi eziologici sulla maggior parte dei fenotipi psichiatrici, particolare attenzione è caduta sull'interazione tra fattori genetici e ambientali. V

Il costo di un gran numero di test di ipotesi su potenza, dimensione dell'effetto e dimensione del campione

Il costo di un gran numero di test di ipotesi su potenza, dimensione dell'effetto e dimensione del campione

Soggetti Economia Studi di associazione su tutto il genoma metodi statistici Astratto I progressi nella biologia ad alto rendimento e nell'informatica stanno guidando un aumento esponenziale del numero di test di ipotesi in genomica e altre discipline scientifiche. Gli studi che utilizzano le attuali piattaforme di genotipizzazione includono frequentemente un milione o più test.

Il recettore del dominio discoidina 1 come un nuovo gene di suscettibilità per la schizofrenia

Il recettore del dominio discoidina 1 come un nuovo gene di suscettibilità per la schizofrenia

Astratto Le prove suggeriscono che le alterazioni della mielina potrebbero predisporre alla schizofrenia. Espressione ridotta di diversi geni mielinici è stata osservata nei pazienti con schizofrenia. Recentemente, abbiamo identificato il recettore del dominio discoidin 1 ( DDR1 ; situato nel cromosoma umano 6p21.

I mutanti condizionati di topo evidenziano i meccanismi degli effetti dell'ormone che rilasciano corticotropina sul comportamento di stress-coping

I mutanti condizionati di topo evidenziano i meccanismi degli effetti dell'ormone che rilasciano corticotropina sul comportamento di stress-coping

Astratto L'ipersecrezione dell'ormone di rilascio di corticotropina centrale (CRH) è stata implicata nella fisiopatologia dei disturbi affettivi. Entrambi, studi di base e clinici hanno suggerito che l'interruzione della segnalazione di CRH attraverso i recettori di tipo 1 CRH (CRH-R1) può migliorare le condizioni cliniche legate allo stress.

Il ruolo della leptina nell'anoressia nervosa: implicazioni cliniche

Il ruolo della leptina nell'anoressia nervosa: implicazioni cliniche

Astratto La leptina è un ormone con funzioni pleiotropiche che colpisce diversi tessuti. Poiché la leptina ha un ruolo cruciale nell'adattamento di un organismo alla semi-fame, l'anoressia nervosa (AN) funge da disordine modello per chiarire le implicazioni funzionali dell'ipoleptinemia; viceversa , diversi sintomi nei pazienti con questo disturbo alimentare sono correlati ai bassi livelli di leptina, che sono caratteristici della AN acuta.

Un modello neurale di regolazione automatica e volontaria delle emozioni: implicazioni per la comprensione della patofisiologia e dello sviluppo neurologico del disturbo bipolare

Un modello neurale di regolazione automatica e volontaria delle emozioni: implicazioni per la comprensione della patofisiologia e dello sviluppo neurologico del disturbo bipolare

Astratto La capacità di regolare le emozioni è una parte importante del funzionamento adattivo nella società. I progressi nella neuroscienza cognitiva e affettiva e nella psichiatria biologica hanno facilitato l'esame dei sistemi neurali che possono essere importanti per la regolazione delle emozioni. I

Psichiatria molecolare: venti anni di progressi dalla panchina alla clinica

Psichiatria molecolare: venti anni di progressi dalla panchina alla clinica

Soggetti Conferenze e incontri Psicologia Il campo della psichiatria si è evoluto immensamente negli ultimi 20 anni, la durata della nostra rivista. Questo numero - parte del nostro volume commemorativo del ventesimo anniversario - attesta tali progressi, con titoli di articoli che parlano da soli, rivelando l'incredibile scienza che sta alla base della psichiatria contemporanea e la sua immediata rilevanza per la pratica clinica: "Litio nel trattamento del disturbo bipolare: farmacologia e farmacogenetica" 'Kraepelin rivisitato: schizofrenia dalla degenerazione alla rigeneraz

DAOA ARG30LYS e funzione di memoria verbale nella schizofrenia

DAOA ARG30LYS e funzione di memoria verbale nella schizofrenia

Una recente meta-analisi dei risultati dell'associazione per DAOA suggerisce che i polimorfismi a rischio multiplo all'interno del gene stanno contribuendo alla suscettibilità alla schizofrenia. 1 In particolare, questa meta-analisi ha identificato l'associazione con polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) a valle dell'estremità 3 'del gene (rs3918342 (M23) e rs1421292 (M24)) e con SNP all'estremità 5' del gene (rs3916965 ( M12) nella regione del promotore putativo e rs2391191 (M15) nell'esone 2). O

Cambiamenti molecolari e anatomici dinamici nel recettore dei glucocorticoidi nello sviluppo corticale umano

Cambiamenti molecolari e anatomici dinamici nel recettore dei glucocorticoidi nello sviluppo corticale umano

Soggetti Sviluppo del sistema nervoso Recettori nucleari Disturbi psichiatrici Astratto Il recettore dei glucocorticoidi (GR) ha un ruolo critico nel determinare la capacità del cervello di rispondere allo stress ed è stato implicato nella patogenesi della malattia psichiatrica. Abbiamo ipotizzato che si verifichino cambiamenti chiave nel GR corticale durante l'adolescenza e la giovane età adulta, in un momento in cui gli individui sono a maggior rischio di sviluppare schizofrenia, disturbo bipolare e depressione maggiore. A

Rare più comuni varianti SERT nel disturbo ossessivo-compulsivo

Rare più comuni varianti SERT nel disturbo ossessivo-compulsivo

Il gene trasportatore della serotonina ( SERT , SLC6A4 ) rimane un candidato di grande interesse nel disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) poiché i pazienti con il disturbo rispondono agli agenti che potenziano la serotonina del sistema nervoso centrale, come gli inibitori selettivi del reuptake della serotoning o la clomipramina.

Resequenziamento sistematico di geni sinaptici del cromosoma X nel disturbo dello spettro autistico e nella schizofrenia

Resequenziamento sistematico di geni sinaptici del cromosoma X nel disturbo dello spettro autistico e nella schizofrenia

Soggetti Varianti rare Schizofrenia sequencing Astratto Il disturbo dello spettro autistico (ASD) e la schizofrenia (SCZ) sono due comuni sindromi neurosviluppo che derivano dagli effetti combinati di fattori ambientali e genetici. Abbiamo deciso di testare l'ipotesi che rare varianti in molti geni diversi, comprese le varianti de novo , potrebbero predisporre a queste condizioni in una frazione dei casi

La meta-analisi indica che varianti comuni nel locus DISC1 non sono associate alla schizofrenia

La meta-analisi indica che varianti comuni nel locus DISC1 non sono associate alla schizofrenia

Astratto Diversi polimorfismi nel gene Disrupted -in-Schizophrenia-1 ( DISC1 ) sono associati alla schizofrenia. Tuttavia, ad oggi, ci sono stati pochi sforzi per valutare sistematicamente le prove per l'associazione. Abbiamo effettuato una meta-analisi basata sull'imputazione, la più completa fino ad oggi, utilizzando i dati raccolti da 10 studi sui geni candidati e tre studi di associazione a livello del genoma contenenti un totale di 11 626 casi e 15 237 controlli.

Azione coordinata di DISC1, PDE4B e GSK3β nella modulazione della segnalazione cAMP

Azione coordinata di DISC1, PDE4B e GSK3β nella modulazione della segnalazione cAMP

Soggetti Segnalazione cellulare Neuroscienze molecolari Disturbi psichiatrici Disrupted-in-Schizophrenia-1 (DISC1) è un fattore di rischio per le principali malattie mentali, tra cui schizofrenia e depressione. 1 DISC1 interagisce con più proteine ​​coinvolte nelle vie di segnalazione intracellulare, tra cui due enzimi cAMP phosphodiesterase-4 (PDE4) 2 e il glicogeno sintasi chinasi-3β (GSK3β), 3 che sono inibiti dal prototipo antidepressivo / antipsicotico Rolipram 4 e dallo stabilizzatore dell'umore Lithium (LiCl), 5 rispettivamente. La ste

La supplementazione di acidi grassi Omega-3 modifica l'attività della fosfolipasi A2 intracellulare e i profili di acidi grassi di membrana in soggetti a rischio ultra elevato di psicosi

La supplementazione di acidi grassi Omega-3 modifica l'attività della fosfolipasi A2 intracellulare e i profili di acidi grassi di membrana in soggetti a rischio ultra elevato di psicosi

Soggetti Acidi grassi Supplementi nutrizionali Psicosi Astratto L'identificazione di un profilo di rischio ultra-elevato (UHR) per la psicosi e una maggiore comprensione del suo prodromo hanno portato a un crescente interesse nei primi interventi per ritardare o prevenire l'insorgenza di malattie psicotiche

Un predittore a base di sangue per il carico neocorticale di Aβ nella malattia di Alzheimer: risultati dello studio AIBL

Un predittore a base di sangue per il carico neocorticale di Aβ nella malattia di Alzheimer: risultati dello studio AIBL

Soggetti Il morbo di Alzheimer Marcatori predittivi Astratto La demenza è un'epidemia globale con la malattia di Alzheimer (AD) che è la causa principale. L'identificazione precoce dei pazienti a rischio di sviluppare l'AD sta diventando una priorità internazionale. Il carico neocorticale di Aβ (β-amiloide extracellulare) (NAB), valutato mediante tomografia ad emissione di positroni (PET), rappresenta uno di questi marker per l'identificazione precoce. Que

Lo stress acuto aumenta rapidamente il pool facilmente rilasciabile di vescicole di glutammato nella corteccia prefrontale e frontale attraverso l'azione non genomica del corticosterone

Lo stress acuto aumenta rapidamente il pool facilmente rilasciabile di vescicole di glutammato nella corteccia prefrontale e frontale attraverso l'azione non genomica del corticosterone

Soggetti Neuroendocrinology Stress e resilienza Traffico di vescicole L'aumento del corticosterone (CORT) indotto da stress acuto provoca nei terminali sinaptici della corteccia prefrontale e frontale un rapido aumento del traffico di vescicole nel pool prontamente rilasciabile (RRP) di vescicole di glutammato, con conseguente aumento delle dimensioni del RRP

Associazione di DISC1 con autismo e sindrome di Asperger

Associazione di DISC1 con autismo e sindrome di Asperger

Astratto Il gene DISC1 a 1q42 ha generato un notevole interesse per varie malattie psichiatriche, poiché si è scoperto che una traslocazione equilibrata che interrompe il gene si aggrega alla schizofrenia e alle relative malattie mentali in un grande pedigree scozzese. Ad oggi, i risultati di collegamento e associazione con questo locus sono stati replicati in numerosi campioni di studio accertati per disturbi psicotici.

L'impatto del polimorfismo del gene CACNA1C sulla funzione frontolimbica nel disturbo bipolare

L'impatto del polimorfismo del gene CACNA1C sulla funzione frontolimbica nel disturbo bipolare

Soggetti Amygdala Disordine bipolare Variazione genetica Gli studi di associazione a livello del genoma nel disturbo bipolare (BD) 1 hanno implicato un polimorfismo a singolo nucleotide (rs1006737, G → A) nel gene CACNA1C , che codifica per la subunità alfa 1c (CAV1.2) della tensione-gated, L tipo di canale di calcio. S

La carente autofagia nella microglia compromette la potatura sinaptica e causa difetti comportamentali sociali

La carente autofagia nella microglia compromette la potatura sinaptica e causa difetti comportamentali sociali

Soggetti Disturbi dello spettro autistico Astratto I disturbi dello spettro autistico (ASD) sono disturbi dello sviluppo neurologico causati da vari fattori genetici e ambientali che provocano anomalie sinaptiche. Si suggerisce che lo sviluppo di ASD coinvolga microglia, che ha un ruolo nella raffinatezza sinaptica durante lo sviluppo

Cambiamenti morfologici cerebrali associati all'esposizione a HSV1 nella schizofrenia del primo episodio

Cambiamenti morfologici cerebrali associati all'esposizione a HSV1 nella schizofrenia del primo episodio

Astratto Gli agenti infettivi sono stati proposti come uno dei fattori di rischio per la schizofrenia. Tuttavia, i dati sull'associazione di agenti infettivi con alterazioni cerebrali in vivo sono scarsi. Abbiamo valutato l'associazione delle evidenze sierologiche dell'esposizione al virus dell'herpes simplex 1 (HSV1) con variazioni strutturali del cervello in vivo tra i pazienti affetti da disturbo schizoaffettivo / schizoaffettivo / primo schizoaffettivo del primo episodio e i soggetti di controllo

Mappatura dell'associazione del genoma intero dell'espressione genica nella corteccia prefrontale umana

Mappatura dell'associazione del genoma intero dell'espressione genica nella corteccia prefrontale umana

Soggetti Mappatura genetica Corteccia prefrontale Le variazioni nell'espressione genica tra gli individui possono avere molteplici implicazioni a valle, incluso un effetto sul rischio di malattia. La "genomica genetica" (o genetica delle espressioni) utilizza metodi di collegamento e associazione per mappare i fenotipi dell'espressione genica, collegando le varianti genetiche ai loci dei caratteri quantitativi di espressione (eQTL)

Disturbi mentali, comorbilità e comportamento suicidario: risultati della replica del National Comorbidity Survey

Disturbi mentali, comorbilità e comportamento suicidario: risultati della replica del National Comorbidity Survey

Astratto I disturbi mentali sono tra i più forti predittori di tentativi di suicidio. Tuttavia, si sa poco su quali disturbi sono associati in modo univoco al comportamento suicidario a causa degli alti livelli di comorbilità psichiatrica. Abbiamo esaminato le associazioni uniche tra i singoli disturbi e il conseguente comportamento suicidario (ideazione, piani e tentativi di suicidio) utilizzando i dati del National Comorbidity Survey Replication, un sondaggio nazionale rappresentativo nazionale di 9282 adulti statunitensi.

Determinanti della depressione nei social network

Determinanti della depressione nei social network

Soggetti Depressione Sociologia L'articolo originale è stato pubblicato il 16 marzo 2010 Correzione a: pubblicazione online anticipata della psichiatria molecolare , 16 marzo 2010; doi: 10.1038 / mp.2010.13 Dalla pubblicazione online del documento di cui sopra, gli autori hanno notato che nei ringraziamenti mancava il seguente testo: Questo lavoro è stato supportato da una sovvenzione NIH (P01 AG31093) del National Institute on Aging e da una sovvenzione del Pioneer Portfolio della Robert Wood Johnson Foundation.

Metilazione dell'istone e riduzione dell'espressione di TrkB.T1 nella corteccia frontale orbitale dei completatori di suicidi

Metilazione dell'istone e riduzione dell'espressione di TrkB.T1 nella corteccia frontale orbitale dei completatori di suicidi

La riduzione dell'espressione di TrkB e TrkB.T1 a lunghezza intera è stata implicata nel suicidio e nella depressione maggiore e ciò può essere dovuto a un meccanismo epigenetico. 1, 2, 3 Si ritiene che la metilazione di alcuni residui di istone riduca la trascrizione nel DNA vicino al complesso dell'istone. I

Lo stress aggrava il morbo di Parkinson sperimentale

Lo stress aggrava il morbo di Parkinson sperimentale

Soggetti Depressione morbo di Parkinson patogenesi Stress e resilienza L'influenza dello stress della vita sulla progressione della malattia di Parkinson (MdP) ha ricevuto scarsa attenzione. Qui, abbiamo esaminato gli effetti dello stress variabile cronico (CVS), un modello animale ampiamente usato che ricapitola i sintomi fondamentali della depressione, nel corso della degenerazione neuronale e dei deficit comportamentali in un modello di neurotossina di ratto del PD

Anomalie del volume cerebrale subcorticale in 2028 soggetti con schizofrenia e 2540 controlli sani tramite il consorzio ENIGMA

Anomalie del volume cerebrale subcorticale in 2028 soggetti con schizofrenia e 2540 controlli sani tramite il consorzio ENIGMA

Soggetti Neuroscienza Schizofrenia L'articolo originale è stato pubblicato il 02 giugno 2015 Correzione a: Molecular Psychiatry (2015); pubblicazione online anticipata il 2 giugno 2015; doi: 10.1038 / mp.2015.63 Dopo la pubblicazione dell'articolo sopra, gli autori hanno notato che il cognome del quarantatreesimo autore era presentato in modo errato.

Profilazione dell'espressione a livello del genoma della schizofrenia usando una grande coorte combinata

Profilazione dell'espressione a livello del genoma della schizofrenia usando una grande coorte combinata

Soggetti Profilazione dell'espressione genica Schizofrenia Astratto Numerosi studi hanno esaminato i profili di espressione genica nei campioni di cervello umano post mortem da individui con schizofrenia rispetto a controlli sani, per ottenere informazioni sui meccanismi molecolari della malattia

Effetti dell'antagonista del recettore mu-oppioide GSK1521498 sul comportamento alimentare edonico e consumatorio: una prova dello studio del meccanismo in soggetti obesi che mangiano binge

Effetti dell'antagonista del recettore mu-oppioide GSK1521498 sul comportamento alimentare edonico e consumatorio: una prova dello studio del meccanismo in soggetti obesi che mangiano binge

Soggetti Obesità Farmacogenetica Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 30 settembre 2014 Astratto Il sistema oppioide è implicato nella trasformazione edonica e motivazionale del cibo, e nel binge eating, un comportamento fortemente legato all'obesità. Lo scopo di questo studio era di valutare gli effetti di 4 settimane di trattamento con l'antagonista del recettore mu-oppioide GSK1521498 sul comportamento alimentare nei soggetti obesi che mangiano in modo incontrollato. Gl

Collegamenti modificati sulla strada della psicopatia

Collegamenti modificati sulla strada della psicopatia

Astratto La psicopatia è fortemente associata a gravi comportamenti criminali (ad esempio stupri e omicidi) e recidiva. Tuttavia, le basi biologiche della psicopatia rimangono scarsamente comprese. Studi precedenti hanno suggerito che la disfunzione dell'amigdala e / o della corteccia orbitofrontale (OFC) può essere alla base della psicopatia.

Studio di associazione del genoma intero sul disturbo bipolare

Studio di associazione del genoma intero sul disturbo bipolare

Astratto Abbiamo eseguito una scansione di associazione su tutto il genoma in 1461 pazienti con disturbo bipolare (BP) 1, controlli del 2008 tratti dal Programma di miglioramento del trattamento sistematico per il disturbo bipolare e raccolte di campioni dell'University College London con genotipizzazione riuscita per 372 193 polimorfismi a singolo nucleotide (SNP)

Imaging del connettoma per la mappatura dei percorsi del cervello umano

Imaging del connettoma per la mappatura dei percorsi del cervello umano

Soggetti Biotecnologia Neuroscienza Astratto Con il rapido progresso delle tecniche di imaging del connettoma, abbiamo l'opportunità di mappare le vie del cervello umano in vivo a una risoluzione senza precedenti. In questo articolo passiamo in rassegna gli attuali sviluppi dell'imaging a risonanza magnetica a diffusione (MRI) per la ricostruzione di percorsi anatomici negli studi sul connettoma.

La somministrazione di SSRI riduce la connettività funzionale dello stato di riposo nella corteccia prefrontale dorso-mediale

La somministrazione di SSRI riduce la connettività funzionale dello stato di riposo nella corteccia prefrontale dorso-mediale

Soggetti Depressione Terapia farmacologica Meccanismo di azione Fisiologia neuronale Recenti evidenze suggeriscono che un'area nella corteccia prefrontale mediale dorsale (nesso dorsale) mostra drammatici aumenti della connettività attraverso una rete di regioni cerebrali in pazienti depressi durante lo stato di riposo; 1 si suggerisce che questo aumento della connettività rappresenti il ​​cablaggio a caldo delle aree coinvolte in disparate funzioni cognitive ed emotive. 1, 2

Cervello cambiamenti strutturali come fattori di vulnerabilità e segni acquisiti di stress post-terremoto

Cervello cambiamenti strutturali come fattori di vulnerabilità e segni acquisiti di stress post-terremoto

Soggetti Cervello Manifestazioni neurologiche patogenesi Disturbo post traumatico da stress Astratto Molti sopravvissuti a gravi catastrofi, anche quelli senza disturbo post traumatico da stress (PTSD), hanno bisogno di supporto psicologico. Per comprendere la patogenesi dei sintomi del PTSD e prevenire lo sviluppo del PTSD, il problema fondamentale è distinguere le anomalie neurologiche come fattori di vulnerabilità dai segni acquisiti dei sintomi del PTSD nella fase iniziale dell'adattamento al trauma nella popolazione normale.

Gli effetti dello stress sulle cellule staminali cerebrali e surrenali

Gli effetti dello stress sulle cellule staminali cerebrali e surrenali

Soggetti neurogenesi Cellule staminali Stress e resilienza L'articolo originale è stato pubblicato il 26 gennaio 2016 Correzione di: psichiatria molecolare ; pubblicazione online anticipata, 26 gennaio 2016; doi: 10.1038 / mp.2015.230 Dopo la pubblicazione dell'articolo sopra, gli autori hanno notato che il nome del primo autore è stato presentato in modo errato.

Piccolo, ma non perfettamente formato: diminuzione della concentrazione di sostanza bianca nei ragazzi con tendenze psicopatiche

Piccolo, ma non perfettamente formato: diminuzione della concentrazione di sostanza bianca nei ragazzi con tendenze psicopatiche

Soggetti Imaging del cervello Disturbi psichiatrici Studi di neuroimaging su psicopatici adulti hanno mostrato anomalie della sostanza bianca nei circuiti neurali fronto-temporali critici per l'elaborazione emotiva, ma non è noto se i bambini che mostrano tendenze psicopatiche presentino anomalie della sostanza bianca.

Nuovi geni associati alla schizofrenia nella formazione dei neuriti: una revisione degli esperimenti di coltura cellulare

Nuovi geni associati alla schizofrenia nella formazione dei neuriti: una revisione degli esperimenti di coltura cellulare

Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 27 agosto 2007 Astratto Nuovi geni associati costantemente alla schizofrenia includono NRG1, Akt, DISC-1 e dysbindin-1. Poiché questi geni partecipano alla neurotrasmissione, alla neuroplasticità e al neurosviluppo, non è stato facile chiarire quali di questi ruoli siano anormali nei pazienti con schizofrenia. La

DISC-1 Leu607 Gli alleli influenzano in modo differenziale la localizzazione centrosomiale del PCM1 e il rilascio di neurotrasmettitori

DISC-1 Leu607 Gli alleli influenzano in modo differenziale la localizzazione centrosomiale del PCM1 e il rilascio di neurotrasmettitori

Il gene della suscettibilità alla schizofrenia putativa Disrupted-in-schizophrenia 1 (DISC-1) , codifica una proteina pleiotropica con molte localizzazioni subcellulari e presunte funzioni. Si ritiene che un ruolo chiave, la funzione sinaptica, sia dovuto in parte agli effetti sui microtubuli. 1 In questo contesto uno studio recente ha dimostrato che DISC-1 regola il materiale pericentriolare 1 ( PCM1 ; un altro putativo gene della suscettibilità alla schizofrenia 2 ) localizzazione al centrosoma, 3 un organello che funge da centro principale di organizzazione dei microtubuli e che l'assemb

Coinvolgimento del recettore degli estrogeni β nel mantenimento dei neuroni serotoninergici del rafano dorsale

Coinvolgimento del recettore degli estrogeni β nel mantenimento dei neuroni serotoninergici del rafano dorsale

Soggetti Depressione Meccanismo di azione Neuroscienze molecolari Astratto I neuroni serotoninergici del nucleo della rapa dorsale (DR) nel sistema nervoso centrale sono coinvolti nella paura, nell'ansia e nella depressione. La depressione e l'ansia si verificano abbastanza frequentemente nelle donne in postmenopausa, ma la sostituzione degli estrogeni per correggere questi disturbi del SNC non è attualmente favorita perché gli estrogeni comportano un aumento del rischio di cancro al seno.

L'interruzione mirata della racemasi serina influenza la neurotrasmissione e il comportamento glutamatergici

L'interruzione mirata della racemasi serina influenza la neurotrasmissione e il comportamento glutamatergici

Soggetti Schizofrenia Trasmissione sinaptica L'articolo originale è stato pubblicato il 9 dicembre 2008 Correzione a: Molecular Psychiatry (2009) 14 , 719–727; pubblicato online il 9 dicembre 2008; doi: 10.1038 / mp.2008.130 Dopo che l'articolo di cui sopra è stato pubblicato, gli autori hanno notato che la terminologia utilizzata nell'articolo di cui sopra può creare confusione per alcuni lettori. La

Le azioni del diazepam nel VTA migliorano il dominio sociale e la funzione mitocondriale nel nucleo accumbens mediante l'attivazione dei recettori della dopamina D1

Le azioni del diazepam nel VTA migliorano il dominio sociale e la funzione mitocondriale nel nucleo accumbens mediante l'attivazione dei recettori della dopamina D1

Soggetti Neuroscienza Fisiologia Astratto Le benzodiazepine possono migliorare i disturbi sociali e aumentare la competizione sociale, in particolare negli individui ad alto rischio. Tuttavia, i circuiti neurali e i meccanismi alla base degli effetti delle benzodiazepine nella competizione sociale non sono compresi

Vie neurobiologiche che collegano il gene e l'ambiente: disturbo da stress nella prima infanzia

Vie neurobiologiche che collegano il gene e l'ambiente: disturbo da stress nella prima infanzia

L'articolo di Gatt et al. 1 è un ottimo esempio dell'utilizzo di più livelli di dati per comprendere le interazioni gene-ambiente non solo per esaminare la fenomenologia ma anche il suo impatto sulla struttura e sulla funzione del cervello. Gli autori esplorano l'interazione tra stress precoce e il fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) Val66Met polimorfismo sulla struttura del cervello, cognizione e fenomenologia della depressione e dell'ansia in una popolazione non clinica.

Farmacogenomica degli antidepressivi: quali sono le prospettive?

Farmacogenomica degli antidepressivi: quali sono le prospettive?

Soggetti Depressione Terapia farmacologica farmacogenomica In questo numero di Molecular Psychiatry , Kato e Serretti 1 presentano un'analisi altamente meticolosa dello stato dell'arte nella farmacogenomica degli antidepressivi. Con le loro stesse parole, il loro "documento riassume la letteratura disponibile sugli studi farmacogenetici sulla depressione dal punto di vista farmacodinamico (PD) e aggrega tali informazioni in raccomandazioni sintetiche con tecniche di meta-analisi"

Architettura genetica del triptofano umano idrossilasi 2 Gene: esistenza di isoforme neuronali e rilevanza per la depressione maggiore

Architettura genetica del triptofano umano idrossilasi 2 Gene: esistenza di isoforme neuronali e rilevanza per la depressione maggiore

Astratto La neurotrasmissione cerebrale compromessa dalla serotonina è un potenziale componente della diatesi della depressione maggiore. Il triptofano idrossilasi-2 (TPH2), è l'isoenzima biosintetico limitante la velocità della serotonina che viene espresso preferenzialmente nel cervello e causa di una ridotta trasmissione della serotonina. Q

Diminuzione della neurogenesi dell'ippocampo durante la gravidanza: un legame con l'immunità

Diminuzione della neurogenesi dell'ippocampo durante la gravidanza: un legame con l'immunità

Cambiamenti nelle prestazioni cognitive, come deficit nell'apprendimento e nella memoria, sono stati ampiamente riportati nelle donne durante la gravidanza. La maggior parte degli studi precedenti ha attribuito questi cambiamenti alle alterazioni emotive e ormonali, 1, 2 mentre i meccanismi cellulari che sono alla base dei cambiamenti nelle capacità cognitive rimangono in gran parte sconosciuti.

La regione DLK1-DIO3 impressa di 14q32 definisce una firma miRNA associata alla schizofrenia nelle cellule mononucleate del sangue periferico

La regione DLK1-DIO3 impressa di 14q32 definisce una firma miRNA associata alla schizofrenia nelle cellule mononucleate del sangue periferico

Soggetti L'epigenetica miRNA Neutrofili Schizofrenia Astratto I microRNA (miRNA) regolano l'espressione genica a livello post-trascrizionale e sono importanti per coordinare lo sviluppo del sistema nervoso e la funzione neuronale nel cervello maturo. Abbiamo recentemente identificato l'alterazione associata alla schizofrenia della biogenesi corticale del miRNA e l'espressione nel tessuto cerebrale post mortem con implicazioni per la disregolazione dei geni candidati alla schizofrenia

Verso una fenotipizzazione a grana fine del comportamento suicidario: il ruolo dei sottotipi suicidari

Verso una fenotipizzazione a grana fine del comportamento suicidario: il ruolo dei sottotipi suicidari

Soggetti Depressione Psicologia Nonostante i progressi nella valutazione e nella gestione del comportamento suicidario (SB), il suicidio rimane una delle principali cause di morbilità e mortalità negli Stati Uniti e il tasso di suicidi è aumentato drammaticamente negli ultimi 30 anni. 1 Vi sono ampie prove che i pensieri e i comportamenti suicidari sono fenomeni transdiagnostici che possono insorgere anche in assenza di altri disturbi diagnostici di salute mentale. 2

Cattiva replica dei geni candidati per il disturbo depressivo maggiore utilizzando dati di associazione a livello del genoma

Cattiva replica dei geni candidati per il disturbo depressivo maggiore utilizzando dati di associazione a livello del genoma

Soggetti Depressione Studi di associazione su tutto il genoma Astratto I dati dello studio sull'associazione genetica a livello di genoma (GAIN) della Genetic Association Information Network (GWAS) nel disturbo depressivo maggiore (MDD) sono stati usati per esplorare le associazioni di geni candidati e polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) precedentemente segnalate nella MDD

Differenze di genetica e intelligenza: cinque risultati speciali

Differenze di genetica e intelligenza: cinque risultati speciali

Soggetti Genetica Psicologia Astratto L'intelligenza è un costrutto fondamentale nella psicologia differenziale e nella genetica comportamentale e dovrebbe esserlo anche nelle neuroscienze cognitive. È uno dei migliori predittori di importanti risultati di vita come istruzione, occupazione, salute e malattie mentali e fisiche e mortalità. L

La variante supportata dal genoma MIR137 e gravi sintomi negativi prevedono l'appartenenza a un sottotipo cognitivo compromesso della schizofrenia

La variante supportata dal genoma MIR137 e gravi sintomi negativi prevedono l'appartenenza a un sottotipo cognitivo compromesso della schizofrenia

Soggetti Neuroscienza cognitiva Genetica delle malattie Schizofrenia L'articolo originale è stato pubblicato il 26 giugno 2012 Correzione a : pubblicazione online anticipata di Molecular Psychiatry , 26 giugno 2012; doi: 10.1038 / mp.2012.84 Dopo la pubblicazione dell'articolo di cui sopra, è venuto a conoscenza degli autori che avevano erroneamente fatto riferimento ai portatori di allele minori (G) nel campione di studio come "genotipi di rischio", rispetto al rischio putativo di schizofrenia.

Modelli di espressione genica nel sistema limbico di suicidi con e senza depressione maggiore

Modelli di espressione genica nel sistema limbico di suicidi con e senza depressione maggiore

Astratto Il sistema limbico è stato costantemente associato al controllo delle emozioni e ai disturbi dell'umore. L'obiettivo di questo studio era identificare nuovi bersagli molecolari associati al suicidio e alla depressione maggiore utilizzando i microarray di oligonucleotidi nel sistema limbico (amigdala, ippocampo, cingolato grige anteriore (BA24) e cingolo posteriore (BA29)).

Il gene ZNF804A del rischio di schizofrenia non influenza la struttura macroscopica del cervello: uno studio di risonanza magnetica su 892 volontari

Il gene ZNF804A del rischio di schizofrenia non influenza la struttura macroscopica del cervello: uno studio di risonanza magnetica su 892 volontari

Soggetti Genetica delle malattie Schizofrenia Il polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) rs1344706 nel gene ZNF804A è stato il primo SNP a raggiungere un significato inequivocabile a livello del genoma per la schizofrenia, ma si sa poco su come conferisca suscettibilità. Qui, abbiamo cercato i correlati neuroanatomici di rs1344706 e di altri SNP attraverso il gene, in un ampio set di dati MRI strutturali di giovani adulti sani, usando la volumetria cerebrale e la morfometria basata sul voxel (VBM).

Analisi trascrittomica delle differenze maschio-femmina nello sviluppo corticale prefrontale

Analisi trascrittomica delle differenze maschio-femmina nello sviluppo corticale prefrontale

I disturbi neuropsichiatrici umani che coinvolgono la corteccia prefrontale mostrano differenze di genere nell'età di insorgenza, prevalenza e sintomatologia. I dimorfismi di genere nello sviluppo del cervello umano possono includere un'espressione corticale differenziale dei geni sia sui cromosomi sessuali 1, 2 che sugli autosomi.

Identificazione e caratterizzazione funzionale di rare varianti SHANK2 nella schizofrenia

Identificazione e caratterizzazione funzionale di rare varianti SHANK2 nella schizofrenia

Soggetti Genetica Astratto Recenti dati genetici sulla schizofrenia (SCZ) hanno suggerito che le proteine ​​della densità postsinaptica delle sinapsi eccitatorie hanno un ruolo nella sua eziologia. Le mutazioni nei tre geni SHANK che codificano per le proteine ​​del ponteggio post-sinaptico hanno dimostrato di rappresentare fattori di rischio per disturbi dello spettro autistico e altri disturbi dello sviluppo neurologico. Per sta

Le varianti genetiche del recettore della dopamina D1 e della densità post-sinaptica si associano all'abuso di oppiacei e ai livelli di espressione striatale

Le varianti genetiche del recettore della dopamina D1 e della densità post-sinaptica si associano all'abuso di oppiacei e ai livelli di espressione striatale

Soggetti Dipendenza Genetica delle malattie Neuroscienze molecolari Astratto I farmaci oppioidi creano dipendenza e il loro abuso ha un forte carico genetico. Si ipotizza che le interazioni dopamina-glutammato siano importanti per la regolazione dei sistemi neurali centrali per la vulnerabilità alla dipendenza.

Eventi della vita: un ruolo complesso nei tempi del comportamento suicidario tra i pazienti depressi

Eventi della vita: un ruolo complesso nei tempi del comportamento suicidario tra i pazienti depressi

Soggetti Disordine bipolare Depressione Neuroscienze sociali Astratto Il comportamento suicidario è spesso concettualizzato come una risposta allo stress travolgente. Il nostro modello presuppone che, data la propensione ad agire in caso di urgenze suicide, fattori di stress come eventi della vita o episodi depressivi maggiori (MDE) determinano i tempi degli atti suicidi.

L'alcool influenza la connettività funzionale del cervello e il suo accoppiamento con il comportamento: maggiori effetti nei bevitori pesanti di sesso maschile

L'alcool influenza la connettività funzionale del cervello e il suo accoppiamento con il comportamento: maggiori effetti nei bevitori pesanti di sesso maschile

Soggetti Neuroscienza Marcatori predittivi Astratto L'esposizione acuta e cronica all'alcol influisce significativamente sul comportamento, ma i meccanismi neurobiologici sottostanti sono ancora poco compresi. Qui, abbiamo usato la mappatura della densità di connettività funzionale (FCD) per studiare i cambiamenti correlati all'alcol nell'attività cerebrale a riposo e la loro associazione con il comportamento. I

Comprensione e previsione della suicidalità utilizzando un approccio combinato di valutazione del rischio genomico e clinico

Comprensione e previsione della suicidalità utilizzando un approccio combinato di valutazione del rischio genomico e clinico

Soggetti Genetica Marcatori prognostici Astratto In tutto il mondo, una persona muore ogni 40 secondi per suicidio, una tragedia potenzialmente prevenibile. Un passo limitante nella nostra capacità di intervento è la mancanza di predittori obiettivi e affidabili. In precedenza abbiamo fornito prove del principio dell'uso dei biomarcatori dell'espressione genica del sangue per prevedere i futuri ricoveri ospedalieri a causa di suicidalità, nei partecipanti al disturbo bipolare maschile. O