Cancro alla prostata e malattie prostatiche (Febbraio 2020)

Presentazione dell'antigene HLA di classe II da parte delle cellule tumorali prostatiche

Presentazione dell'antigene HLA di classe II da parte delle cellule tumorali prostatiche

Astratto Il cancro alla prostata è il secondo tumore più comunemente diagnosticato negli uomini. Prove recenti suggeriscono che la ridotta espressione di antigeni proteici bersaglio e molecole di antigene leucocitario umano (HLA) è il meccanismo di fuga immunitaria predominante delle cellule tumorali maligne della prostata. L

Risultati del carcinoma prostatico a rischio estremamente basso a seguito di prostatectomia radicale

Risultati del carcinoma prostatico a rischio estremamente basso a seguito di prostatectomia radicale

Soggetti Cancro alla prostata Chirurgia Astratto La gestione ottimale di uomini con fattori clinicopatologici molto favorevoli che sviluppano recidive biochimiche (BCR) dopo prostatectomia radicale (RP) non è stata precedentemente segnalata. Entrambe le recidive locali e sistemiche sono improbabili in questa coorte.

Influenza del testosterone sierico sulla continenza urinaria e sull'attività sessuale nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale per carcinoma prostatico clinicamente localizzato

Influenza del testosterone sierico sulla continenza urinaria e sull'attività sessuale nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale per carcinoma prostatico clinicamente localizzato

Soggetti Ormoni gonadici Cancro alla prostata Chirurgia L'articolo originale è stato pubblicato il 9 marzo 2010 Correzione di : Cancro alla prostata e malattie prostatiche (2010) 13 , 168–172; doi: 10.1038 / pcan.2010.4 Nell'articolo precedente, pubblicato online il 9 marzo 2010 e in questo numero, la prima iniziale del terzo autore è apparsa in modo errato. Il

Efficacia della terapia di deprivazione androgenica nel prolungare la sopravvivenza degli uomini più anziani trattati per carcinoma della prostata locoregionale

Efficacia della terapia di deprivazione androgenica nel prolungare la sopravvivenza degli uomini più anziani trattati per carcinoma della prostata locoregionale

Astratto L'evidenza epidemiologica e sperimentale suggerisce l'efficacia della terapia di deprivazione androgenica (ADT) nella gestione del carcinoma prostatico (CaP). Sebbene l'ADT sia stato sempre più utilizzato come monoterapia nel CaP, il beneficio di sopravvivenza dell'ADT rimane poco chiaro.

Utilizzo del classificatore genomico basato sulla biopsia per prevedere metastasi a distanza dopo radiazioni definitive e ADT a breve corso per carcinoma prostatico intermedio e ad alto rischio

Utilizzo del classificatore genomico basato sulla biopsia per prevedere metastasi a distanza dopo radiazioni definitive e ADT a breve corso per carcinoma prostatico intermedio e ad alto rischio

Soggetti Marcatori predittivi Astratto Sfondo: Abbiamo esaminato la capacità di un classificatore genomico (GC) a 22 marker basato sulla biopsia di prevedere metastasi a distanza dopo radiazioni e una mediana di 6 mesi di terapia di deprivazione androgenica (ADT). metodi: Abbiamo studiato 100 pazienti con carcinoma prostatico a rischio intermedio (55%) e ad alto rischio (45%) che hanno ricevuto radiazioni definitive più una mediana di 6 mesi di ADT (intervallo 3-39 mesi) dal 2001 al 2013 in un unico centro e disponeva di tessuto per biopsia disponibile.

Elicitare le preferenze del paziente per le opzioni di terapia ormonale nel trattamento del carcinoma prostatico metastatico

Elicitare le preferenze del paziente per le opzioni di terapia ormonale nel trattamento del carcinoma prostatico metastatico

Astratto Le scelte terapeutiche per il carcinoma prostatico metastatico sono complesse e possono coinvolgere gli uomini che bilanciano la sopravvivenza rispetto alla qualità della vita. Il presente studio mira a suscitare le preferenze dei pazienti rispetto agli attributi dei trattamenti per il carcinoma prostatico metastatico attraverso un questionario di esperimento a scelta discreta (DCE).

Squilibrio allelico 8q24 e numero di copie del gene MYC nel carcinoma prostatico primario

Squilibrio allelico 8q24 e numero di copie del gene MYC nel carcinoma prostatico primario

Soggetti Variazione genetica Mutazione Cancro alla prostata Astratto Quattro regioni indipendenti entro 8q24 vicino al gene MYC sono associate al rischio di cancro alla prostata (Pca). Qui, abbiamo studiato lo squilibrio allelico (AI) a varianti di rischio 8q24 e il numero di copie del DNA del gene MYC (CN) in 27 Pcas primari

Una revisione completa dell'incidenza e della sopravvivenza in pazienti con rare varianti istologiche di carcinoma della prostata negli Stati Uniti dal 1973 al 2008

Una revisione completa dell'incidenza e della sopravvivenza in pazienti con rare varianti istologiche di carcinoma della prostata negli Stati Uniti dal 1973 al 2008

Soggetti Epidemiologia del cancro Cancro alla prostata Varianti rare Astratto Sfondo: L'American Joint Commission on Cancer (AJCC) identifica cinque rare varianti di adenocarcinoma prostatico: mucinoso, duttale, cellula anulare con sigillo, adenosquame e neuroendocrino, tra cui piccole cellule. Nessuno studio precedente ha un'incidenza e risultati dettagliati per tutte le varianti di AJCC del carcinoma prostatico

Vaporizzazione fotoselettiva della prostata. Revisione dell'attuazione dei costi per il trattamento dell'IPB

Vaporizzazione fotoselettiva della prostata. Revisione dell'attuazione dei costi per il trattamento dell'IPB

Astratto Il trattamento efficace dell'iperplasia prostatica benigna (IPB) comporta non solo una riduzione dei punteggi dei sintomi e la prevenzione di gravi complicanze, ma anche un miglioramento della qualità della vita complessiva del paziente e della convenienza economica. Vi è una scarsità di dati sull'efficacia dei costi quando si confrontano i trattamenti farmacologici, minimamente invasivi e chirurgici dell'IPB. L

Modulatori selettivi del recettore degli estrogeni per BPH: nuovi fattori sul terreno

Modulatori selettivi del recettore degli estrogeni per BPH: nuovi fattori sul terreno

Soggetti Terapia farmacologica Malattie prostatiche Astratto Poiché l'attuale gestione dei sintomi di BPH / del tratto urinario inferiore da parte di agenti farmacologici tradizionalmente coinvolti come gli inibitori della 5alfa-reduttasi e gli antagonisti dell'1 -adrenoceptor α non è ottimale, vi è una chiara necessità di nuove strategie terapeutiche. Vi

L'associazione tra stato assicurativo ed esiti del cancro alla prostata: implicazioni per la legge sull'assistenza economica

L'associazione tra stato assicurativo ed esiti del cancro alla prostata: implicazioni per la legge sull'assistenza economica

Soggetti Risultati di ricerca Astratto Sfondo: L'Affordable Care Act (ACA) mira ad estendere la copertura assicurativa sanitaria a oltre 30 milioni di americani precedentemente non assicurati. Per aiutare a valutare il potenziale impatto dell'ACA sulla cura del cancro alla prostata, abbiamo esaminato le associazioni tra la copertura assicurativa e gli esiti del cancro alla prostata tra gli uomini di età <65 anni che non sono ancora idonei per Medicare.

Polimorfismi XRCC1 Arg399Gln e Arg194Trp nel rischio di cancro alla prostata: una meta-analisi

Polimorfismi XRCC1 Arg399Gln e Arg194Trp nel rischio di cancro alla prostata: una meta-analisi

Soggetti Epidemiologia Variazione genetica Cancro alla prostata Astratto Studi epidemiologici hanno valutato l'associazione tra i geni del gruppo 1 che completano i raggi X di riparazione a raggi X (XRCC1) Arg399Gln e Arg194Trp e il rischio di cancro alla prostata (PCa). Tuttavia, i risultati degli studi pubblicati sull'associazione tra questi due polimorfismi XRCC1 e il rischio di PCa sono contrastanti

Isoflavone di soia genisteina nella prevenzione e nel trattamento del carcinoma della prostata

Isoflavone di soia genisteina nella prevenzione e nel trattamento del carcinoma della prostata

Astratto Le abitudini alimentari e l'incidenza del cancro alla prostata (PCa) sono molto diverse in diverse parti del mondo. Tra le differenze tra le diete orientali e occidentali c'è la maggiore assunzione di soia nelle culture orientali. Questo potrebbe essere un fattore che contribuisce a una minore incidenza di PCa negli uomini asiatici.

Pratiche del medico di base nella diagnosi, nel trattamento e nella gestione degli uomini con prostatite cronica / sindrome del dolore pelvico cronico

Pratiche del medico di base nella diagnosi, nel trattamento e nella gestione degli uomini con prostatite cronica / sindrome del dolore pelvico cronico

Astratto Per descrivere i modelli di pratica dei medici di base (PCP) per la diagnosi, il trattamento e la gestione della prostatite cronica / sindrome del dolore pelvico cronico (CP / CPPS), abbiamo esaminato 556 PCP a Boston, Chicago e Los Angeles (RR = 52%) . Solo il 62% ha riferito di aver mai visto un paziente come quello descritto nella vignetta

Studio randomizzato che confronta crioablazione e radioterapia con fasci esterni per carcinoma prostatico T2C-T3B

Studio randomizzato che confronta crioablazione e radioterapia con fasci esterni per carcinoma prostatico T2C-T3B

Astratto L'obiettivo era valutare l'efficacia relativa della crioablazione (CRYO) rispetto alle radiazioni esterne (EBRT) per il carcinoma prostatico clinicamente avanzato in uno studio clinico randomizzato. I pazienti con istologicamente testato, stadiato clinicamente come malattia T2C, T3A o T3B sono stati randomizzati con 6 mesi di terapia ormonale perioperatoria in una delle due procedure

Carcinoma prostatico localizzato ad alto rischio: definizione e risultati

Carcinoma prostatico localizzato ad alto rischio: definizione e risultati

Soggetti Metastasi Prognosi Cancro alla prostata Astratto Sfondo: I risultati negli uomini con carcinoma prostatico ad alto rischio (PCN) della National Comprehensive Cancer Network (NCCN) possono variare in modo sostanziale: alcuni avranno un'eccellente sopravvivenza specifica per il cancro, mentre altri sperimenteranno metastasi precoci anche dopo trattamenti aggressivi locali

Meccanismi differenziali dell'apoptosi indotta da bicalutamide nelle linee cellulari della prostata

Meccanismi differenziali dell'apoptosi indotta da bicalutamide nelle linee cellulari della prostata

Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 10 novembre 2011 Astratto La bicalutamide è un antiandrogeno non steroideo utilizzato nel trattamento del carcinoma della prostata. Sebbene ampiamente accettato come antagonista del recettore degli androgeni, il meccanismo con cui induce l'apoptosi rimane poco chiaro.

Un classificatore genomico che predice la progressione della malattia metastatica negli uomini con recidiva biochimica dopo prostatectomia

Un classificatore genomico che predice la progressione della malattia metastatica negli uomini con recidiva biochimica dopo prostatectomia

Soggetti Metastasi Prognosi Cancro alla prostata Oncologia chirurgica Astratto Sfondo: A causa dei loro vari esiti, gli uomini con recidiva biochimica (BCR) a seguito di prostatectomia radicale (RP) presentano un dilemma di gestione. Qui, valutiamo Decipher, un classificatore genomico (GC), per la sua capacità di prevedere metastasi a seguito di BCR.

Rapporto da Londra

Rapporto da Londra

Recentemente, abbiamo visto la pubblicazione di due studi fondamentali per lo screening del cancro alla prostata. Sfortunatamente, gli studi sono arrivati ​​a conclusioni diverse, cosicché, invece di risolvere il dibattito, sono serviti solo ad alimentare la controversia che circonda già questo problema. Lo s

Iperglicemia e recidiva del carcinoma prostatico negli uomini trattati per carcinoma prostatico localizzato

Iperglicemia e recidiva del carcinoma prostatico negli uomini trattati per carcinoma prostatico localizzato

Soggetti Terapia del cancro Obesità Cancro alla prostata Fattori di rischio Astratto Sfondo: L'obesità è costantemente correlata alla recidiva e alla mortalità per carcinoma prostatico (PCa), sebbene il meccanismo sia sconosciuto. La regolazione alterata del glucosio, che è comune tra gli individui obesi, è stata ipotizzata come un potenziale meccanismo per la crescita del tumore della PCa. In q

Composizione elettrostatica del fluido prostatico per lo screening del carcinoma prostatico: una potenziale soluzione a un grave problema

Composizione elettrostatica del fluido prostatico per lo screening del carcinoma prostatico: una potenziale soluzione a un grave problema

Astratto La diagnosi precoce è la chiave per un trattamento efficace del carcinoma prostatico e per la prevenzione dei decessi dovuti alla progressione verso il carcinoma in stadio avanzato non trattabile. A causa di fattori attenuanti, in particolare l'iperplasia prostatica benigna (IPB), che si traducono in una bassa precisione (circa il 60%) dei test sull'antigene prostatico specifico (PSA), è urgente bisogno di un biomarcatore più affidabile per l'identificazione della fase iniziale attraverso il carcinoma prostatico in stadio avanzato e soggetti "a rischio". P

Diabete e rischio di carcinoma della prostata: ruolo del trattamento del diabete e complicanze

Diabete e rischio di carcinoma della prostata: ruolo del trattamento del diabete e complicanze

Astratto L'evidenza epidemiologica suggerisce che gli uomini diabetici hanno un rischio di cancro alla prostata leggermente inferiore rispetto agli uomini non diabetici. Abbiamo esaminato questa associazione in uno studio prospettico di coorte su 35 239 uomini, 50-76 anni, nello Stato di Washington, che ha completato un questionario di base tra il 2000 e il 2002

Ridotta qualità del seme nei pazienti con prostatite cronica che inducono il rilascio della proteina apoptotica Omi / HtrA2 dagli spermatozoi

Ridotta qualità del seme nei pazienti con prostatite cronica che inducono il rilascio della proteina apoptotica Omi / HtrA2 dagli spermatozoi

Questo articolo è stato ritirato il 29 novembre 2007 Astratto La relazione tra prostatite cronica e fertilità è stata contestata per molti anni. Diversi gruppi hanno dimostrato che l'infezione e la risposta autoimmune contro gli antigeni prostatici potrebbero avere un effetto deleterio sulla qualità e sulla fertilità del seme. Que

Livelli di lipidi nel sangue e rischio di cancro alla prostata; uno studio di coorte

Livelli di lipidi nel sangue e rischio di cancro alla prostata; uno studio di coorte

Soggetti Epidemiologia Cancro alla prostata Biomarcatori tumorali Astratto È stato ipotizzato che i livelli di lipidi nel sangue potrebbero essere associati al rischio di cancro alla prostata. Lo scopo del presente studio era di valutare l'associazione tra colesterolo totale sierico, colesterolo lipoproteico ad alta densità (HDL), colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL), trigliceridi e rischio di cancro alla prostata in uno studio di coorte tra 2842 uomini olandesi. A

Un ruolo oncogenico per il gene multiplo della neoplasia endocrina di tipo 1 nel carcinoma della prostata

Un ruolo oncogenico per il gene multiplo della neoplasia endocrina di tipo 1 nel carcinoma della prostata

Astratto Il cancro alla prostata è la seconda causa di decessi per cancro negli uomini negli Stati Uniti, in gran parte a causa della metastasi, che alla fine è fatale. Una migliore comprensione della biologia delle metastasi porterà a un miglioramento della prognosi e della terapia. Abbiamo precedentemente riferito che il guadagno 11q13.1

Il valore predittivo dell'esame rettale digitale per la rilevazione del carcinoma della prostata viene modificato dall'obesità

Il valore predittivo dell'esame rettale digitale per la rilevazione del carcinoma della prostata viene modificato dall'obesità

Soggetti Screening del cancro Tecniche e procedure di laboratorio Obesità Cancro alla prostata Astratto Le linee guida di screening aggiornate dell'American Cancer Society per il cancro alla prostata (CaP) rendono facoltativo l'esame rettale digitale (DRE). Abbiamo studiato l'impatto del DRE sulla rilevazione del CaP tra gli uomini obesi.

Associazione tra metilazione del DNA di HSPB1 e morte nel carcinoma prostatico a basso punteggio di Gleason

Associazione tra metilazione del DNA di HSPB1 e morte nel carcinoma prostatico a basso punteggio di Gleason

Soggetti Genomica del cancro Metilazione del DNA Cancro alla prostata Biomarcatori tumorali Astratto Sfondo: La proteina 27 di shock termico (Hsp-27) codificata dal gene HSPB1 è un regolatore critico del fenotipo comportamentale delle cellule di carcinoma prostatico umano (PCa), espressione potenziata associata a malattia altamente aggressiva e scarso risultato clinico.

Il livello di Nadir PSA e il tempo necessario al nadir di PSA in seguito alla terapia di deprivazione androgenica primaria sono i predittori di sopravvivenza precoce per i pazienti con carcinoma prostatico con metastasi ossee

Il livello di Nadir PSA e il tempo necessario al nadir di PSA in seguito alla terapia di deprivazione androgenica primaria sono i predittori di sopravvivenza precoce per i pazienti con carcinoma prostatico con metastasi ossee

Soggetti Metastasi ossee Terapie ormonali Cancro alla prostata Biomarcatori tumorali Astratto Lo scopo di questo studio era identificare il predittore precoce della sopravvivenza per i pazienti con carcinoma prostatico con metastasi ossee. Abbiamo esaminato 87 pazienti con carcinoma della prostata con metastasi ossee che avevano ricevuto la terapia di deprivazione androgenica primaria (PADT) presso il nostro istituto

TURP bipolare contro monopolare: uno studio prospettico controllato presso due centri di urologia

TURP bipolare contro monopolare: uno studio prospettico controllato presso due centri di urologia

Soggetti Cancro alla prostata Chirurgia Astratto Abbiamo confrontato TURP bipolare e monopolare in uno studio prospettico controllato presso due centri di urologia. L'obiettivo dello studio era stabilire se esistessero differenze tra i due metodi per quanto riguarda la frequenza della sindrome di resezione transuretrale (TUR), la quantità di liquido assorbito durante l'intervento chirurgico, il rischio di emorragia, la durata del cateterismo postoperatorio e la durata del ricovero.

Qualità della vita nei giovani dopo prostatectomia radicale

Qualità della vita nei giovani dopo prostatectomia radicale

Astratto La funzione e la secrezione urinaria e sessuale sono esiti importanti dopo prostatectomia radicale (RP). Poiché la funzione urinaria e sessuale sono correlate all'età, il disturbo post-operatorio può variare in base all'età. Questo studio esplora i risultati della qualità della vita specifici della malattia nei giovani uomini rispetto agli uomini più anziani sottoposti a RP. Usan

Le biopsie dei tessuti molli apicali prevedono l'insuccesso biochimico nei pazienti con prostatectomia perineale radicale con coinvolgimento del cancro apicale

Le biopsie dei tessuti molli apicali prevedono l'insuccesso biochimico nei pazienti con prostatectomia perineale radicale con coinvolgimento del cancro apicale

Astratto Lo scopo dello studio era valutare prospetticamente il ruolo delle biopsie dei tessuti molli apicali nei pazienti con prostatectomia radicale perineale (RPP) con coinvolgimento documentato del carcinoma della prostata apicale (PCA). Tra giugno 1998 e maggio 1999, 77 uomini consecutivi con PCA localizzata e documentata invasione dell'apice prostatico sono stati sottoposti a RPP da un singolo chirurgo

18F-fluorocholina per l'imaging del carcinoma della prostata: una revisione sistematica della letteratura

18F-fluorocholina per l'imaging del carcinoma della prostata: una revisione sistematica della letteratura

Astratto BACKGROUND: tomografia ad emissione di positroni (PET o tomografia computerizzata combinata PET (PET / CT)) consente l'interrogazione non invasiva dei processi metabolici mediante sonde radiomarcate. Il metabolismo alterato della colina è stato notato come una caratteristica del carcinoma della prostata (PCa) e analoghi della colina e della colina radiomarcati sono stati studiati come agenti di imaging PET / CT per il carcinoma della prostata; [ 18 F] fluorometil-dimetil-2-idrossietil-ammonio ( 18 F-FCH) mostra particolari promesse come agente di imaging PCa date le sue favorevoli

Sopravvivenza libera da recidiva biochimica in 400 pazienti trattati con brachiterapia prostatica I-125: l'esperienza di Guildford

Sopravvivenza libera da recidiva biochimica in 400 pazienti trattati con brachiterapia prostatica I-125: l'esperienza di Guildford

Astratto Un totale di 1200 pazienti erano stati sottoposti a brachiterapia prostatica I-125 (BXT) nel nostro centro. Presentiamo i dati sui risultati potenziali per i primi 400 pazienti trattati. I dati sono stati analizzati da un database prospettico di 400 pazienti consecutivi trattati con BXT prostatico permanente tra marzo 1999 e dicembre 2003

Ripetizione di un livello anomalo di antigene prostatico specifico (PSA): quanto è rilevante una riduzione del PSA?

Ripetizione di un livello anomalo di antigene prostatico specifico (PSA): quanto è rilevante una riduzione del PSA?

Astratto Per esaminare la pratica di ripetere un livello anormale di antigene prostatico specifico (PSA) prima di procedere alla biopsia prostatica, abbiamo valutato il modello di cambiamento del PSA a seguito di un PSA inizialmente aumentato (4, 0 ng ml −1 ) e la sua relazione con la prostata diagnosi del cancro. In

Screening del PSA: determinanti dei modelli di pratica del medico di base

Screening del PSA: determinanti dei modelli di pratica del medico di base

Soggetti Screening del cancro Assistenza sanitaria Cancro alla prostata L'articolo originale è stato pubblicato il 29 novembre 2011 Correzione di : Malattie della prostata da cancro alla prostata (2012) 15 , 189-194; doi: 10.1038 / pcan.2011.59; pubblicato online il 29 novembre 2011 Nell'articolo precedente, la sezione Ringraziamenti era incompleta.

Assunzione di frutta, verdura, vitamina A e rischio di cancro alla prostata

Assunzione di frutta, verdura, vitamina A e rischio di cancro alla prostata

Astratto Il rischio di cancro alla prostata è stato esaminato in relazione all'assunzione di frutta, verdura, β- carotene e retinolo. I soggetti erano una coorte di uomini del 1985 precedentemente amianto che hanno partecipato a un programma di prevenzione del cancro di β- carotene e integratori di retinolo, iniziato nel luglio 1990. L

Di male in peggio: gravità della comorbilità e qualità della vita dopo il trattamento per il carcinoma prostatico in stadio precoce

Di male in peggio: gravità della comorbilità e qualità della vita dopo il trattamento per il carcinoma prostatico in stadio precoce

Soggetti Terapia del cancro Cancro alla prostata Qualità della vita Astratto Le misure di comorbidità comunemente usate valutano il numero e il tipo di comorbilità ma non la gravità. Abbiamo cercato di valutare l'impatto della gravità della comorbilità sulla qualità della vita longitudinale correlata alla salute (HRQOL) negli uomini trattati con prostatectomia radicale (RP) o radioterapia (RT) utilizzando l'indice di peso totale della malattia per il cancro alla prostata (TIBI-CaP). Abbia

Ipertensione, obesità e recidiva biochimica del carcinoma prostatico dopo prostatectomia radicale

Ipertensione, obesità e recidiva biochimica del carcinoma prostatico dopo prostatectomia radicale

Soggetti Ipertensione Obesità Cancro alla prostata Oncologia chirurgica Astratto Sfondo: La sindrome metabolica (MetS) comprende una costellazione di fattori di rischio associati ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. Componenti di MetS sono emersi come presunti fattori di rischio per il carcinoma prostatico.

Valutazione della crescita del carcinoma prostatico con citrato misurato mediante spettroscopia di risonanza magnetica protonica tissutale intatta

Valutazione della crescita del carcinoma prostatico con citrato misurato mediante spettroscopia di risonanza magnetica protonica tissutale intatta

Soggetti Risonanza magnetica Cancro alla prostata Biomarcatori tumorali Astratto Sfondo: I test annuali di PSA hanno portato a un aumento significativo del numero di casi di carcinoma prostatico (PCa) diagnosticati. Questa maggiore incidenza ha portato a un trattamento eccessivo di molti pazienti, poiché l'attuale patologia spesso non è in grado di distinguere il PCa latente da quello aggressivo.

Analisi del trascrittoma di cellule epiteliali prostatiche benigne e maligne in campioni di prostatectomia radicale montati su paraffina e fissati in formalina

Analisi del trascrittoma di cellule epiteliali prostatiche benigne e maligne in campioni di prostatectomia radicale montati su paraffina e fissati in formalina

Astratto I campioni di prostata fissati in formalina e inclusi in paraffina (FFPE) sono ricche fonti di informazioni patologiche molecolari. Tuttavia, l'analisi a microarray basata su FFPE di campioni di tessuto può essere ostacolata dalla degradazione e dall'alterazione chimica delle molecole di RNA a causa della procedura di conservazione.

Antigene sierico specifico della prostata come predittore del volume prostatico negli uomini coreani con sintomi del tratto urinario inferiore

Antigene sierico specifico della prostata come predittore del volume prostatico negli uomini coreani con sintomi del tratto urinario inferiore

Astratto Lo scopo dello studio era di valutare l'utilità dell'antigene prostatico specifico (PSA) come predittore degli indici del volume prostatico (volume prostatico totale (TPV), volume della zona di transizione e indice della zona di transizione) negli uomini coreani con sintomi del tratto urinario inferiore ( LUTS).

La concordanza tra l'hotspot di volume e l'hotspot di grado: un modello ricostruttivo 3D che utilizza gli output patologici dello studio PROMIS

La concordanza tra l'hotspot di volume e l'hotspot di grado: un modello ricostruttivo 3D che utilizza gli output patologici dello studio PROMIS

Soggetti Marker diagnostici Cancro alla prostata Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 9 agosto 2016 Astratto obiettivi: La logica per orientare la biopsia mirata verso il centro delle lesioni è stata messa in discussione alla luce dell'eterogeneità del carcinoma prostatico. In questo studio, valutiamo il presupposto che il grado massimo di Gleason del cancro (punto caldo di Gleason) rientri nella dimensione massima (volume del punto caldo) di una lesione del carcinoma della prostata. m

Sequenziamento riuscito dell'intero esoma derivante da una biopsia della metastasi ossea del carcinoma prostatico

Sequenziamento riuscito dell'intero esoma derivante da una biopsia della metastasi ossea del carcinoma prostatico

Soggetti Metastasi ossee Diagnosi Sequenziamento del DNA Cancro alla prostata Astratto Sfondo: La caratterizzazione molecolare completa del tumore che si è metastatizzato nell'osso si è rivelata impegnativa, il che può limitare le opportunità diagnostiche e terapeutiche potenziali per i pazienti con malattia metastatica solo ossea. me