Psichiatria traslazionale (Febbraio 2020)

Studio combinato sull'efficacia del trattamento con risperidone da biomarcatore genetico ed epigenetico in pazienti affetti da schizofrenia cinese Han

Studio combinato sull'efficacia del trattamento con risperidone da biomarcatore genetico ed epigenetico in pazienti affetti da schizofrenia cinese Han

Soggetti biomarkers Genetica Astratto Oggi, il risperidone è un farmaco antipsicotico atipico che è stato sempre più utilizzato per il trattamento e la terapia di mantenimento nella schizofrenia. Tuttavia, parzialmente influenzato da fattori genetici o ambientali, esiste una differenza significativa nei risultati del trattamento tra i pazienti. I

Età della grande paterna e sviluppo di sintomi autistici nella progenie dei topi

Età della grande paterna e sviluppo di sintomi autistici nella progenie dei topi

Soggetti Disturbi dello spettro autistico Genetica delle malattie Fattori di rischio Astratto L'età paterna avanzata (APA) contribuisce al rischio di disturbi dello spettro autistico (ASD) nei bambini. In questo studio, abbiamo utilizzato un modello murino per studiare gli effetti dell'APA sulle caratteristiche comportamentali legate alle sindromi autistiche (cioè deficit sociali, deficit comunicativi e comportamenti stereotipici / ripetitivi).

Il disturbo della condotta nelle donne è associato a una ridotta integrità strutturale del corpo calloso indipendente dai disturbi della comorbilità e dall'esposizione a maltrattamenti

Il disturbo della condotta nelle donne è associato a una ridotta integrità strutturale del corpo calloso indipendente dai disturbi della comorbilità e dall'esposizione a maltrattamenti

Soggetti biomarkers Neuroscienza Psicologia Astratto Il fenotipo comportamentale e il genotipo del disturbo della condotta (CD) differiscono nei maschi e nelle femmine. Anomalie dell'integrità della sostanza bianca sono state riportate tra i maschi con CD e disturbo antisociale di personalità (ASPD).

Gli inibitori dell'ErbB migliorano le alterazioni comportamentali di un modello animale per la schizofrenia: implicazioni delle loro azioni modulanti la dopamina

Gli inibitori dell'ErbB migliorano le alterazioni comportamentali di un modello animale per la schizofrenia: implicazioni delle loro azioni modulanti la dopamina

Soggetti Modelli di malattie animali Farmacologia clinica Schizofrenia Astratto I ligandi per i recettori ErbB, incluso il fattore di crescita epidermica (EGF) e la neuregulina-1, hanno un'attività neurotrofica sui neuroni dopaminergici del mesencefalo e sono implicati nella fisiopatologia della schizofrenia.

Risposta alla psicoterapia nel disturbo borderline di personalità e stato di metilazione del gene BDNF

Risposta alla psicoterapia nel disturbo borderline di personalità e stato di metilazione del gene BDNF

Astratto La sottoregolazione dell'espressione genica del fattore neurotrofico derivato dal cervello ( BDNF ) con corrispondente aumento della metilazione a specifici promotori è stata associata ad esperienze stressanti nella prima infanzia e può spiegare la psicopatologia in età adulta successiva. A

Ripristino degli effetti dell'ossitocina sulla preferenza attenzionale per i volti nell'autismo

Ripristino degli effetti dell'ossitocina sulla preferenza attenzionale per i volti nell'autismo

Soggetti Comportamento umano Astratto Le preferenze attenzionali ridotte per i volti e i sintomi dell'ansia sociale sono comuni nei disturbi dello spettro autistico (ASD). L'ossitocina neuropeptide innesca le funzioni ansiolitiche e migliora lo sguardo, il riconoscimento delle emozioni facciali e i correlati neurali dell'elaborazione del viso nell'ASD

Livelli cerebrospinali di Aβ11-xe 17-x come indicatori di lieve deficit cognitivo e stratificazione dei pazienti nella malattia di Alzheimer

Livelli cerebrospinali di Aβ11-xe 17-x come indicatori di lieve deficit cognitivo e stratificazione dei pazienti nella malattia di Alzheimer

Soggetti Il morbo di Alzheimer biomarkers Patologia Astratto Nel presente lavoro, le concentrazioni di peptidi Aβ11-x e Aβ17-x (x = 40 o 42), che risultano dalle scissioni combinate della proteina precursore β-amiloide (AβPP) per β '/ α o α / γ-secretasi, rispettivamente, sono stati valutati in campioni di liquido cerebrospinale (CSF) da pazienti con malattia di Alzheimer (AD) o lieve compromissione cognitiva (MCI). Saggi

Profili di espressione genica del sangue periferico collegati ai livelli di metabolita monoaminico nel liquido cerebrospinale

Profili di espressione genica del sangue periferico collegati ai livelli di metabolita monoaminico nel liquido cerebrospinale

Soggetti Genomica comparativa Neuroscienze molecolari Astratto La barriera emato-encefalica separa il sangue circolante dal sistema nervoso centrale (SNC). L'ambito di questa barriera non è del tutto chiaro, il che limita la nostra capacità di mettere in relazione le misurazioni biologiche dai fenotipi periferici a quelli centrali.

Effetti dei fattori di rischio genetici e precoci per la depressione sull'espressione del trasportatore di serotonina e sui profili di metilazione

Effetti dei fattori di rischio genetici e precoci per la depressione sull'espressione del trasportatore di serotonina e sui profili di metilazione

Soggetti Depressione L'epigenetica Fattori di rischio Trasportatori nel sistema nervoso Astratto La regione polimorfica legata al gene del trasportatore di serotonina (SERT) (5-HTTLPR) è stata implicata nel moderare il legame tra stress della vita e depressione. Tuttavia, i rispettivi percorsi molecolari dell'interazione gene-ambiente (GxE) sono in gran parte sconosciuti.

La carenza di acidi grassi polinsaturi durante il neurosviluppo nei topi modella lo stato prodromico della schizofrenia attraverso cambiamenti epigenetici nei geni del recettore nucleare

La carenza di acidi grassi polinsaturi durante il neurosviluppo nei topi modella lo stato prodromico della schizofrenia attraverso cambiamenti epigenetici nei geni del recettore nucleare

Soggetti Neuroscienza Schizofrenia Astratto Il rischio di schizofrenia è aumentato nella prole le cui madri soffrono di malnutrizione durante la gravidanza. Gli acidi grassi polinsaturi (PUFA) sono componenti dietetici cruciali per l'integrità strutturale e funzionale delle cellule neurali e la carenza di PUFA ha dimostrato di essere un fattore di rischio per la schizofrenia.

L'acido cinurenico sierico è ridotto nella psicosi affettiva

L'acido cinurenico sierico è ridotto nella psicosi affettiva

Soggetti Depressione Comportamento umano Astratto Un sottogruppo di individui con disturbi dell'umore e psicotici mostra evidenza di infiammazione che porta all'attivazione della via della cinurenina e all'aumento della produzione di metaboliti della neururinina neuroattiva. Si ipotizza che la depressione sia causalmente associata a uno squilibrio nella via della chinurenina, con un aumento del metabolismo lungo il ramo della 3-idrossicinurenina (3HK) della via che porta ad un aumento dei livelli del metabolita neurotossico, acido chinolinico (QA), che è un putativo Agonista del rec

Effetti della stimolazione cerebrale profonda sull'inibizione del prepulse nel disturbo ossessivo-compulsivo

Effetti della stimolazione cerebrale profonda sull'inibizione del prepulse nel disturbo ossessivo-compulsivo

Soggetti Fisiologia Disturbi psichiatrici Psicologia Astratto A causa di un alto tasso di risposta, la stimolazione cerebrale profonda (DBS) dell'area striatale ventrale è stata approvata per il disturbo ossessivo-compulsivo refrattario al trattamento (tr-OCD). Molte questioni di base riguardanti DBS per tr-OCD non sono ancora comprese, in particolare, i meccanismi di azione e l'origine degli effetti collaterali.

Schizofrenia e deprivazione di quartiere

Schizofrenia e deprivazione di quartiere

Soggetti Marcatori predittivi Schizofrenia Sariaslan et al. 1 ho scoperto che il rischio genetico per la schizofrenia prevede la privazione del vicinato, che interpretano come prova contro le cause ambientali di questa associazione. Tuttavia, i loro risultati sono coerenti con un'associazione causale tra la schizofrenia e la successiva privazione sociale

Prove comportamentali e di neuroimaging per l'eccessiva dipendenza dall'apprendimento delle abitudini nei pazienti alcol-dipendenti

Prove comportamentali e di neuroimaging per l'eccessiva dipendenza dall'apprendimento delle abitudini nei pazienti alcol-dipendenti

Soggetti Dipendenza Imaging del cervello assuefazione Astratto La dipendenza da sostanze è caratterizzata da assunzione di droghe compulsiva nonostante conseguenze negative. La ricerca sugli animali suggerisce uno squilibrio di fondo tra il controllo dell'azione abituale e diretto e l'uso di droghe croniche.

Storia medica di gemelli discordanti ed eziologie ambientali di autismo

Storia medica di gemelli discordanti ed eziologie ambientali di autismo

Soggetti Disturbi dello spettro autistico Genetica clinica Marker diagnostici Comportamento umano Astratto I contributi ambientali al disturbo dello spettro autistico (ASD) e il loro contenuto informativo per la diagnosi della condizione sono ancora in gran parte sconosciuti. L'obiettivo di questo studio era di indagare le associazioni tra i primi eventi medici e ASD, nonché i tratti autistici, in gemelli, per testare l'ipotesi di un effetto ambientale cumulativo sul rischio di ASD.

Emersione di deficit comportamentale sociale, attività corticolimbica attenuata e comportamento simile alla depressione negli adulti in un modello di roditore di maltrattamenti materni

Emersione di deficit comportamentale sociale, attività corticolimbica attenuata e comportamento simile alla depressione negli adulti in un modello di roditore di maltrattamenti materni

Soggetti Neuroscienza Astratto Il comportamento sociale interrotto è un sintomo fondamentale di molteplici disturbi psichiatrici e neurosviluppo. Molti di questi disturbi sono esacerbati da esperienze avverse nei bambini, inclusi maltrattamenti e abusi, che influenzano negativamente lo sviluppo dell'amigdala.

L'attivazione immunitaria materna prenatale provoca differenze epigenetiche nel cervello del topo adolescente

L'attivazione immunitaria materna prenatale provoca differenze epigenetiche nel cervello del topo adolescente

Soggetti Epigenetica e comportamento Epigenetica nel sistema nervoso Genetica Neuroscienza Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 30 settembre 2014 Astratto Processi epigenetici come la metilazione del DNA sono stati implicati nella patofisiologia dei disturbi dello sviluppo neurologico, tra cui la schizofrenia e l'autismo.

Mancanza di accoppiamento cortico-limbico nel disturbo bipolare e nella schizofrenia durante la regolazione delle emozioni

Mancanza di accoppiamento cortico-limbico nel disturbo bipolare e nella schizofrenia durante la regolazione delle emozioni

Soggetti Amygdala Disordine bipolare Fisiologia neuronale Schizofrenia Astratto Il disturbo bipolare (BD) e la schizofrenia (Sz) condividono la disfunzione nei sistemi cerebrali inibitori prefrontali, ma presentano forme distinte di disturbo affettivo. Abbiamo mirato a distinguere questi disturbi sulla base dell'attivazione differenziale nei percorsi cortico-limbici durante la regolazione volontaria delle emozioni

Conseguenze a lungo termine dell'esposizione cronica alla fluoxetina sull'espressione di geni correlati alla mielinizzazione nell'ippocampo di ratto

Conseguenze a lungo termine dell'esposizione cronica alla fluoxetina sull'espressione di geni correlati alla mielinizzazione nell'ippocampo di ratto

Soggetti Espressione genica Ippocampo farmacogenomica Disturbi psichiatrici L'articolo originale è stato pubblicato il 22 settembre 2015 Correzione a: Translational Psychiatry (2015) 5 , e642; doi: 10.1038 / tp.2015.145; pubblicato online il 22 settembre 2015 Nell'articolo pubblicato, il nome di un autore, JL Pawluski, è stato omesso.

La soppressione dello sviluppo del miR-137 associato alla schizofrenia altera la funzione sensomotoria nel pesce zebra

La soppressione dello sviluppo del miR-137 associato alla schizofrenia altera la funzione sensomotoria nel pesce zebra

Soggetti Neuroscienze molecolari Schizofrenia Astratto Il microRNA miR-137 regolato dallo sviluppo neurologico è stato fortemente implicato come locus di rischio per la schizofrenia nel più recente studio di associazione genomica coordinato dal Psychiatric Genome Consortium (PGC). Questa molecola è altamente conservata nei vertebrati, consentendo lo studio della sua funzione nello sviluppo del pesce zebra. A

Emozionalità alterata ed eccitabilità neuronale nei topi privi di KCTD12, una subunità ausiliaria dei recettori GABAB associata a disturbi dell'umore

Emozionalità alterata ed eccitabilità neuronale nei topi privi di KCTD12, una subunità ausiliaria dei recettori GABAB associata a disturbi dell'umore

Soggetti Neuroscienze molecolari Astratto L'acido gamma-aminobutirrico (GABA), il principale neurotrasmettitore inibitorio nel cervello, è fondamentale per la funzione cerebrale ed è implicato nella patofisiologia di numerosi disturbi neuropsichiatrici. GABA attiva i recettori GABA B accoppiati a proteine ​​G comprendenti le principali subunità GABA B1 e GABA B2 e le subunità ausiliarie KCTD8, 12, 12b e 16. Il gen

I topi diabetici db / db presentano alterazioni molecolari del sistema nervoso centrale e periferico osservate nei disturbi neurologici

I topi diabetici db / db presentano alterazioni molecolari del sistema nervoso centrale e periferico osservate nei disturbi neurologici

Soggetti Diabete Neuroscienze molecolari Analisi proteomica Disturbi psichiatrici Astratto Il mouse db / db è un modello preclinico ampiamente utilizzato nella ricerca sul diabete. Studi recenti hanno dimostrato che questi topi mostrano anche aspetti della psicosi e comportamenti simili alla depressione osservati in alcuni disturbi psichiatrici.

Uno studio pilota sulla comunanza e la specificità delle varianti del numero di copie nella schizofrenia e nel disturbo bipolare

Uno studio pilota sulla comunanza e la specificità delle varianti del numero di copie nella schizofrenia e nel disturbo bipolare

Soggetti Disordine bipolare Schizofrenia Astratto La schizofrenia (SZ) e il disturbo bipolare (BD) sono noti per condividere i rischi genetici. In questo lavoro, abbiamo condotto la scansione dell'intero genoma per identificare varianti di numero di copie (CNV) specifiche per il disturbo incrociato e il disturbo per questi due disturbi

Plasma DYRK1A come nuovo fattore di rischio per la malattia di Alzheimer

Plasma DYRK1A come nuovo fattore di rischio per la malattia di Alzheimer

Soggetti Il morbo di Alzheimer Marker diagnostici Astratto Per determinare se l'apparente coinvolgimento di DYRK1A nella patologia della malattia di Alzheimer (AD) lo rende un candidato biomarcatore del plasma per la diagnosi, abbiamo sviluppato un metodo per quantificare il DYRK1A plasmatico dall'immunoblot in modelli di topo transgenici con diversi dosaggi genici di Dyrk1a e, di conseguenza, diversi relativi parenti espressione proteica

Cambiamenti della sostanza bianca nella microstruttura associati a una risposta disadattiva allo stress nei ratti

Cambiamenti della sostanza bianca nella microstruttura associati a una risposta disadattiva allo stress nei ratti

Soggetti Epigenetica e plasticità Fisiologia Astratto Nella società di oggi, ogni individuo è sottoposto a stimoli stressanti con intensità e durata diverse. Questa esposizione può essere un fattore chiave in diverse malattie mentali che influenzano notevolmente la qualità della vita. Tuttavia, non tutti i soggetti rispondono allo stesso stimolo e alcuni sono in grado di adattarsi meglio a loro ritardando l'insorgenza delle sue conseguenze negative. Le s

Disregolazione acido-base e meccanismi chemosensoriali nel disturbo di panico: un aggiornamento traslazionale

Disregolazione acido-base e meccanismi chemosensoriali nel disturbo di panico: un aggiornamento traslazionale

Soggetti Disturbi psichiatrici Astratto Il disturbo di panico (PD), un disturbo d'ansia complesso caratterizzato da ricorrenti attacchi di panico, rappresenta una condizione psichiatrica mal compresa che è associata a significativa morbilità e ad un aumentato rischio di tentativi di suicidio e di suicidio completato.

Connettività strutturale anormale della sostanza bianca negli adulti con disturbo ossessivo-compulsivo

Connettività strutturale anormale della sostanza bianca negli adulti con disturbo ossessivo-compulsivo

Soggetti Neuroscienza Astratto Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) è un disturbo psichiatrico complesso e grave la cui patogenesi non è completamente compresa. Studi recenti hanno mostrato alterazioni della sostanza bianca (WM) negli adulti con disturbo ossessivo compulsivo, ma i risultati sono stati incoerenti.

L'uso di antipsicotici di seconda generazione, risperidone e aumento di peso secondario sono associati a un microbiota intestinale alterato nei bambini

L'uso di antipsicotici di seconda generazione, risperidone e aumento di peso secondario sono associati a un microbiota intestinale alterato nei bambini

Soggetti Disordine bipolare Genomica comparativa Astratto Il risperidone atipico antipsicotico (RSP) è spesso associato ad aumento di peso ed effetti collaterali cardiometabolici. I meccanismi di questi eventi avversi sono scarsamente compresi e, senza dubbio, multifattoriali nell'eziologia. Alla luce delle crescenti prove che implicano il microbioma intestinale nella regolazione energetica dell'ospite e nel metabolismo xenobiotico, abbiamo ipotizzato che il trattamento RSP sarebbe stato associato a cambiamenti nel microbioma intestinale nei bambini e negli adolescenti.

Sviluppo di un test biomarcatore molecolare a base di sangue per l'identificazione della schizofrenia prima dell'insorgenza della malattia

Sviluppo di un test biomarcatore molecolare a base di sangue per l'identificazione della schizofrenia prima dell'insorgenza della malattia

Soggetti Marker diagnostici Neuroscienze molecolari Marcatori predittivi Schizofrenia Astratto I recenti sforzi di ricerca si sono progressivamente spostati verso la psichiatria preventiva e l'identificazione prognostica degli individui prima dell'insorgenza della malattia. Descriviamo lo sviluppo di un test di biomarcatore sierico per l'identificazione di soggetti a rischio di sviluppo di schizofrenia sulla base di analisi di profilassi immunologici multiplex di 957 campioni di siero

L'antagonista del recettore dell'istamina H3 tioperamide salva il ritmo circadiano e la funzione di memoria nel parkinsonismo sperimentale

L'antagonista del recettore dell'istamina H3 tioperamide salva il ritmo circadiano e la funzione di memoria nel parkinsonismo sperimentale

Soggetti Ippocampo Disturbi psichiatrici Astratto Il morbo di Parkinson (MdP) è un disturbo neurodegenerativo comune, caratterizzato da compromissione motoria e una vasta gamma di sintomi non motori, inclusi disturbi del sonno e deficit cognitivi e affettivi. In questo studio, abbiamo usato un modello murino di PD basato sulla 6-idrossidopamina (6-OHDA) per esaminare l'effetto della tioperamide, un antagonista del recettore H3 dell'istamina, sull'attività circadiana, sulla memoria di riconoscimento e sull'ansia.

Neuroinfiammatori alterati, cascata di acido arachidonico e marker sinaptici nel cervello di morbo di Alzheimer post mortem

Neuroinfiammatori alterati, cascata di acido arachidonico e marker sinaptici nel cervello di morbo di Alzheimer post mortem

Soggetti Il morbo di Alzheimer biomarkers Questo articolo è stato ritirato il 09 maggio 2017 Astratto La malattia di Alzheimer (AD), un disturbo neurodegenerativo progressivo, è la principale causa di demenza negli anziani. Un recente studio di imaging tomografico ad emissione di positroni ha dimostrato il metabolismo dell'acido arachidonico cerebrale (AA) sovraregolato nei pazienti con AD.

Biomarcatori di espressione genica della risposta al trattamento con citalopram nel disturbo depressivo maggiore

Biomarcatori di espressione genica della risposta al trattamento con citalopram nel disturbo depressivo maggiore

Soggetti biomarkers Depressione Terapia farmacologica Espressione genica Astratto Esiste una significativa variabilità nei risultati del trattamento antidepressivo, con ∼ 30–40% dei pazienti con disturbo depressivo maggiore (MDD) che non si presenta con una risposta adeguata anche dopo diversi studi. Per

Programmazione allele specifica di Npy ed effetti epigenetici dell'attività fisica in un modello genetico di depressione

Programmazione allele specifica di Npy ed effetti epigenetici dell'attività fisica in un modello genetico di depressione

Soggetti Depressione L'epigenetica Variazione genetica Astratto Il neuropeptide Y (NPY) è stato implicato nella depressione, nell'elaborazione emotiva e nella risposta allo stress. Parte di questa evidenza proviene da studi sul polimorfismo umano a singolo nucleotide (SNP). Nel presente studio, segnaliamo che un SNP nel promotore Npy di ratto (C / T; rs105431668) influenza la trascrizione in vitro e le interazioni DNA-proteina.

L'analisi delle espressioni in un modello di psicosi del ratto identifica nuovi geni candidati convalidati in un ampio campione di schizofrenia caso-controllo

L'analisi delle espressioni in un modello di psicosi del ratto identifica nuovi geni candidati convalidati in un ampio campione di schizofrenia caso-controllo

Soggetti Genomica comparativa Schizofrenia Astratto Gli antagonisti del recettore del glutammato di tipo N-metil-D-aspartato (NMDA) inducono psicosi in soggetti sani e aggravano i sintomi della schizofrenia nei pazienti. In questo studio abbiamo prodotto un modello animale di ipofunzione del recettore NMDA trattando cronicamente ratti con basse dosi dell'antagonista del recettore NMDA MK-801

Associazione tra disponibilità di recettori di cannabinoidi cerebrali 1 e indice di massa corporea in pazienti con disturbi dell'assunzione di cibo e soggetti sani: uno studio PET [18F] MK-9470

Associazione tra disponibilità di recettori di cannabinoidi cerebrali 1 e indice di massa corporea in pazienti con disturbi dell'assunzione di cibo e soggetti sani: uno studio PET [18F] MK-9470

Soggetti Neuroscienza Disturbi psichiatrici Astratto Anche se di grande rilevanza per la salute pubblica, i meccanismi alla base del comportamento alimentare disordinato e della regolazione del peso corporeo rimangono insufficientemente compresi. Prove precliniche convincenti confermano un ruolo critico del sistema endocannabinoide (ECS) nella regolazione centrale dell'appetito e dell'assunzione di cibo

Una revisione trans-diagnostica della comorbidità dei disturbi d'ansia e dell'impatto di più criteri di esclusione sullo studio degli esiti clinici nei disturbi d'ansia

Una revisione trans-diagnostica della comorbidità dei disturbi d'ansia e dell'impatto di più criteri di esclusione sullo studio degli esiti clinici nei disturbi d'ansia

Soggetti Disturbi psichiatrici Astratto I disturbi d'ansia sono altamente comorbosi tra loro e con altri gravi disturbi mentali. Man mano che il nostro campo progredisce, abbiamo l'opportunità di perseguire progetti di studio di trattamento che tengano conto di queste comorbilità. In questa revisione prospettica, abbiamo prima caratterizzato la prevalenza della comorbidità multipla del disturbo d'ansia rianalizzando i dati del sondaggio nazionale, quindi abbiamo condotto una ricerca PubMed in lingua inglese di studi che analizzano l'impatto dei criteri di esclusione sui dati di

L'allele di rischio CACNA1C rs1006737 è associato al diradamento corticale prefrontale correlato all'età nel disturbo bipolare I

L'allele di rischio CACNA1C rs1006737 è associato al diradamento corticale prefrontale correlato all'età nel disturbo bipolare I

Soggetti Marcatori predittivi Astratto I canali del calcio controllano l'afflusso di ioni calcio nelle cellule e sono coinvolti in diverse funzioni cellulari. Il polimorfismo del gene CACNA1C rs1006737 Un allele è stato fortemente associato con un aumentato rischio di disturbo bipolare (BD) e con la modulazione della morfologia cerebrale.

L'inibizione di BACE1 mediante formulazione di litio microdoso NP03 salva la perdita di memoria e la neuropatologia amiloide allo stadio iniziale

L'inibizione di BACE1 mediante formulazione di litio microdoso NP03 salva la perdita di memoria e la neuropatologia amiloide allo stadio iniziale

Soggetti Neuroscienze molecolari Farmacologia Astratto Il litio è una terapia di prima linea per il disturbo affettivo bipolare ed è stato recentemente dimostrato di avere effetti protettivi nelle popolazioni a rischio di malattia di Alzheimer (AD). Tuttavia, il meccanismo alla base di questa protezione è compreso male e di conseguenza limita la sua possibile applicazione terapeutica in AD. I

Isoforme del gene neuronale del trasportatore del glutammato, SLC1A1 / EAAC1, modulano negativamente l'assorbimento di glutammato: rilevanza per il disturbo ossessivo-compulsivo

Isoforme del gene neuronale del trasportatore del glutammato, SLC1A1 / EAAC1, modulano negativamente l'assorbimento di glutammato: rilevanza per il disturbo ossessivo-compulsivo

Soggetti Segnalazione cellulare Genetica delle malattie Disturbi psichiatrici Astratto Il gene SLC1A1 , che codifica per il trasportatore di glutammato neuronale, EAAC1, è stato costantemente coinvolto nel disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) negli studi genetici. Inoltre, studi di neuroimaging, biochimici e clinici supportano un ruolo per la disfunzione glutamatergica nel disturbo ossessivo compulsivo.

Segnalazione di glia e cellule immunitarie nel disturbo bipolare: approfondimenti dalla neurofarmacologia e imaging molecolare all'applicazione clinica

Segnalazione di glia e cellule immunitarie nel disturbo bipolare: approfondimenti dalla neurofarmacologia e imaging molecolare all'applicazione clinica

Soggetti Disordine bipolare Segnalazione cellulare Cellule immunitarie innate microglia Astratto Il disturbo bipolare (BD) è una malattia mentale debilitante caratterizzata da forti fluttuazioni di umore, sonno, energia e funzionamento esecutivo. Gli studi farmacologici sugli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e sul sistema monoaminico ci hanno aiutato a comprendere clinicamente la depressione bipolare.

Test genetici nei principali disturbi psichiatrici — che integrano la medicina molecolare con la psichiatria clinica — perché è così difficile?

Test genetici nei principali disturbi psichiatrici — che integrano la medicina molecolare con la psichiatria clinica — perché è così difficile?

Soggetti Marker diagnostici Disturbi psichiatrici Astratto Con l'avvento dell'era post-genomica, le nuove tecnologie creano straordinarie possibilità di diagnostica e terapia personalizzata, trasformando la medicina di oggi. Radicato sia nella genetica medica che nella psichiatria clinica, il documento è progettato come una fonte integrata di informazioni sull'attuale e potenziale futura applicazione delle tecnologie genomiche emergenti come strumenti diagnostici in psichiatria, andando oltre il classico concetto di approccio del paziente.

L'analisi del trascrittoma del tessuto corticale rivela gruppi condivisi di geni downregulati nell'autismo e nella schizofrenia

L'analisi del trascrittoma del tessuto corticale rivela gruppi condivisi di geni downregulati nell'autismo e nella schizofrenia

Soggetti genomica Neuroscienza Astratto L'autismo (AUT), la schizofrenia (SCZ) e il disturbo bipolare (BPD) sono tre condizioni neuropsichiatriche altamente ereditarie. Sono state riportate somiglianze cliniche e sovrapposizione genetica tra i tre disturbi; tuttavia, le cause e gli effetti a valle di questa sovrapposizione rimangono sfuggenti

Esposizione al CO2 come modello sperimentale traslazionale tra le specie per il panico

Esposizione al CO2 come modello sperimentale traslazionale tra le specie per il panico

Soggetti Neuroscienza Fisiologia Astratto Gli attuali criteri diagnostici del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali sono messi in discussione dall'eterogeneità e dalla sovrapposizione dei sintomi dei disturbi psichiatrici. Pertanto, un progetto per una classificazione più basata sull'eziologia è stato avviato dal National Institute of Mental Health, il progetto di criteri del dominio di ricerca. L

L'elevazione di Il6 è associata a biogenesi let-7 disturbata in un modello genetico di depressione

L'elevazione di Il6 è associata a biogenesi let-7 disturbata in un modello genetico di depressione

Soggetti Marker diagnostici Epigenetica e comportamento Neuroscienze molecolari Astratto L'elevazione della citochina proinfiammatoria IL-6 è stata implicata nella depressione; tuttavia, i meccanismi rimangono sfuggenti. I microRNA (miRNA) sono piccoli RNA non codificanti che inibiscono l'espressione genica post-trascrizionale.

Potenziale traslazionale della mucosa olfattiva per lo studio della malattia neuropsichiatrica

Potenziale traslazionale della mucosa olfattiva per lo studio della malattia neuropsichiatrica

Soggetti biomarkers Neuroscienze molecolari Disturbi psichiatrici Cellule staminali Astratto La mucosa olfattiva (OM) è una fonte unica di tessuto neurale rigenerativo che è facilmente ottenibile da soggetti umani viventi e offre quindi opportunità per lo studio delle malattie psichiatriche. I tessuti OM possono essere utilizzati, sia come tessuto OM ex vivo sia come cellule neurali derivate dall'OM in vitro , per esplorare parametri che sono stati difficili da valutare nel cervello di individui viventi con malattie psichiatriche. P

L'impatto dei comuni polimorfismi del recettore D2 della dopamina sulla disponibilità dei recettori D2 / 3: C957T come determinante chiave nel putamen e nello striato ventrale

L'impatto dei comuni polimorfismi del recettore D2 della dopamina sulla disponibilità dei recettori D2 / 3: C957T come determinante chiave nel putamen e nello striato ventrale

Soggetti Neuroscienze molecolari Astratto La funzione della dopamina è ampiamente implicata in molteplici condizioni neuropsichiatriche che si ritiene abbiano una base genetica. Sebbene alcuni studi sulla tomografia ad emissione di positroni (PET) abbiano studiato l'impatto dei polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) nel gene del recettore della dopamina D2 ( DRD2 ) sulla disponibilità del recettore D2 / 3 (potenziale di legame, BP ND ), questi studi sono stati spesso limitato dalle dimensioni ridotte del campione.

Prove convergenti su animali e umani suggeriscono che la via dell'attivina / inibina sia coinvolta nella risposta antidepressiva

Prove convergenti su animali e umani suggeriscono che la via dell'attivina / inibina sia coinvolta nella risposta antidepressiva

Soggetti Segnalazione cellulare Depressione Studio di associazione genetica Farmacogenetica Astratto Nonostante la palese necessità di migliorare le modalità di trattamento della depressione, finora gli sforzi per sviluppare concettualmente nuovi antidepressivi non hanno avuto successo. Qui presentiamo un approccio traslazionale che combina i risultati di esperimenti su animali privi di ipotesi con i dati di uno studio di associazione genetica sulla depressione.

L'epicatechina di flavanolo (-) di origine vegetale mitiga l'ansia in associazione con livelli elevati di monoamina ippocampale e BDNF, ma non influenza la separazione dei pattern nei topi

L'epicatechina di flavanolo (-) di origine vegetale mitiga l'ansia in associazione con livelli elevati di monoamina ippocampale e BDNF, ma non influenza la separazione dei pattern nei topi

Soggetti Ippocampo Astratto I flavanoli presenti in prodotti naturali come il cacao e il tè verde provocano cambiamenti strutturali e biochimici nell'ippocampo, un'area del cervello importante per l'umore e la cognizione. Qui, abbiamo valutato il risultato del consumo giornaliero di epanatechina flavanolo (-) (4 mg al giorno in acqua) da parte di topi C57BL / 6 maschi adulti su misure di ansia nel labirinto più elevato (EPM) e in campo aperto (OF).

Associazione significativa a livello del genoma tra dimensione delirante dell'umore nel disturbo bipolare e variazione genetica sul cromosoma 3q26.1

Associazione significativa a livello del genoma tra dimensione delirante dell'umore nel disturbo bipolare e variazione genetica sul cromosoma 3q26.1

Soggetti Disordine bipolare Variazione genetica Studi di associazione su tutto il genoma Astratto La ricerca suggerisce che le dimensioni dei sintomi clinici potrebbero essere più utili nel delineare la genetica del disturbo bipolare (BD) rispetto ai modelli diagnostici standard. Fino ad oggi, nessuno studio ha applicato questo concetto ai dati provenienti da studi di associazione su tutto il genoma (GWAS).

L'anedonia indotta da stress è associata all'ipertrofia dei neuroni spinosi medi del nucleo accumbens

L'anedonia indotta da stress è associata all'ipertrofia dei neuroni spinosi medi del nucleo accumbens

Soggetti Depressione Terapia farmacologica Manifestazioni neurologiche Fisiologia neuronale Astratto Vi sono prove accumulate che il nucleo accumbens (NAc) abbia un ruolo importante nella fisiopatologia della depressione. Poiché il NAc è un componente chiave nel circuito neurale della ricompensa, è stato ipotizzato che l'anedonia, un sintomo fondamentale della depressione, possa essere correlata alla disfunzione di questa regione del cervello. L

Ipometilazione del gene MAOA nel disturbo di panico: reversibilità di un modello di rischio epigenetico da parte della psicoterapia

Ipometilazione del gene MAOA nel disturbo di panico: reversibilità di un modello di rischio epigenetico da parte della psicoterapia

Soggetti Genetica clinica Marcatori predittivi Astratto Firme epigenetiche come la metilazione del gene monoamina ossidasi A ( MAOA ) sono state trovate alterate nel disturbo di panico (PD). Ipotizzando la plasticità temporale dei processi epigenetici come meccanismo di riuscita estinzione della paura, il presente studio psicoterapico-epigenetico per la prima volta che abbiamo studiato la metilazione del MAOA nel corso della terapia cognitivo-comportamentale basata sull'esposizione (CBT) nel PD.

Test farmacogenomici ed esito tra pazienti depressi in una pratica di consulenza psichiatrica ambulatoriale di cure terziarie

Test farmacogenomici ed esito tra pazienti depressi in una pratica di consulenza psichiatrica ambulatoriale di cure terziarie

Soggetti Depressione Economia farmacogenomica Astratto Gli autori hanno testato l'ipotesi che la conoscenza del genotipo farmacogenomico sia associata a migliori risultati clinici e di costo nei pazienti depressi, dopo aver controllato altri fattori che potrebbero differenziare i pazienti testati e non testati

Previsione della transizione dalla psicosi a rischio ultra elevato al primo episodio utilizzando un modello probabilistico che combina storia, valutazione clinica e biomarcatori di acidi grassi

Previsione della transizione dalla psicosi a rischio ultra elevato al primo episodio utilizzando un modello probabilistico che combina storia, valutazione clinica e biomarcatori di acidi grassi

Soggetti Marcatori predittivi Schizofrenia Astratto I criteri attuali che identificano i pazienti con un rischio ultra elevato di psicosi (UHR) hanno una bassa specificità e meno di un terzo dei casi di UHR sperimenta il passaggio alla psicosi entro 3 anni dalla valutazione iniziale. Abbiamo esplorato se un modello multimodale probabilistico bayesiano, combinando fattori di rischio storici e clinici basali con biomarcatori (stress ossidativo, acidi grassi della membrana cellulare, elettroencefalografia quantitativa a riposo (qEEG)), potrebbe migliorare questa specificità.

Reattività alterata dei neuroni del BNST e dell'amigdala nell'ansia indotta da traumi

Reattività alterata dei neuroni del BNST e dell'amigdala nell'ansia indotta da traumi

Soggetti Neuroscienza Fisiologia Astratto Una rete altamente conservata di strutture cerebrali regola l'espressione della paura e dell'ansia nei mammiferi. Molte di queste strutture mostrano livelli di attività anormali nel disturbo post traumatico da stress (PTSD). Tuttavia, alcuni di essi, come il nucleo del letto della stria terminalis (BNST) e l'amigdala, sono composti da diverse piccole sottoregioni o nuclei che non possono essere risolti con tecniche di neuroimaging umano.

Influenza delle infezioni materne sulle proteine ​​della fase acuta neonatale e loro interazione nello sviluppo di psicosi non affettive

Influenza delle infezioni materne sulle proteine ​​della fase acuta neonatale e loro interazione nello sviluppo di psicosi non affettive

Soggetti Schizofrenia Astratto Sebbene le infezioni primarie con Toxoplasma gondii o virus dell'herpes durante la gravidanza siano teratogeni accertati, le infezioni materne croniche con questi agenti patogeni sono considerate molto meno gravi. Tuttavia, tali infezioni croniche sono state associate a disturbi neuropsichiatrici nella prole

Ulteriore supporto per l'associazione tra variante GWAS per sistemi di emozione e ricompensa positivi

Ulteriore supporto per l'associazione tra variante GWAS per sistemi di emozione e ricompensa positivi

Soggetti genomica Comportamento umano Marcatori predittivi Astratto Un recente studio di associazione su tutto il genoma (GWAS) ha identificato un significativo polimorfismo a singolo nucleotide (SNP) per l'emozione positiva al tratto a rs322931 sul cromosoma 1, che era anche associato all'attivazione del cervello nel sistema di ricompensa di individui sani quando si osservavano stimoli positivi in uno studio di risonanza magnetica funzionale (fMRI)

La reattività allo stress traumatico promuove l'eccessivo consumo di alcol e altera l'equilibrio dell'attività corticale-amigdala prefrontale

La reattività allo stress traumatico promuove l'eccessivo consumo di alcol e altera l'equilibrio dell'attività corticale-amigdala prefrontale

Soggetti Dipendenza Amygdala Disturbo post traumatico da stress Astratto Disturbo post-traumatico da stress (PTSD) e alcolismo sono altamente comorbidi nell'uomo e presentano profili sintomatici parzialmente sovrapposti. Lo scopo di questi studi era di esaminare gli effetti dello stress traumatico (e della reattività allo stress) sui comportamenti correlati all'alcol e sui modelli di attivazione neuronale.

La segnalazione preliminare di BDNF e TrkB regola il consolidamento dell'apprendimento emotivo sia appetibile che avversivo

La segnalazione preliminare di BDNF e TrkB regola il consolidamento dell'apprendimento emotivo sia appetibile che avversivo

Soggetti Segnalazione cellulare Emozione Apprendimento e memoria Corteccia prefrontale Astratto La corteccia prefrontale mediale (mPFC) regola le decisioni esecutive e l'espressione dei ricordi emotivi. Più specificamente, la corteccia prelimbica (PL) del mPFC è implicata nel guidare le risposte emotive attraverso obiettivi a valle tra cui il nucleo accumbens e l'amigdala, ma i meccanismi devono ancora essere pienamente compresi.

Associazione val66met BDNF con legame trasportatore serotonina in esseri umani sani

Associazione val66met BDNF con legame trasportatore serotonina in esseri umani sani

Soggetti genomica Neuroscienze molecolari Astratto Il trasportatore di serotonina (5-HTT) è una caratteristica chiave del sistema serotoninergico, coinvolto nel comportamento, nella cognizione e nella personalità e implicato nelle malattie neuropsichiatriche inclusa la depressione. Il fattore val66met del fattore neurotrofico (BDNF) derivato dal cervello e i polimorfismi 5-HTTLPR hanno previsto differenze nei livelli di 5-HTT nell'uomo, ma con risultati equivoci, probabilmente a causa di dimensioni del campione limitate.

Perdita progressiva di sostanza grigia corticale nella schizofrenia: una meta-analisi e meta-regressione di studi longitudinali di risonanza magnetica

Perdita progressiva di sostanza grigia corticale nella schizofrenia: una meta-analisi e meta-regressione di studi longitudinali di risonanza magnetica

Soggetti Risonanza magnetica Schizofrenia Una rettifica di questo articolo è stata pubblicata il 25 giugno 2013 Astratto Sono stati riscontrati deficit di sostanza grigia corticale in pazienti con schizofrenia, con evidenza di progressione nel tempo. Lo scopo di questo studio era di determinare l'entità dei cambiamenti progressivi del volume della sostanza grigia corticale nel tempo nella schizofrenia, il loro sito e il tempo di insorgenza e il ruolo dei potenziali moderatori dei cambiamenti del cervello.

I cambiamenti microstrutturali della sostanza bianca sono correlati allo stadio della malattia psichiatrica

I cambiamenti microstrutturali della sostanza bianca sono correlati allo stadio della malattia psichiatrica

Soggetti Patologia Disturbi psichiatrici Malattia della sostanza bianca Astratto Sono stati riportati cambiamenti microstrutturali della sostanza bianca nel cervello dei pazienti in una vasta gamma di disturbi psichiatrici. Le prove dimostrano ora una significativa sovrapposizione in queste regioni nei pazienti con disturbi affettivi e psicotici, aumentando così la possibilità che queste condizioni condividano i comuni processi neurobiologici.

Interazioni di proteine ​​umane DISC1 troncate: implicazioni per la schizofrenia

Interazioni di proteine ​​umane DISC1 troncate: implicazioni per la schizofrenia

Soggetti patogenesi Schizofrenia Astratto Numerosi rapporti genetici di collegamento e associazione hanno implicato il gene Disrupted -in-Schizophrenia ( DISC1 ) nella malattia psichiatrica. La traslocazione della famiglia scozzese, prevista per codificare una proteina troncata C-terminus, suggerisce il coinvolgimento di brevi isoforme nella fisiopatologia dei disturbi mentali

Disfunzione dei gangli basali nel disturbo ossessivo compulsivo: l'attività neuronale subtalamica è correlata alla gravità dei sintomi e prevede l'efficacia della stimolazione ad alta frequenza

Disfunzione dei gangli basali nel disturbo ossessivo compulsivo: l'attività neuronale subtalamica è correlata alla gravità dei sintomi e prevede l'efficacia della stimolazione ad alta frequenza

Soggetti neurofisiologia morbo di Parkinson Disturbi psichiatrici terapeutica Astratto Sono stati riportati cambiamenti funzionali e di connettività nei sistemi corticostriatali nel cervello di pazienti con disturbo ossessivo-compulsivo (DOC); tuttavia, la relazione tra l'attività dei gangli della base e la gravità del DOC non è mai stata adeguatamente stabilita. Ab

Alterazioni della rete strutturale basata sulla connettomica nel disturbo ossessivo-compulsivo

Alterazioni della rete strutturale basata sulla connettomica nel disturbo ossessivo-compulsivo

Soggetti Neuroscienza Disturbi psichiatrici Astratto Dato il forte coinvolgimento dell'affetto nel disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) e recenti risultati, l'attuale modello di fisiopatologia cortico-striato-talamo-corticale (CSTC) è stato ripetutamente messo in discussione riguardo al ruolo specifico delle regioni coinvolte nel processo emotivo come il limbic le zone.

Utilità traslazionale del gating uditivo ippocampale del roditore nella ricerca sulla schizofrenia: una revisione e una valutazione

Utilità traslazionale del gating uditivo ippocampale del roditore nella ricerca sulla schizofrenia: una revisione e una valutazione

Soggetti Schizofrenia Astratto Il deterioramento del gate del potenziale P50 evocato uditivo è una delle caratteristiche più farmacologicamente ben caratterizzate della schizofrenia. Questo deficit è più comunemente modellato nei roditori da registrazioni di elettrodi impiantati dall'ippocampo dell'analogo dei roditori del P50, il P20 – N40. La v

L'infiammazione e il rimodellamento vascolare nell'ippocampo ventrale contribuiscono alla vulnerabilità allo stress

L'infiammazione e il rimodellamento vascolare nell'ippocampo ventrale contribuiscono alla vulnerabilità allo stress

Soggetti Neuroscienze molecolari Neuroscienza Astratto Durante l'esposizione allo stress cronico, alcuni individui si impegnano in comportamenti di coping attivi che promuovono la resistenza allo stress. Altre persone si impegnano nel far fronte passivo alla vulnerabilità allo stress e all'ansia e alla depressione.

Stimolazione cerebrale profonda per disturbo depressivo maggiore resistente al trattamento: un confronto tra due target e follow-up a lungo termine

Stimolazione cerebrale profonda per disturbo depressivo maggiore resistente al trattamento: un confronto tra due target e follow-up a lungo termine

Soggetti Neuroscienza Disturbi psichiatrici Astratto Abbiamo precedentemente scoperto che la stimolazione elettrica nell'arto anteriore della capsula interna / nucleo del letto dello stria terminalis (IC / BST) allevia i sintomi depressivi nei pazienti con disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) grave resistente al trattamento

Il knockout dei recettori NMDA dagli interneuroni della parvalbumina sensibilizza ai deficit correlati alla schizofrenia indotti da MK-801

Il knockout dei recettori NMDA dagli interneuroni della parvalbumina sensibilizza ai deficit correlati alla schizofrenia indotti da MK-801

Soggetti Neuroscienze molecolari Fisiologia Astratto È stato suggerito che un deficit funzionale nei recettori NMDA (NMDAR) su interneuroni positivi alla parvalbumina (PV) (PV-NMDAR) è centrale nella fisiopatologia della schizofrenia. Prove di supporto provengono dall'esame di topi geneticamente modificati in cui la subunità GluN1 NMDAR obbligatoria (nota anche come NR1) è stata eliminata dagli interneuroni PV da knockout mediato da Cre del gene corrispondente Grin1 (topi Grin1 ΔPV ). In

Alterazioni nei circuiti neurali funzionali a supporto del comportamento di scelta flessibile nei disturbi dello spettro autistico

Alterazioni nei circuiti neurali funzionali a supporto del comportamento di scelta flessibile nei disturbi dello spettro autistico

Soggetti Disturbi dello spettro autistico Comportamento umano Astratto Comportamenti limitati e ripetitivi e una spiccata preferenza per la coerenza comportamentale e ambientale sono caratteristiche distintive del disturbo dello spettro autistico (ASD). Alterazioni nei circuiti frontostriatali che supportano il comportamento flessibile potrebbero essere alla base di questa compromissione comportamentale

Il polimorfismo del BDNF prevede il tasso di declino nell'esecuzione di compiti qualificati e il volume dell'ippocampo in soggetti sani

Il polimorfismo del BDNF prevede il tasso di declino nell'esecuzione di compiti qualificati e il volume dell'ippocampo in soggetti sani

Soggetti Imaging del cervello Variazione genetica Disturbi psichiatrici Astratto Numerosi studi hanno indicato un legame tra la presenza di polimorfismo nel fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) e disturbi cognitivi e affettivi. Tuttavia, solo pochi hanno studiato questi effetti longitudinalmente insieme a cambiamenti strutturali nel cervello

Distinti profili neurometabolici sono evidenti nel cingolato anteriore dei giovani con gravi disturbi psichiatrici

Distinti profili neurometabolici sono evidenti nel cingolato anteriore dei giovani con gravi disturbi psichiatrici

Soggetti Fisiologia neuronale Disturbi psichiatrici Astratto Attualmente, non esistono metodi neurobiologici convalidati per distinguere percorsi patofisiologici diversi nei giovani pazienti che presentano nelle prime fasi dei principali disturbi psichiatrici. Pertanto, i trattamenti vengono erogati semplicemente sulla base dei loro possibili effetti su costrutti di sintomi non specifici come la depressione, il cambiamento cognitivo o i sintomi psicotici

Il polimorfismo B66F Val66Met regola il rimodellamento corticohippocampale indotto dai glucocorticoidi e la disperazione comportamentale

Il polimorfismo B66F Val66Met regola il rimodellamento corticohippocampale indotto dai glucocorticoidi e la disperazione comportamentale

Soggetti Depressione Neuroscienze molecolari Astratto Il polimorfismo B66F Val66Met è stato associato a sensibilità allo stress e disturbi affettivi. Abbiamo quindi cercato di modellare l'inter-causalità di queste relazioni in condizioni di laboratorio controllate. Abbiamo sottoposto i topi transgenici BDNF Val66Met (hBDNF Val66Met ) umanizzati a una storia di stress, modellata dall'esposizione cronica di corticosterone tardivo dell'adolescente (CORT), prima di valutare il comportamento affettivo correlato usando il test di nuoto forzato (FST) in età adulta. Me

Identificazione di firme molecolari a base di sangue per la previsione di risposta e recidiva nei pazienti con schizofrenia

Identificazione di firme molecolari a base di sangue per la previsione di risposta e recidiva nei pazienti con schizofrenia

Soggetti biomarkers Terapia farmacologica Schizofrenia Astratto L'attuale incapacità della medicina psichiatrica di selezionare oggettivamente il trattamento più appropriato o di prevedere una ricaduta imminente sono i principali fattori che contribuiscono alla gravità e al carico clinico della schizofrenia. A

Neuroplasticità in risposta alla terapia cognitivo comportamentale per il disturbo d'ansia sociale

Neuroplasticità in risposta alla terapia cognitivo comportamentale per il disturbo d'ansia sociale

Soggetti Disturbi psichiatrici Astratto I pazienti con disturbi d'ansia mostrano un'eccessiva reattività neurale nell'amigdala, che può essere normalizzata da un trattamento efficace come la terapia cognitivo comportamentale (CBT). I meccanismi alla base dell'adattamento del cervello ai trattamenti ansiolitici sono probabilmente correlati sia alla plasticità strutturale sia alle alterazioni della risposta funzionale, ma al momento mancano studi multimodali di neuroimaging riguardanti le interazioni struttura-funzione. Q

Una variante del gene del recettore degli oppioidi kappa (OPRK1) è associata alla risposta allo stress e al desiderio di droga correlato, attivazione cerebrale limbica e rischio di recidiva di cocaina

Una variante del gene del recettore degli oppioidi kappa (OPRK1) è associata alla risposta allo stress e al desiderio di droga correlato, attivazione cerebrale limbica e rischio di recidiva di cocaina

Soggetti Genetica delle malattie Variazione genetica Farmacologia Stress e resilienza Astratto Lo stress aumenta il desiderio di droga e il rischio di ricaduta. Il gene del recettore degli oppioidi kappa ( OPRK1 ) media le risposte allo stress. Qui, abbiamo esaminato se l' OPRK1 rs6989250 C> G influenza la brama di cocaina indotta da stress e le risposte di cortisolo, il successivo rischio di ricaduta della cocaina e la risposta neurale allo stress utilizzando la risonanza magnetica funzionale (fMRI) nella dipendenza da cocaina

La stimolazione elettrica del nucleo del letto dello stria terminalis riduce l'ansia in un modello di ratto

La stimolazione elettrica del nucleo del letto dello stria terminalis riduce l'ansia in un modello di ratto

Soggetti Neuroscienza Disturbi psichiatrici Astratto Di recente abbiamo dimostrato che la stimolazione cerebrale profonda (DBS) nel nucleo del letto della stria terminalis (BST) riduce le ossessioni, le compulsioni e l'ansia associata nei pazienti che soffrono di disturbo ossessivo-compulsivo grave, refrattario al trattamento

Cambiamenti longitudinali del recettore glucocorticoide esone metilazione 1F e psicopatologia dopo dispiegamento militare

Cambiamenti longitudinali del recettore glucocorticoide esone metilazione 1F e psicopatologia dopo dispiegamento militare

Soggetti Fisiologia Disturbi psichiatrici Astratto Numerosi studi trasversali hanno dimostrato la rilevanza della metilazione del DNA della regione dell'esone 1 F del recettore dei glucocorticoidi (GR-1 F ) per la psicopatologia correlata al trauma. Abbiamo condotto uno studio longitudinale per esaminare le variazioni di metilazione del GR-1 F nel tempo in relazione all'esposizione al trauma e allo sviluppo della psicopatologia post-dispiegamento

Le alterazioni del trascinamento circadiano precedono l'insorgenza di comportamenti depressivi che non rispondono alla fluoxetina

Le alterazioni del trascinamento circadiano precedono l'insorgenza di comportamenti depressivi che non rispondono alla fluoxetina

Soggetti Depressione Neuroscienza Marcatori predittivi Astratto La crescente evidenza collega condizioni prenatali avverse a disturbi dell'umore. Abbiamo studiato le alterazioni comportamentali a lungo termine indotte dall'esposizione prenatale ai glucocorticoidi in eccesso (desametasone — DEX).

Inibizione dell'11β-idrossisteroide deidrogenasi come nuovo potenziale bersaglio terapeutico per l'abuso di alcol

Inibizione dell'11β-idrossisteroide deidrogenasi come nuovo potenziale bersaglio terapeutico per l'abuso di alcol

Soggetti Dipendenza Neuroscienze molecolari Astratto L'identificazione di nuovi e più efficaci trattamenti per l'abuso di alcolici rimane una priorità. L'assunzione di alcol attiva i glucocorticoidi, che svolgono un ruolo chiave nelle proprietà rinforzanti dell'alcool. Gli effetti dei glucocorticoidi sono in parte modulati dall'attività delle 11β-idrossisteroidi deidrogenasi (11β-HSD) che agiscono come pre-recettori. Qui,

Ipermetilazione del gene trasportatore della serotonina nel disturbo bipolare rilevato mediante analisi epigenoma di gemelli monozigoti discordanti

Ipermetilazione del gene trasportatore della serotonina nel disturbo bipolare rilevato mediante analisi epigenoma di gemelli monozigoti discordanti

Soggetti Disordine bipolare Metilazione del DNA Variazione strutturale Astratto Il disturbo bipolare (BD) è un grave disturbo mentale caratterizzato da episodi ricorrenti di mania e depressione. Il trasportatore della serotonina (HTT) è un bersaglio degli antidepressivi ed è una delle molecole candidate più forti del disturbo dell'umore, tuttavia, lo studio genetico ha mostrato risultati equivoci. Qu

Gli autoanticorpi presenti in natura interferiscono con il metabolismo β-amiloide e migliorano la cognizione in un modello murino transgenico della malattia di Alzheimer 24 ore dopo il singolo trattamento

Gli autoanticorpi presenti in natura interferiscono con il metabolismo β-amiloide e migliorano la cognizione in un modello murino transgenico della malattia di Alzheimer 24 ore dopo il singolo trattamento

Soggetti Il morbo di Alzheimer anticorpi Immunoterapia Astratto È stato dimostrato che gli anticorpi presenti in natura diretti contro Aβ (nAbs-Aβ) hanno un ruolo nel metabolismo Aβ e nella clearance Aβ. La presenza di nAbs-Aβ porta a una riduzione della fibrillazione amiloide e quindi a una riduzione della loro tossicità. Abbia

Prove per alterato metabolismo del glucosio nello striato, ottenuto post mortem, da alcuni soggetti con schizofrenia

Prove per alterato metabolismo del glucosio nello striato, ottenuto post mortem, da alcuni soggetti con schizofrenia

Soggetti Neuroscienze molecolari Schizofrenia Astratto Studi condotti utilizzando tessuti del sistema nervoso centrale ottenuti post mortem suggeriscono che i percorsi coinvolti nell'energia e nel metabolismo contribuiscono alla fisiopatologia della schizofrenia; studi di neuroimaging che suggeriscono che il metabolismo del glucosio è particolarmente influenzato nello striato.

Variante del rischio di schizofrenia rs6994992 nel gene neuregulin-1 su traiettorie dello sviluppo del cervello in bambini in via di sviluppo tipici

Variante del rischio di schizofrenia rs6994992 nel gene neuregulin-1 su traiettorie dello sviluppo del cervello in bambini in via di sviluppo tipici

Soggetti Genetica Neuroscienza Astratto Il gene neuregulin-1 ( NRG1 ) è uno dei geni di rischio meglio convalidati per la schizofrenia e i disturbi psicotici e bipolari. La variante rs6994992 nel promotore NRG1 (SNP8NRG243177) è associata a macrostrutture cerebrali frontali e temporali alterate e / o densità della sostanza bianca alterata e integrità negli adulti schizofrenici, così come negli adulti e nei neonati sani. Tut

Le varianti comuni a 1p36 sono associate a un volume di giro frontale superiore

Le varianti comuni a 1p36 sono associate a un volume di giro frontale superiore

Soggetti Genetica medica Astratto Il giro frontale superiore (SFG), un'area del cervello che si trova spesso a ridurre la materia grigia nei pazienti con schizofrenia, è coinvolto nell'autocoscienza e nelle emozioni, che sono compromesse nella schizofrenia. Tuttavia, nessuno studio di associazione a livello di genoma del volume di SFG ha studiato in pazienti con schizofrenia.

Associazione di una variante genetica MET con autoanticorpi materni associati all'autismo alle proteine ​​cerebrali fetali e all'espressione delle citochine

Associazione di una variante genetica MET con autoanticorpi materni associati all'autismo alle proteine ​​cerebrali fetali e all'espressione delle citochine

Soggetti Predisposizione genetica alla malattia Immunologia Astratto Il contributo dell'immunità periferica al rischio di disturbi dello spettro autistico (ASD) è discusso e poco compreso. Alcune madri di bambini con ASD hanno autoanticorpi che reagiscono alle proteine ​​cerebrali fetali, aumentando la possibilità che un sottogruppo di casi di ASD possa essere associato a una risposta anticorpale materna durante la gestazione. Il me

Il potenziamento della segnalazione della grelina attenua l'anoressia del cancro-cachessia e prolunga la sopravvivenza

Il potenziamento della segnalazione della grelina attenua l'anoressia del cancro-cachessia e prolunga la sopravvivenza

Soggetti Terapia del cancro Segnalazione cellulare patogenesi Astratto La sindrome da anoressia e cachessia del cancro è caratterizzata da una ridotta assunzione di cibo, perdita di peso, perdita di tessuto muscolare e disagio psicologico e questa sindrome è una delle principali fonti di aumento della morbilità e della mortalità nei pazienti oncologici. Qu

Aumento M1 / ​​diminuita firma M2 e segni di spostamento di Th1 / Th2 in pazienti cronici con disturbo bipolare, ma non in quelli con schizofrenia

Aumento M1 / ​​diminuita firma M2 e segni di spostamento di Th1 / Th2 in pazienti cronici con disturbo bipolare, ma non in quelli con schizofrenia

Soggetti Marker diagnostici Astratto Presentiamo qui i dati sull'espressione del gene immunitario di chemochine, recettori delle chemochine, citochine e marker regolatori delle cellule T (T-reg) in pazienti cronici che soffrono di schizofrenia (SCZ, N = 20) o disturbo bipolare (BD = 20) rispetto a controlli sani (HCs, N = 20)

Connettività funzionale alterata delle sottoregioni cingolate nella schizofrenia

Connettività funzionale alterata delle sottoregioni cingolate nella schizofrenia

Soggetti Comportamento umano Astratto I pazienti con schizofrenia hanno mostrato connettività funzionale allo stato di riposo alterata (rsFC) della corteccia cingolata; tuttavia, non è noto se i rsFC delle sottoregioni cingolate siano influenzati in modo differenziale in questo disturbo. Abbiamo mirato a chiarire il problema confrontando i rsFC di ciascuna sottoregione cingolata tra controlli sani e pazienti schizofrenici.

L'efficacia degli integratori di olio di pesce nel trattamento della depressione: spunti di riflessione

L'efficacia degli integratori di olio di pesce nel trattamento della depressione: spunti di riflessione

Soggetti Scienze biologiche Depressione Una recente meta-analisi e meta-regressione di 13 studi clinici randomizzati di Mocking et al. 1 ha concluso che l'integrazione con acidi grassi omega-3, presenti naturalmente nei pesci grassi, ha un effetto benefico nei pazienti con disturbo depressivo maggiore (MDD), in particolare per dosi più elevate di acido eicosapentaenoico (EPA) e nei pazienti che assumono antidepressivi.

Ipervigilanza per paura dopo danno basolaterale all'amigdala nell'uomo

Ipervigilanza per paura dopo danno basolaterale all'amigdala nell'uomo

Soggetti Amygdala Ansia Genetica delle malattie Astratto Ricerche recenti sui roditori hanno dimostrato che l'amigdala basolaterale (BLA) inibisce la paura incondizionata o innata. Tuttavia, non è noto se il BLA agisca in modo simile nell'uomo. In un gruppo di cinque soggetti con una rara sindrome genetica, cioè la malattia di Urbach-Wiethe (UWD), abbiamo usato una combinazione di neuroimaging strutturale e funzionale e stabilito un danno BLA focale, bilaterale, mentre altre sottoregioni di amigdala sono funzionalmente intatte .

La terapia elettroconvulsiva modula il fattore derivato dall'epitelio nel pigmento plasmatico nella depressione: uno studio di proteomica

La terapia elettroconvulsiva modula il fattore derivato dall'epitelio nel pigmento plasmatico nella depressione: uno studio di proteomica

Soggetti Marker diagnostici Neuroscienze molecolari Astratto La terapia elettroconvulsiva (ECT) è il trattamento più efficace per la depressione grave, ma il suo meccanismo d'azione non è completamente compreso. Le analisi proteomiche del sangue periferico possono offrire approfondimenti sui meccanismi molecolari dell'ECT. I

La nectina-3 modula la plasticità strutturale delle cellule granulari dentate e la memoria a lungo termine

La nectina-3 modula la plasticità strutturale delle cellule granulari dentate e la memoria a lungo termine

Soggetti Depressione Ippocampo Astratto La nectina-3, una molecola di adesione cellulare arricchita nei neuroni dell'ippocampo, è stata implicata in disturbi cognitivi legati allo stress. La nectina-3 è espressa da cellule granulari nel giro dentato (DG), ma non è chiaro se la nectina-3 in DG modula la plasticità strutturale delle cellule granulari dentate e la memoria dipendente dall'ippocampo. In

Modulazione dell'inibizione motoria mediante stimolazione subtalamica nel disturbo ossessivo-compulsivo

Modulazione dell'inibizione motoria mediante stimolazione subtalamica nel disturbo ossessivo-compulsivo

Soggetti Neuroscienza Astratto La stimolazione cerebrale profonda ad alta frequenza del nucleo subtalamico può essere utilizzata per trattare gravi disturbi ossessivi-compulsivi refrattari ai trattamenti convenzionali. I meccanismi di azione di questo approccio probabilmente si basano sulla modulazione dei cicli associativo-limbico subcorticale-corticale, ma rimangono da chiarire completamente.

Effetti preventivi della minociclina in un modello neurosviluppato a due colpi con rilevanza per la schizofrenia

Effetti preventivi della minociclina in un modello neurosviluppato a due colpi con rilevanza per la schizofrenia

Soggetti Farmacologia clinica Schizofrenia Astratto L'attivazione immunitaria materna può aumentare la vulnerabilità della prole allo sviluppo di anomalie neuroimmuni e comportamentali in risposta allo stress durante la pubertà. Nella progenie di madri immunodepresse, i processi infiammatori indotti dallo stress precedono l'insorgenza nell'adulto di molteplici disfunzioni comportamentali. Q

La struttura dell'aplotipo consente di definire le priorità dei marcatori comuni e dei geni candidati nel disturbo dello spettro autistico

La struttura dell'aplotipo consente di definire le priorità dei marcatori comuni e dei geni candidati nel disturbo dello spettro autistico

Soggetti Genetica delle malattie Marcatori genetici aplotipi Astratto Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è una condizione di sviluppo neurologico che si traduce in disturbi comportamentali, sociali e della comunicazione. L'ASD ha una sostanziale componente genetica, con concordanza dei tratti dell'88-95% tra i gemelli monozigoti.

Il trattamento ambientale arricchito inverte il comportamento simile alla depressione e ripristina la ridotta neurogenesi dell'ippocampo e i livelli proteici del fattore neurotrofico derivato dal cervello nei topi che non hanno espressione attraverso il promotore IV

Il trattamento ambientale arricchito inverte il comportamento simile alla depressione e ripristina la ridotta neurogenesi dell'ippocampo e i livelli proteici del fattore neurotrofico derivato dal cervello nei topi che non hanno espressione attraverso il promotore IV

Soggetti Neurogenesi adulta Depressione patogenesi terapeutica Astratto L'espressione del fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), un importante fattore di crescita neuronale, è implicata nella patofisiologia della depressione maggiore. Abbiamo precedentemente riferito che i topi privi di espressione di BDNF attraverso il promotore IV (topi BDNF-KIV) esibiscono un fenotipo simile alla depressione.

Analisi dei dati dell'indagine di efficacia antidepressiva 23andMe: implicazioni del ritmo circadiano e neuroplasticità nella risposta al bupropione

Analisi dei dati dell'indagine di efficacia antidepressiva 23andMe: implicazioni del ritmo circadiano e neuroplasticità nella risposta al bupropione

Soggetti farmacogenomica Marcatori predittivi Astratto La predisposizione genetica può contribuire alle differenze nella resistenza al trattamento specifica per il farmaco, specifica per classe o antidepressiva. Gli studi clinici con i dati genetici sono spesso limitati nelle dimensioni del campione.

La profilazione epigenomica di uomini esposti allo stress della prima infanzia rivela differenze di metilazione del DNA in associazione con lo stato mentale attuale

La profilazione epigenomica di uomini esposti allo stress della prima infanzia rivela differenze di metilazione del DNA in associazione con lo stato mentale attuale

Soggetti Metilazione del DNA Disturbi psichiatrici Stress e resilienza Astratto Lo stress precoce (ELS) è noto per essere associato ad un aumentato rischio di malattie neuropsichiatriche e cardiometaboliche in età avanzata. Uno dei potenziali meccanismi alla base di questo è attraverso effetti sull'epigenoma, in particolare i cambiamenti nella metilazione del DNA. U

Studio sulla metilazione su tutto il genoma della depressione: metilazione differenziale e metilazione variabile nei gemelli monozigoti

Studio sulla metilazione su tutto il genoma della depressione: metilazione differenziale e metilazione variabile nei gemelli monozigoti

Soggetti Genetica Astratto È stato dimostrato che i disturbi depressivi sono fortemente influenzati da fattori patogeni ambientali, alcuni dei quali si ritiene che esercitino stress sul funzionamento del cervello umano attraverso modificazioni epigenetiche. Precedenti studi metilomici sulla depressione a livello del genoma hanno suggerito che, insieme alla metilazione differenziale del DNA, i gemelli affetti da coppie monozigoti (MZ) hanno aumentato la variabilità della metilazione del DNA, probabilmente in linea con le teorie della stocastica epigenetica.